834 Shares 3145 views

Calcolo della potenza in circuiti elettrici

Qualsiasi apparecchio elettrico caratterizzato da diversi parametri di base, tra cui tensione, corrente e potenza. A volte la scheda di potenza e tensione specifica, la corrente in questo caso è facilmente reperibile in base alle ben note formule di Ohm (naturalmente, una serie di riserve – cos esempio, devono essere noti). È anche vero: conoscendo la corrente e tensione, è possibile eseguire il calcolo di potenza. La rete globale ha un sacco di materiale su questo argomento, ma la maggior parte di loro sono destinate per gli specialisti.


Diamo un'occhiata a ciò che si intende con il termine "energia elettrica", quali sono i suoi tipi e come fare un calcolo della potenza. Senso fisico di potenza indica la velocità di installazione (dispositivo) di conversione di potenza avviene in una o un'altra forma di lavoro utile. E 'così semplice! il termine "performance" è del tutto possibile utilizzare lo stesso per i dispositivi non elettrici.

La separazione elettrica adottato, secondo la quale v'è una potenza attiva e reattiva. La prima è direttamente convertita in lavoro utile, pertanto, è considerato un importante. L'unità è W e derivati -. Kilowatt, ecc Megawatt è indicato su elettrodomestici. Anche se questo non significa che non v'è alcuna componente reattiva. A sua volta, il secondo – un indesiderabile, in quanto la realizzazione del lavoro non prende parte, e spesi per vari tipi di perdite. Misurato "Var" (voltampere reattiva) e derivati – kilovolt-ampere reattiva ecc La quantità di componenti attive e reattive formare una potenza completa (volt-ampere VA).

Un esempio lampante dell'utente con un carico resistivo puro – un riscaldatore elettrico. Quando passa attraverso di essa una corrente elettrica è generata dal calore, e in proporzione diretta. Analogamente, atti reattivo consumatore energia – un trasformatore classico. Quando il suo lavoro negli avvolgimenti creano un campo magnetico che di per sé non è necessario (utilizzando la proprietà induzione elettromagnetica). Il nucleo magnetico è magnetizzato, si verificano perdite. In altre parole:

Q = U * I * sin Fi,

dove il peccato Fi – il seno dell'angolo tra corrente e tensione. Il suo segno dipende dalla natura dei carichi (capacitivo o induttivo).

calcolo della potenza inizia con la determinazione tipo corrente: costante o variabile, come le formule non sono universali.

Nel primo caso, una conseguenza del diritto classico di Ohm. Potenza P è il prodotto della corrente alla tensione U:

P = I * U (W = A * B).

Quando il circuito di una fonte di alimentazione viene presa in considerazione la direzione della FEM è necessario per il calcolo della impedenza di sorgente. Pertanto, il generatore o la batteria in cui la corrente fluisce da "-" a "+", dando energia al circuito di carico, invia una potenza. Se il flusso di corrente è di fronte al potenziale (ricarica della batteria) applicata, allora la sorgente fem assorbimento di potenza.

formula di calcolo di potenza per un AC (catena monofase) rappresenta il coefficiente – "fattore di potenza". Esso rappresenta il componente di potenza attiva del rapporto al totale. Ovviamente, nel caso di TAN coseno è uguale a 1 (perfetto), dal momento che nessun componente reattiva. Altrimenti, per ridurre le perdite a lato generatore di utilizzare vari giunti di dilatazione o altre soluzioni tecniche.

Così:

P = U * I * cos Fi.

Calcolo della potenza in circuiti trifase viene eseguita per ciascuna fase, ei valori risultanti vengono quindi sommati. AC potenza apparente viene calcolata come la radice quadrata della somma dei quadrati delle componenti attive e reattive. Per la generazione di dispositivi (sottostazione) è più importante conoscere esattamente piena capacità, come vengono selezionati in base a questo, tutti gli altri elementi seguono le catene. E 'ovvio che nella maggior parte dei casi è impossibile sapere in anticipo la natura del carico.