796 Shares 4056 views

Icona del Salvatore – risparmio di un'antica reliquia

Nel nord-est della Siria moderna, tra il Tigri e l'Eufrate, a partire da 137 aC da 242 dC ci fu un piccolo stato higlighted che prima dichiarò il cristianesimo religione ufficiale dello Stato. Qui per la prima volta di cui l'icona del Salvatore.


La leggenda l'icona

Secondo numerose leggende, re Abgar osroensky V, che risiedeva nella capitale dello stato di Edessa, si ammalò di un male incurabile – la lebbra nero. Nel sogno, è stata una rivelazione che lo avrebbe aiutato solo il volto del Salvatore. Pittore di corte inviato a Cristo, non poteva catturare la sua immagine a causa della luce divina che emana da Gesù, il quale, essendo andato per incontrare suppliche del re, si lavò la faccia con l'acqua e si asciugò con un asciugamano (da pagare). immagine di luce incisa, chiamato "ubrus" o Mandylion, o un'icona del Salvatore rimase. Cioè, nella versione classica, è il volto di Cristo, eseguito sulla tela, sulla quale è stato messo ai bordi della tela, e le estremità superiori annodato.

Dopo la guarigione miracolosa di Abgar menzione di questa icona sono mancanti fino a 545 anni in cui Edessa ha preso il blocco delle forze persiane. Come spesso accade, in un momento difficile viene in aiuto la Provvidenza. Nella navata delle porte della città sono stati trovati non solo l'icona ben conservato del Salvatore, ma la sua impronta sulla parete di ceramica dello stoccaggio, o Keramidione. città blocco è stato revocato modo più meraviglioso.

Caratteristiche icona

Questa immagine miracolosa in entrambe le sue forme (effettuati sia su tela e ceramica) ha una serie di caratteristiche e le abitudini ad esso associati. Quindi, si raccomanda per i principianti come i primi pittori di icone del loro lavoro indipendente.

Icona del Salvatore – l'unico modo in cui l'aureola intorno alla testa di Gesù è la forma corretta di un circolo chiuso che si trova all'interno della croce. Tutti questi dettagli, così come il colore dei capelli del Salvatore, il contesto generale dell'icona (su più antiche icone dello sfondo era sempre pulita), portano il loro significato.

Stato ipotizzato che ha creato senza un pennello e dipinge il ritratto, che è, in sostanza, l'icona "Il Volto Santo" – una foto di Cristo, catturato il suo volto.

In Ortodossia, questa icona sempre, dal momento che l'importazione della sua lista di Costantinopoli nel 1355, ha svolto un ruolo speciale. Anche se la maggior parte delle antiche icone di questo tipo è apparso in Russia nel XI secolo, solo nella seconda metà del XIV secolo, tutto ciò che riguarda il "Volto Santo" è posizionato al livello del culto pubblico e implementato in tutto il mondo. Sotto le tempie sono costruiti, questa faccia è raffigurato sui banner di truppe russe nelle battaglie più decisive per il paese – dalla Kulikov ai campi di battaglia della Prima Guerra Mondiale. La parola "flag" è sostituita gradualmente da "flag" (da "segni"). Striscioni con l'immagine di "Salvatore" è diventato parte integrante delle vittorie russe.

Icona "Il Volto Santo" di oggi

L'arrivo dell'icona miracolosa, la cui fama si diffuse in tutta la Russia, dalla Novospassky monastero città di Vyatka nella cattedrale dell'Assunzione del Cremlino, è diventato a livello nazionale e significato. Migliaia di moscoviti e visitatori sono venuti a incontrare l'icona e la vista di essa cadde in ginocchio. cancello Frolovskaya attraverso che ha trasportato le icona sono stati chiamati Spassky. Passare attraverso di loro è stato possibile solo con il capo scoperto, in un segno del volto divino.

"Volto Santo" – un'icona, il cui valore non può essere sopravvalutata. È percepito come uno dei principali simboli dell'Ortodossia, il valore semantico è uguale alla croce e la crocifissione.

Negli ultimi anni, a volte giustamente chiamata secondo battesimo della Russia, costruito un numero senza precedenti di chiese, monasteri e templi. In apertura delle Olimpiadi di Sochi a tempo di record, fu eretta e consacrata il 5 gennaio 2014 Chiesa del Salvatore.