334 Shares 6977 views

tappe storiche di sviluppo del genere umano

Attualmente, il percorso storico attraversato dal genere umano è diviso nei seguenti segmenti: Preistoria, Storia del mondo antico, Medioevo, Nuovo, contemporanea. Vale la pena notare che oggi tra gli scienziati, che esplorano le fasi di sviluppo umano, non v'è consenso circa la periodizzazione. Pertanto, ci sono diversi periodizzazione speciale, che riflette in parte la natura delle discipline, e il generale, vale a dire storica.


Di particolare periodizzazione maggior rilievo la scienza della archeologica, che si basa su differenze di mezzi di lavoro.

Fasi di sviluppo del genere umano dell'epoca primitiva definito da più di 1,5 milioni di anni. La base per il suo studio erano i resti di strumenti antichi, pitture rupestri e la sepoltura, che sono stati identificati durante gli scavi archeologici. Antropologia – la scienza che si occupa della restaurazione della comparsa dell'uomo primitivo. Il periodo di tempo attivo avviene origine umana, termina lo stato di apparenza.

Durante questo periodo, vi sono le seguenti fasi di sviluppo umano: anthropogeny (evoluzione, che si è conclusa circa 40 mila anni fa e ha portato alla nascita della specie Homo sapiens.) E Genesis sociale (formazione di forme sociali di vita).

Storia antica inizia il conto alla rovescia durante la nascita dei primi stati. Periodi di umanità espresse in questo periodo sono il più misterioso. Antiche civiltà hanno lasciato monumenti e complessi architettonici, campioni di arte monumentale e dipinti che sono giunti fino ai nostri giorni. Questa epoca si riferisce al IV-III millennio aC In questo momento, ci fu una scissione della società in governanti e governati, ai poveri e ricchi, c'era la schiavitù. La schiavitù ha raggiunto il suo picco nel periodo dell'antichità, quando ci fu un aumento di civiltà dell'antica Grecia e di Roma.

scienza russa e occidentale si riferisce all'inizio del Medioevo il crollo dell'Impero Romano d'Occidente, avvenuta alla fine del V secolo. Tuttavia, nel enciclopedia "Storia dell'Umanità", pubblicato dall'UNESCO, l'inizio di questa fase è considerato il momento della comparsa dell'Islam, che è apparso già nel VII secolo.

Fasi di sviluppo umano nel Medioevo sono divise in tre periodi di tempo: i primi (5 – la metà del 11 ° secolo ..), alta (metà degli anni 11 – alla fine del 14 ° secolo ..), e più tardi (14-16 secoli). In alcune fonti la civiltà del mondo antico e il Medioevo non sono differenziati all'interno della posizione teorica delle "fasi di crescita" e sono visti come una società tradizionale, che si basa su agricoltura naturale / semi-sussistenza.

Durante tempi moderni è stata la formazione della civiltà industriale e capitalistica. Stadi dello sviluppo umano in questa fase è diviso in diversi segmenti.

Primo. Prende il suo inizio, quando il mondo sta vivendo la rivoluzione per rovesciare il sistema delle caste. Il primo di questi ha avuto luogo in Inghilterra nel 1640 – 1660 anni.

Il secondo periodo inizia dopo la Rivoluzione Francese (1789-1794). In questo momento, la rapida crescita degli imperi coloniali, la divisione del lavoro a livello internazionale.

Il terzo periodo inizia nel tardo 19 ° secolo ed è caratterizzata dal rapido sviluppo della civiltà industriale, che è dovuto allo sviluppo di nuovi territori.

La storia recente e la sua periodizzazione è attualmente controverso. Tuttavia, nel suo quadro sono le seguenti fasi dello sviluppo del genere umano. Il tavolo è disponibile nei libri di testo, esso mostra che questa epoca è composto di due periodi principali. La prima ebbe inizio nel tardo 19 ° secolo e copre tutta la prima metà del 20 ° secolo – primi tempi contemporanei.

Grande crisi, maestosa la rivalità, la distruzione dei sistemi coloniali dei paesi europei, le condizioni della guerra fredda. cambiamenti qualitativi hanno avuto luogo solo nella seconda metà del 20 ° secolo, quando lo sviluppo di robot industriali e la proliferazione dei computer ha cambiato la natura del lavoro. Sono state apportate modifiche e la sfera internazionale, quando si trattava di posto cooperazione rivalità.