765 Shares 8022 views

Economia del mondo. Valutazione delle economie del mondo

Il rating delle economie del mondo viene compilato annualmente e spesso porta alcuni cambiamenti. Anche se i leader conoscono tutto, come si dice, "in persona", e qui senza cambiamenti per diversi anni. Questa valutazione è basata sullo studio dello sviluppo economico degli Stati. Include quasi tutti i paesi, che rende la ricerca una delle più importanti per comprendere l'immagine complessiva del mondo.


PIL come indicatore dello sviluppo economico

Se calcoli il valore complessivo di beni e servizi prodotti nel territorio di un singolo paese, otterrai un indicatore del Prodotto Interno Lordo, in altre parole PIL. Quindi, questo indicatore dà una stima del volume della produzione economica in generale. Se per esempio due paesi sono stati presi in Kazakistan e Portogallo, rispettivamente rispettivamente di 46 e 47 (203,1 e 201 miliardi di dollari), l'inaffidabilità dello sviluppo economico alla posizione dell'elenco diventerà ovvio. Il Portogallo si basa sui suoi profitti con prodotti pronti, vale a dire. Qui si svolge l'intero ciclo produttivo. La base per il Kazakistan è l'esportazione di minerali, e lo sviluppo avviene a causa di un'ampia produzione, che non può continuare per molto tempo. Anche se negli ultimi anni ci sono state prospettive di intensificazione, ma sono episodiche e praticamente non portano cambiamenti nell'immagine complessiva. Quindi, ci rivolgiamo al rating dell'economia del mondo di Top-5 dai risultati del 2015.

No. 5 – Regno Unito

Nell'ultimo anno, il brillante lavoro del Parlamento e del sistema economico del paese hanno permesso all'Inghilterra di entrare nelle Top 5, superando la Francia. Questo paese ha una lunga storia finanziaria e industriale. In questa materia, non ha uguali. La Banca centrale lavora esclusivamente, l'industria esporta prodotti chimici, prodotti leggeri e pesanti per l'esportazione, l'ingegneria svolge un ruolo enorme, tecnologie elevate. Grande importanza è svolta dal settore dei servizi e dal turismo.

Ma il ruolo principale degli indicatori appartiene al guru finanziario e al CentroBank del paese, sono quelli che perseguono una politica di stabilizzazione della sterlina che colpisce le cifre del PIL ed è 2853,4 trilioni. USD.

# 4 – Germania

Questo paese è stato e rimane il leader per molti anni. La Germania è un paese postindustriale, sulla base del quale l'industria occupa solo il 20% del PIL del paese. Basti pensare, molti credono che la base dello sviluppo sia l'ingegneria con la sua BMW, Volkswagen, Audi, Maybach, Mercedes-Benz, Porsche e altri, industria leggera e pesante. Ma, come si è rivelato, la principale è la sfera dei servizi, dell'agricoltura e dell'istruzione. La scienza ha un ruolo enorme, è il suo sviluppo che permette alla Germania di fare scoperte, nuove invenzioni, che immediatamente cedono il posto al mercato. Tutto questo, accoppiato con le abili attività finanziarie del governo del paese, dà 3413,5 trilioni. USD e fornisce il quarto passo del rating "Economie mondiali del mondo".

№3 – Giappone

La catena di isole orientali, chiamata paese del Sol Levante, ha semplicemente stupefacenti indicatori economici. Se prendiamo in considerazione il fatto che il Giappone praticamente non possiede minerali e altre risorse naturali. Per molti anni gareggia con gli USA nel campo delle alte tecnologie e delle invenzioni, e chi è il leader è una grande domanda. Non è un caso che le mostre di robotica si tengono principalmente in Giappone. Sì, e tutti sanno che se l'apparecchiatura acquistata è sigillata "prodotta in Giappone", questo dà una garanzia implicita della sua qualità, che è solo una società Sony. Grande importanza è giocato dalla mentalità del giapponese – prestazioni e responsabilità impressionanti. Lo hanno nel loro sangue! Le economie dei paesi del mondo dipendono indirettamente dal Giappone, più precisamente dalla Borsa di Tokyo, che influenza molti eventi finanziari. Tradizionalmente, questo paese fornisce automobili di alta qualità ai mercati mondiali, come Toyota, Honda, Mitsubichi, Mazda e altri, elettrodomestici, computer e altre elettroniche. Il ruolo del sistema bancario è altrettanto elevato. Tutto questo dà a Giappone un merito di bronzo meritato. Il PIL di questo paese è 4210,4 trilioni. USD.

# 2 – Cina

La RPC non è un paese post-industriale, ma è diventato tanto in sviluppo che l'economia mondiale, almeno nella maggior parte dei paesi, è diventata gelosa. PIL – 11211,9 miliardi. USD! Questa è la seconda posizione. La Cina premette con fiducia gli Stati Uniti e gli analisti prevedono che in meno di 10 anni la sua economia possa diventare la prima al mondo, davanti all'America. E non è accidentale, la crescita del PIL è del 10% all'anno, nessun stato del nostro rating può vantare di tale rating. La Cina è un leader incondizionato nell'esportazione di prodotti finiti. Possiamo affermare che i PRC vestono e vestono tutti i paesi della CSI e che lì il CIS, le merci provenienti dalle fabbriche cinesi sono abbondantemente rappresentate sui mercati dell'Europa occidentale e dell'America. Nell'industria della Cina per lungo tempo non esiste uguale, ma oltre a sviluppare tecnologie spaziali, la costruzione e l'estrazione di metalli rari utilizzati nell'elettronica, è per questo che in Cina vi è un gran numero di aziende che producono computer moderni. Si scopre che anche la nota azienda di produzione Apple situata in Cina.

№1 – Stati Uniti

I leader senza precedenti in termini di PIL per molti anni di fila sono gli Stati Uniti. Il principale vantaggio dell'America è il dollaro, agisce come valuta di riserva per più del 50% degli stati mondiali e gli Stati lo utilizzano con abilità. Ma non pensare che solo il dollaro prenda questo paese alla prima linea del rating. L'industria degli Stati Uniti, le tecnologie dell'alta tecnologia e dell'informazione, il mercato dei servizi – tutto qui si sviluppa e il dollaro sostiene questo sviluppo. L'economia del mondo dipende direttamente dallo stato degli affari negli Stati Uniti. Quindi, se le difficoltà economiche iniziano in America, si verificano in molti paesi del mondo. Ricordi almeno la "depressione" dei primi 30 anni del XX secolo. Con l'abbassamento delle quotazioni sulla borsa di New York, è iniziata una delle più potenti crisi economiche globali nella storia dell'umanità. Per quanto riguarda il PIL del leader del rating, è al livello di 18124,7 trilioni. USD e rappresenta il 30% dell'indicatore globale.

Il miracolo economico del 2016

Se dividete tutti i guadagni dello Stato per il numero di abitanti del paese, ottieni la figura del PIL pro capite e qui la valutazione è completamente diversa, in cui i leader summenzionati non entrano nemmeno nelle prime dieci. Qatar, Lussemburgo, Singapore, Brunei, Kuwait sono classificati da 1 a 5 in questa valutazione, dove l'economia è determinata. Il mondo qui intorno svolge un ruolo importante. Tre dei cinque leader prendono posizione per la loro posizione geografica favorevole sulla costa del Golfo Persico e quasi il 100% delle loro esportazioni sono idrocarburi.

Il fiasco economico del 2016

La situazione internazionale tesa porta ad una situazione economica difficile. Alcuni paesi hanno sofferto di questo più di altri, per cui l'economia ha cominciato a diminuire. A questo proposito, c'è un rating di "economie peggiori del mondo", guidato dal Venezuela, seguito da un altro stato del Sud America – il Brasile, il terzo posto è la democrazia – la Grecia, seguita dalla Russia a causa della caduta del rublo contro le valute mondiali. Chiude la top 5 Ecuador.

In sintesi, va detto che l'economia mondiale è diventata sempre più in crisi negli ultimi anni. Talvolta un'entrata intenzionale, dovuta, ad esempio, a sanzioni, si verifica talvolta per motivi naturali, che colpisce anche gli indicatori molto male, e pertanto viene valutata. Naturalmente, i calcoli possono essere pregiudiziati, innanzitutto, perché sono calcolati in dollari statunitensi e, in secondo luogo, non tengono conto della differenza dei prezzi interni e del costo dei beni materiali. In generale, possiamo dire che il rating delle economie del mondo non è altro che un rating del PIL, che non mostra lo stato reale di ogni paese e questo è il suo grande svantaggio.