607 Shares 2231 views

L'origine delle parole

E '- è un fenomeno più unico che raro, che appartiene solo all'uomo. Può essere usato per trasmettere informazioni importanti, esprimere le proprie opinioni, avvertono. Senza esagerare possiamo dire che noi – questo è ciò che lega gli individui nella società, permettendo loro di interagire con l'altro.


Ma le uniche persone che parlano, sono chiaramente e in modo esauriente esprimono l'essenza di ciò che sta accadendo. L'unità della parola – è una parola che è un riflesso del concetto o fenomeno. E questo non è solo una combinazione di suoni. Il fatto che l'origine delle parole – il divino, la Bibbia dice. E la verità è, a quanto pare, che altro per spiegare il dono meraviglioso per esprimere il concetto di una combinazione di suoni diversi, azioni, proprietà e fenomeni?

Tuttavia, non approfondire la teologia e della linguistica affrontare i problemi. Tutti i dialetti ei dialetti non devono essere considerati. Pertanto, ad esempio, prendere l'origine della parola russa. Sono entrambi da lungo tempo l'eredità e l'esempio di arte popolare. C'era una volta, secondo gli scienziati, c'era una sola lingua per i popoli indoeuropei, che erano diretti discendenti delle tribù proto-slavo. Da questi, a loro volta, ci sono stati russa. Con l' insediamento degli Slavi nei vasti territori che stanno gradualmente unificate lingua scomparve, disintegrato in molti dialetti, che in seguito formarono in lingue separate. Al momento sono così diversi che i suoi vettori spesso semplicemente non capiscono a vicenda.

Proto-slavo lessico ha fondamentalmente radici indoeuropee, ma come slavi strettamente in contatto e in parte mescolato con altri popoli, la loro lingua è prima sottoposto all'influenza delle lingue iraniche (una conseguenza di contatti con gli Sciti e tribù correlati), e poi – il gotico (la ragione – la conquista dei Goti). Non abbiamo nemmeno il sospetto che l'età di alcune delle parole che usiamo ogni giorno, centinaia o addirittura migliaia di anni. Un esempio semplice. Tutti sanno che la parola "orso". E 'con la slava è letteralmente tradotto come "il miele in carica," o miele mangiatore. è stato creato da una combinazione di due parole radice. E nello stesso modo (radice + suffisso + root) di un numero enorme di parole russe. Altri esempi – clericali, splendida, testa rasata, e molti altri.

Un altro processi di creazione di parole – aggiungendo alla parola di nuovi suffissi, spesso con un cambiamento nel significato delle parole. Oltre a molti esempi. La "farfalla" parola deriva dalla parola "baba" – l'antica slavi credeva che dopo la morte di una donna si trasformano in farfalle.

C'è un altro modo di formare nuove parole – si tratta di un'imitazione di suoni, tra cui i suoni della natura (per esempio, la parola "cuculo", "ringhio", etc.). Forse questo metodo utilizzato popoli primitivi. Cosa ne dite della parola "cane", "leone", "cat" – non è a causa dei suoni di emulazione della natura, e non per l'aggiunta di radici di parole? Sono sempre utilizzati in linguaggio popolare. Parole simili hanno in altre lingue europee – significa che queste parole sono nativi russo, e la loro storia è radicata in un'altra lingua, proto-slavo.

Va detto che la teoria di origine indoeuropea tedesco, gaelico, greco, slavo, il sanscrito, il latino, non senza ragione. Per esempio, in hindi e persiano, ci sono parole che sono molto simili alle loro controparti in slavo o le lingue germaniche.

Molto interessante l'origine di parolacce. Va notato che una volta non erano abusivi. L'origine delle parole, che sono chiamati abusivi, molto vecchio (non compresi alcuni che sono venuti da altre lingue). Molte persone non ci credono. Ma il preferito di molte parole con la lettera "B" una volta significava "sbagliata", deriva dalla parola "vagare". E 'stato solo molto più tardi, si è venuto a significare la stessa cosa oggi. E 'stato indecente sotto l'imperatrice Anna Ioannovne, che ha vietato di esso.

Le parole dette organi sessuali maschili e femminili sono radici proto-slavo, hanno i loro analoghi in tutte le lingue slave. Molte centinaia di anni fa non erano abusivi. La parola dal sanscrito antico, il processo di trasmissione del rapporto, è molto simile al suo omologo russo, e, di conseguenza, questa parola è anche molto antica.

Quindi, in generale, la nostra lingua ha una lunga storia – l'origine delle parole nel loro più radicate nel proto popoli indo-ariani, e forse ancora più profondo. Tuttavia, non è ancora un discendente diretto del sanscrito, tutta la sua storia ha cambiato. Pertanto, l'origine delle parole della nostra lingua – non del tutto indoeuropee, e in parte – Asia parzialmente – francese, latino, greco e inglese.