722 Shares 9992 views

L'illuminazione della zona di lavoro in cucina. Cucina: luci LED

Cucina – una delle stanze più importanti della casa. La gente spende molto del suo tempo: facendo la cucina, mangiare, leggere il giornale con una tazza di caffè, ecc L'importanza di questa stanza è grande, quindi se è molto importante scegliere la disposizione di tutti i dettagli degli interni con particolare attenzione … Evidenziando l'area di lavoro in cucina richiede un approccio attento. Luoghi come il lavaggio, piano cottura, piano di lavoro, spesso rimangono nell'ombra. Ciò è dovuto principalmente al fatto che essi si trovano sopra la pensili, cappa, scolapiatti. Questo è ciò che porta a qualche disagio durante l'uso. La soluzione è abbastanza semplice – un belle luci a LED di lavoro zona cucina.


I tipi comuni di illuminazione

  1. Lampadario. La fonte principale di luce. Molto spesso montato sul soffitto, al centro. Il suo ruolo – più estetico che funzionale.
  2. lampade fluorescenti. Montato sul fondo dei pensili. La loro luce è morbida ma luminosa. Abbastanza bene illuminare l'intera superficie di lavoro.
  3. striscia del LED. Può essere utilizzato nei luoghi più remoti. Svolge come una funzione decorativa e pratico. La sua luce può essere classico bianco e tutti i colori dell'arcobaleno. Installazione di dimmer – come il meglio che completamente trasformato la cucina. luce del lavoro del LED è considerato essere molto conveniente e corso di design originale.
  4. Skinali – pannelli di vetro speciali, che vengono utilizzati per la decorazione grembiule da cucina. La loro caratteristica è le luci a LED incorporati. Si mette in luce in modo efficace le immagini su di loro ornamento, dando spazio originalità.
  5. Spot LED lampadine emettono una luce diffusa. Bene con l'obiettivo principale, tuttavia, può alterare il colore naturale dei prodotti.
  6. Sospese e infissi rotazione possono essere installati sia sul soffitto e attaccati ai mobili. Il loro vantaggio risiede nel fatto che essi non solo catturano l'area di lavoro, ma anche sono ideali per l'illuminazione generale.
  7. Spot sono chiaramente indirizzate luce. Installato in Cornici per mobili, armadi, strutture del soffitto. La maggior parte di questi dispositivi sono progettati per la copertura di una certa area.

La scelta di illuminazione per l'area di lavoro in cucina

Al fine di posizionare correttamente le luci, è necessario avere familiarità con alcune sfumature. La prima cosa da notare – questa disposizione livello. Come regola generale, in cucina 5 livelli:

  1. Il primo livello – un soffitto. Possono essere utilizzati come appendere lampadari o composizione diversa dai riflettori. La loro posizione deve tener conto di talune zone: una sala da pranzo e di lavoro. Per la prima opzione lampadari ideali. Essi danno armonia e comfort dello spazio cucina. E per il bene del lavoro dell'area faretti, che sono abbastanza buono per far fronte con l'illuminazione.
  2. Secondo Livello – zona superiore del pensili. Se la progettazione di mobili ha una cornice speciale, l'opzione ideale sarebbe l'installazione di punti, è anche possibile utilizzare un luci rotanti. Il loro vantaggio è la mobilità, ove necessario, tali dispositivi sono impiegati in una certa direzione. Permette alta qualità copre la parte della zona di lavoro, che è necessaria al momento.
  3. Il terzo livello – la parte inferiore del cabinet. Qui, le luci di lavoro zona in cucina possono essere variati. Questa luce LED striscia, lampade fluorescenti, faretti e altri. Di norma, guidato solo dalle preferenze personali a questo riguardo.
  4. Il quarto livello – piano di lavoro. Per questa parte dell'area di lavoro adatto solo la striscia impermeabile LED.
  5. Il quinto livello – piano. La parte inferiore della tabella è decorato nello stesso modo come il piano di lavoro.

Va notato che il nastro LED è ideale per il montaggio su tutti i livelli.

Quali sono le opzioni per l'illuminazione?

Le soluzioni più efficaci:

  • L'illuminazione generale permette di coprire completamente tutto lo spazio cucina. Questa opzione renderà la stanza più confortevole e leggero. Montare le seguenti fonti: luci puntiformi, nastri, lampadari. Si preferiscono lampade LED.
  • illuminazione locale della zona di lavoro in cucina, cioè – controsoffitto, fornisce condizioni di comfort durante un particolare processo, ad esempio, una carne, lavare piatti, lattuga da taglio, ecc E 'destinato a coprire il lavaggio, la barra, il piano di cottura …
  • illuminazione decorativa dello spazio serve come decorazione. Al fine di ottenere risultati eccellenti, più rilevanti luci di striscia a LED con colori diversi. Può essere installato sul disegno multilivello soffitto, mobili da cucina auricolare, il piano del tavolo.

Esempi cucina decorare con retroilluminazione a LED

  1. Skinali – l'opzione più comune e di successo.
  2. Struttura soffitto complessa in vari livelli con lampade LED montati incandescenza differente.
  3. La combinazione di sorgenti luminose, quali lampade, riflettori e striscia di LED.
  4. effetto ottenuto montando mobili illuminazione speciale sul fondo delle tabelle galleggiante.
  5. Vicino gli inserti di vetro e specchi in aggiunta raccomanda di installare le luci. Questo non solo abbellire lo spazio, ma anche visivamente aumentare le dimensioni.
  6. piani cucina e l'illuminazione della zona di lavoro utilizzando le lampade e strisce del LED.
  7. Un obiettivo ideale sarebbe distribuzione parallela di fonti, ad esempio, sugli armadietti di livello superiore e inferiore.
  8. Nel caso del piano in vetro possono utilizzare striscia LED di un determinato colore. In concomitanza con effetto skinali è sorprendente.

In realtà tali opzioni sono molto più uso di LED per illuminare lo spazio cucina permette un ampio uso della fantasia e sperimentare.

Come sono i LED? Il loro lavoro

I LED sono semiconduttori, quando è collegato all'elettricità, emettono luce. A seconda della composizione chimica sta cambiando la sua luminosità e saturazione. Direttamente collegato alla rete è proibita, sarebbe provocare il surriscaldamento e il LED brucerà. Si raccomanda di utilizzare un dispositivo speciale che stabilizza la tensione della rete, – stabilizzatore. I LED sono a raggi infrarossi, ultravioletti, giallo, bianco e altri colori. Tra loro, differiscono per tipo di emissione, dimensione e numero di cristalli.

retroilluminazione a LED: la dignità

  1. risparmi energetici significativi.
  2. Resistenza ai danni meccanici.
  3. Illuminazione a LED della zona di lavoro in cucina, ha una tavolozza variegata di colori.
  4. Sicurezza ambientale.
  5. Ci sono modelli con un elevato livello di protezione contro l'umidità.
  6. Lunga durata di 15-20 anni.
  7. La luce intensa ma morbido.
  8. Prezzo abbordabile.

controsoffitti retroilluminazione

Dotare la cucina, è importante evidenziare la porzione di alta qualità di controsoffitti, in quanto è qui che è necessario fare un sacco di cose. Tuttavia, la scelta degli strumenti dovrebbe tener conto della specificità della sua posizione. Il piano del tavolo è costantemente sotto l'influenza di acqua, grasso, fuliggine e altra sporcizia. È quindi molto importante scegliere la striscia LED con caratteristiche tecniche specifiche. Ci sono modelli che hanno uno speciale strato, era lui che protegge la lampada da umidità, il vapore e l'inquinamento.

Ci sono diversi tipi di montaggio di una retroilluminazione a LED. I più comuni:

  • Allegato avviene tramite LED-profilo, è abbastanza leggero, come alluminio. garantisce anche la sicurezza completa, fili di buona nascondigli.
  • Bonding. Recentemente, forte domanda ha cominciato a usare striscia a LED autoadesiva. La loro installazione è abbastanza semplice, ma la qualità che non concedere ai soliti modelli. Tuttavia, il vantaggio è evidente: nei luoghi in cui non è possibile installare il profilo, serrature nastro adesivo semplice.
  • Installazione di apparecchi a LED. Come regola generale, essi sono posti agli angoli della controsoffitti. Sono piccoli, in modo da poterli installare senza alcuno sforzo aggiuntivo. Un filo nascosto usando LED profilo.

consulenza professionale

Per LED si illumina l'area di lavoro in cucina, potrebbe avere molto tempo per compiacere i proprietari, durante l'installazione è necessario seguire queste regole:

  1. alimentatore e il nastro devono essere uguali.
  2. Contattare meglio collegare il saldatore.
  3. Taglio del nastro è consentito solo in un luogo con i contatti firmati "+/-".
  4. Per il controllo della luminosità è consigliato installare un dimmer.
  5. Quando si collegano i contatti nastro devono essere completamente isolate, cioè, non è venuto a contatto con l'altro.

Evidenziando l'area di lavoro in cucina: il nastro di installazione

  1. dimensioni di rimozione avviene con un nastro.
  2. Sul nastro viene tagliato alla lunghezza desiderata di 1-1,5 cm margine per prendere contatti.
  3. Prima di incollare deve essere sgrassare completamente la superficie.
  4. Saldato ai terminali dei segmenti di cavo, quindi collegare con l'alimentazione.
  5. È necessario installare il profilo e una scatola speciale, che sarà nascosto altri fili.
  6. Impostare l'interruttore e collegato alla striscia di LED.

Efficienza, la flessibilità e la durata di questa illuminazione porta sua posizione di leader. Tuttavia, un punto debole nel suo, anche, hanno – l'alimentazione elettrica. Va notato che è molto spesso non riesce, quindi è necessario installare in un luogo in cui sarà semplicemente sostituito con uno nuovo o di riparazione.