559 Shares 3876 views

Emorroidi esterne: trattamento a casa. Come curare le emorroidi senza intervento chirurgico

Le emorroidi vengono diagnosticate nei casi in cui le vene del retto o dell'ano sono infiammate dall'esercizio eccessivo. A seconda della posizione delle vene infiammate, distinguere tra emorroidi interne ed esterne. L'ultima diagnosi implica che i coni gonfiati dalla pelle e dai vasi sanguigni sono caduti parzialmente dall'ano.


Emorroidi esterne e interne sono malattie altrettanto gravi, quindi il trattamento dovrebbe essere avviato al più presto.

Sintomi e segni

Ci sono diversi sintomi che consentono di determinare se una persona ha emorroidi esterne. Alcuni segni della malattia appaiono solo negli ultimi stadi, altri sono osservati durante tutto il periodo dello sviluppo della malattia. Ecco alcuni dei possibili sintomi:

  • Prurito intorno all'ano;
  • Dolore nell'ano;
  • Urti presso l'ano o intorno ad esso;
  • Sangue nello sgabello.

Sanguinamento può essere visto quando si visita la toilette: l'acqua nel bagno è dipinta scarlatto o macchie rosse sono stampati sulla carta igienica. Gli urti intorno all'ano sembrano sentire dolorosi al tatto. I sintomi sopra indicati possono significare l'insorgenza e lo sviluppo di un'altra malattia, quindi, per evitare complicazioni, è consigliabile effettuare una visita al medico il più presto possibile. Se il dottore trova una normale emorroidi esterne , il trattamento a casa rischia di essere preferibile all'intervento chirurgico.

motivi

Diversi fattori diversi possono servire come impulso per l'emersione di emorroidi esterne. La causa più comune è una tensione costante durante la defecazione, che è spesso un'abitudine con costipazione cronica e sgabelli duri. La tensione muscolare interferisce con il flusso sanguigno normale nell'area rettale, con conseguente accumulo di sangue e vasodilatazione. Per lo stesso motivo, la costipazione cronica, nonché la diarrea periodica, possono causare emorroidi esterne. Inoltre, le donne in gravidanza sono a rischio, come l'utero allungato preme sulle stesse vene e impedisce anche il flusso sanguigno.

Fattori di rischio

Se i genitori del paziente in uno o l'altro periodo di vita hanno affrontato un problema che ha fatto una sensazione di come curare le emorroidi esterne, molto probabilmente, questo, probabilmente, non passerà da questa malattia, cioè l'ereditarietà svolge un ruolo importante.

Il gonfiore delle vene nell'area rettale può essere causato da altri fattori, ad esempio la gravidanza o l'invecchiamento del corpo. Le cause della malattia saranno determinate con precisione dal medico curante, ma si può dire con certezza che qualsiasi causa di stress durante la defecazione è un fattore di rischio.

diagnostica

Poiché molti dei sintomi di emorroidi esterni sono simili a quelli delle altre malattie, è necessario un esame medico approfondito per una corretta diagnosi . A disposizione del medico esistono diversi tipi di test diagnostici e studi che consentono di confermare o confutare la presenza di emorroidi esterne. Più spesso nella pratica medica vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • rettoscopia;
  • colonscopia;
  • rektosigmoidoskopiya;
  • anoscopia.

Il medico inizierà la diagnostica da un esame fisico, in cui è possibile trovare vene infiammate. Come regola, le emorroidi esterne sono quasi sempre rilevate da un semplice esame. Tali procedure come colonscopia, anoscopia, rectosigmoidoscopia o rettoscopia sono prescritti per escludere eventuali complicanze e anomalie. Se il medico sospetta la presenza di emorroidi interne, anziché esterne, può prescrivere un'anoscopia per esaminare l'ano dall'interno.

Metodi di trattamento domestico

Una diagnosi semplice può essere eseguita dal medico per determinare esattamente se avete emorroidi esterne. Il trattamento a casa, tuttavia, sta diventando sempre più preferibile della rimozione chirurgica dei coni. Infine, è impossibile sbarazzarsi del gonfiore delle vene senza intervento chirurgico, ma è possibile alleviare i sintomi da soli.

Alimentazione

Nella dieta dovrebbe includere più alimenti che contengono fibre. Se si desidera, l'effetto dei prodotti naturali può essere migliorato da integratori alimentari ad alto contenuto di questo componente. Sotto la condizione di bere abbondante, questa sostanza ammorbidisce lo sgabello e evita inutili tensioni muscolari nell'area rettale. Molte fibre si trovano in broccoli di cavolo, fagioli, grano e crusca d'avena, pane integrale, frutta fresca. Gli additivi alimentari con fibre – rimedi efficaci per le emorroidi esterne – contribuiscono a ridurre la sanguinamento caratteristico, l'infiammazione e il gonfiore dei vasi sanguigni. Essi inoltre alleviare l'irritazione che si verifica quando un piccolo cluster di sgabelli intorno ad una vena infusa è raggruppato. I pazienti femminili si lamentano spesso che un aumento della quantità di fibre nella dieta provoca gonfiore e flatulenza. La fibra dovrebbe essere aggiunta al menu gradualmente, giorno dopo giorno aumentando il tasso di consumo a 25-30 grammi al giorno. Parallelamente, si dovrebbe aumentare l'assunzione di liquidi.

esercizi

Attività fisiche moderate sono utili, ad esempio una passeggiata giornaliera con un passo veloce che dura 20-30 minuti. Contribuiscono a stimolare il funzionamento dell'intestino.

Gestione del tempo

Sentendo l'impulso di defecare, dovresti immediatamente andare alla toilette. In nessun caso non può tollerare e aspettare un tempo più adatto. Lo sgabello si accumula nell'intestino, causando una maggiore pressione sull'area rettale e aggravando la tensione muscolare. Inoltre, si consiglia di scegliere un certo tempo e ogni giorno (preferibilmente dopo aver mangiato) si siedono in bagno per diversi minuti. Questa abitudine aiuterà a sviluppare la regolarità dello svuotamento dell'intestino.

Bagni seduti

I bagni seduti sono bagni di acqua calda progettati per le natiche e le cosce. Essi riducono prurito, irritazione e spasmi dei muscoli dello sfintere. Questo è un ottimo modo per coloro che non sanno come curare le emorroidi senza intervento chirurgico. È possibile acquistare un piccolo bagno in plastica presso la farmacia e installarlo sopra il sedile o semplicemente sedersi in un bagno normale con un livello d'acqua che raggiunge solo i fianchi. Gli esperti raccomandano venti minuti di bagni sessili dopo ogni movimento di intestino e altri 2-3 volte al giorno. Dopo questa procedura è necessario asciugare lentamente l'area rettale con patting movimenti del tovagliolo – in nessun caso non può essere strofinato. È anche possibile utilizzare un asciugacapelli.

Preparati per applicazioni topiche

I rimedi anti-contro per le emorroidi esterne con un anestetico locale possono temporaneamente alleviare il dolore. Gli oli e le supposezze (candele), che includono cortisolo, non sono meno efficaci, tuttavia, il loro uso continuo dovrebbe essere ridotto a un corso di 7 giorni. Se utilizzate tali supposte per un lungo periodo o unguento, le emorroidi esterne possono diventare complicate dalla morte delle aree cutanee. Le salviette bagnate con l'estratto di nocciola della strega sono una scelta eccellente: hanno un effetto calmante e non hanno effetti collaterali indesiderati. Per ridurre il dolore e l'infiammazione, un piccolo pacchetto di ghiaccio aiuterà: dovrebbe essere applicato all'ancoro per diversi minuti. Infine, è meglio sedersi su un cuscino che su una superficie dura: la morbidezza aiuta a combattere l'infiammazione delle emorroidi esistenti e impedisce l'apparizione di nuovi coni.

Quando le emorroidi esterne sono diagnosticate, i supposte e le pomate sono spesso combinati con l'uso di farmaci che ammorbidiscono lo sgabello. Anche se questi farmaci sono efficaci nel trattamento della stitichezza, non devono essere portati via: uno sgabello sciolto può causare un deterioramento dell'infiammazione e dell'infezione del retto.

thrombosing

Quando sviluppano emorroidi trombose esterne, il dolore può sembrare insopportabile. Se il coagulo di sangue è nel vaso per più di due giorni, è necessario utilizzare rimedi domestici per alleviare i sintomi e attendere che si risolva. Se il thrombus è formato di recente, è possibile contattare un chirurgo per rimuovere emorroidi o trombi direttamente.

È interessante.

Come curare le emorroidi senza intervento chirurgico? I medici non danno tali raccomandazioni, ma nei forum sulla salute e la lotta contro le emorroidi esterne si possono trovare interessanti informazioni. Molte persone riportano l'alta efficacia di una crema per il bambino normale per un pannolino, applicata a coni infiammati di emorroidi. Devi solo assicurarsi che la crema nella crema contro le eruzioni cutanee sulla pelle del bambino contiene una sostanza importante – ossido di zinco. Gli appassionati hanno messo la crema sulla zona anusa 1-2 volte al giorno.

Medicina alternativa

Se il paziente è diagnosticato con emorroidi esterne, i rimedi popolari non aiuteranno a curare la malattia. Tuttavia, possono essere usati per alleviare i sintomi. Così, l'estratto di nocciola della strega viene utilizzato sotto forma di liquido distillato, unguento, compresso o salviette bagnate. La magia della strega è un emostatico naturale che aiuta non solo a ridurre l'emorragia, ma anche a ridurre la sindrome del dolore, prurito e accompagnamento del processo infiammatorio.

L'ago Pontian è una pianta utilizzata fin dai tempi antichi per il trattamento di emorroidi e vene varicose. Purtroppo, la sua efficacia non è stata dimostrata fino ad oggi: è stato condotto uno studio unico in cui hanno partecipato 124 pazienti con diagnosi di emorroidi. Secondo i risultati dell'indagine, il 75% dei pazienti ei loro medici curanti hanno notato l'alta efficienza dell'ago Pontic, ma sono necessari ulteriori studi per fornire risultati accurati. Attualmente, l'estratto di piante viene venduto sotto forma di capsule o di tisana con un sapore leggermente amaro. Il tè viene preparato come segue: in una tazza di acqua calda per 10-15 minuti, mettere un cucchiaino di estratto naturale. Gli aghi Pontian possono influenzare gli effetti di farmaci come l'ipertensione, gli alfa-bloccanti, i farmaci antidepressivi e alcuni altri farmaci, in modo da consultare un medico prima di utilizzare la sostanza.

L'estratto della corteccia del pino marino è una fonte di flavonoidi, catechine, proanthocyanidins e acidi fenolici con proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti. L'uso di estratto naturale durante la settimana aiuta ad alleviare i sintomi della malattia. Dal momento che le emorroidi sono spesso diagnosticate in donne che hanno dato alla luce un secondo figlio, i ricercatori americani hanno studiato l'efficacia dell'estratto della corteccia del pino marino subito dopo la seconda nascita. Secondo i risultati dello studio, è stato trovato che l'uso della sostanza entro sei mesi dopo la seconda nascita può ridurre significativamente l'intensità della manifestazione dei sintomi della malattia.

Altri strumenti utili

Se il paziente soffre di emorroidi esterne, il trattamento a casa può essere eseguito utilizzando i seguenti mezzi:

  • Olio di vaselina;
  • Olio di cocco;
  • Vitamina E;
  • camomilla;
  • calendula.

Camomilla e calendula vengono utilizzati topicamente sotto forma di compresse o unguenti.

stress

A volte la causa della malattia (così come la costipazione cronica) è lo stress. In questo caso, dovresti pensare a praticare lo yoga, il qigong e la meditazione.

prevenzione

Per non iniziare emorroidi esterne, si consiglia di combinare con le misure preventive il trattamento a casa. Innanzitutto, è necessario ridurre al minimo la tensione durante lo svuotamento dell'intestino. Con costipazione cronica, è possibile prendere softeners morbidi o includere nel menu più prodotti di origine vegetale con un elevato contenuto di fibre. Dal momento che le emorroidi nelle donne si verificano più spesso durante la gravidanza e dopo il parto, per il sollievo temporaneo della defecazione è meglio utilizzare preparazioni farmaceutiche che ammorbidiscono lo sgabello. Nel tempo, l'intestino funzionerà. Se nessuna delle suddette operazioni non aiuta, consultare un medico qualificato.