855 Shares 9438 views

Solzenicyn, "Un giorno nella Ivana Denisovicha." Analisi, una sintesi dei personaggi principali

La storia di Solzhenitsyn "Un giorno nella Ivana Denisovicha" è stata creata nel 1959. L'autore ha scritto in tra il lavoro sul romanzo "The First Circle". In soli 40 giorni, la Solzhenitsyn "Un giorno Ivana Denisovicha." L'analisi di questo lavoro – il tema di questo articolo.


opere a tema

lettori di storia hanno familiarità con la vita nella zona del campo del contadino russo. Tuttavia, il prodotto soggetto non si limita alla vita del campo. Oltre alla sopravvivenza dei dettagli nella zona, "One Day …" contiene dettagli della vita nel villaggio, descritto attraverso il prisma della coscienza del protagonista. Nella storia di Torino, caposquadra, – la prova delle conseguenze che ha portato alla collettivizzazione nel paese. Nei vari dibattiti, che sono gli intellettuali campo interconnesse hanno discusso vari fenomeni di arte sovietica (prima teatrale di Yu Zavadsky, il film "Ivan il Terribile" Eisenstein). In connessione con la sorte dei suoi compagni nel campo Shukhov citato molti dettagli della storia del periodo sovietico.

Il tema del destino della Russia è il tema principale della creatività di uno scrittore come Solzhenitsyn. "Un giorno Ivana Denisovicha", la cui analisi ci interessa, non l'eccezione. Ci sono locali, le discussioni private organicamente inscritte in questo problema generale. A questo proposito, il tema del destino dell'arte in un paese con un regime totalitario. Così, dal campo di artisti scrivere le immagini libere per i boss. L'arte di epoca sovietica, secondo Solzhenitsyn, era parte dell'apparato complessiva di oppressione. episodio Shukhov pensare a produrre colorati "tappeto" artigiani del villaggio degrado motivo arte supportato.

La trama della storia

Attualità della storia è la storia, che è stato creato da Solzenicyn ( "Un giorno nella Ivana Denisovicha"). L'analisi mostra che, anche se la base di eventi trama che dura solo un giorno, predlagernuyu la biografia dell'eroe immaginare permettono suoi ricordi. Ivan Shukhov è nato nel 1911. Ha trascorso in campagna Temgenevo loro anni prima della guerra. Nella sua famiglia – due figlie (l'unico figlio è morto giovane). Shukhov è in guerra con i suoi primi giorni. Fu ferito e poi fatto prigioniero, dove è riuscito a fuggire. Nel 1943 Shukhov è stato condannato per "alto tradimento" con false accuse. Ha servito al momento della scena d'azione di 8 anni. L'azione del prodotto avviene in Kazakhstan, campo di carcerato. Un giorno di gennaio del 1951, Solzhenitsyn ha descritto ( "Un giorno Ivana Denisovicha").

Analisi del sistema personaggi prodotto

Sebbene la maggior parte dei personaggi raffigurati dai mezzi laconiche autore, Solzhenitsyn è stato fatto ad immagine della loro espressione plastica. Stiamo assistendo individui raznotsvete, una ricchezza di tipi umani nel lavoro "Un giorno Ivana Denisovicha." eroi racconto raffigurati laconically, ma per lungo tempo rimangono nella memoria del lettore. Scrittore volte sufficiente per uno solo dei due frammenti disegni espressivi. Solzhenitsyn (foto dell'autore è mostrato di seguito) è sensibile alle specificità nazionali, professionali e sociali di classe di personaggi umani da lui creati.

Il rapporto tra i personaggi sono soggetti ad una rigida gerarchia nel campo di lavoro "Un giorno Ivana Denisovicha." Una sintesi di tutta la vita carceraria del protagonista, rappresentato in un giorno porta alla conclusione che tra le autorità del campo e detenuti – un divario insormontabile. Grande assente in questo romanzo nomi, nomi e occasionalmente pluralità di guardie e supervisori. L'individualità di questi personaggi appare solo nelle forme di violenza, così come nel grado di ferocia. Al contrario, nonostante il sistema di numerazione omogeneizzante, molti dei prigionieri nella mente del protagonista sono presenti con i nomi, e talvolta con il patronimico. Ciò suggerisce che essi hanno conservato l'individualità. Anche se questo certificato non si applica ai cosiddetti informatori, imbecilli e stoppini descritti nell'opera "Un giorno nella Ivana Denisovicha." Questi personaggi, inoltre, non hanno nomi. In generale, Solzenicyn racconta di come il sistema tenta senza successo di trasformare le persone in parti della macchina totalitaria. Particolarmente importante in questo senso, tranne che per il personaggio principale, le immagini di Torino (il caposquadra), Paul (il suo assistente), Buinovska (kavtorang), e il lettone Battista Alesa Kilgasa.

protagonista

Nel lavoro "Un giorno nella Ivana Denisovicha," l'immagine del personaggio principale è molto notevole. Solzhenitsyn ha fatto di lui un uomo ordinario, un contadino russo. Anche se ovviamente circostanze "eccezionali" sono della vita del campo, lo scrittore nel suo carattere sottolinea volutamente appariscente, un comportamento esterno "normale". Secondo il parere di Solzhenitsyn, il destino del Paese dipende dalla moralità innata e la resistenza naturale dell'uomo comune. L'importante Shukhov – indistruttibile dignità interiore. Ivan Denisovich, anche in attesa della loro solagernikam più istruiti, le abitudini contadine secolari non cambiano se stessi e non farlo cadere.

E 'molto importante nella caratterizzazione del protagonista del suo lavoro Destrezza: Shukhov è stato in grado di ottenere il suo agio spatola; a cucchiai stampo successivi, si nasconde pezzi di filo di alluminio; Ha lavorato coltello pieghevole e sapientemente accumulano esso. Inoltre, i dettagli apparentemente insignificanti dell'esistenza di questo personaggio, il suo atteggiamento, una sorta di contadina etichetta, abitudini personali – tutto questo nel contesto della storia è impostato su valori che consentono di sopravvivere nelle dure condizioni della persona umana. Shukhov, per esempio, si sveglia sempre 1,5 ore prima del divorzio. Egli stesso appartiene a quei momenti del mattino. E 'importante per l'eroe questa volta, la libertà reale anche perché si può guadagnare.

tecniche compositive "cinematografico"

Un giorno, in questo prodotto contiene umano destino coagulo di distillazione della sua vita. E 'impossibile non notare un alto grado di dettaglio: ogni fatto della storia è divisa in componenti più piccoli, la maggior parte dei quali è fornito primo piano. L'autore utilizza le "cinematografico" tecniche compositive. Egli meticolosamente, estremamente monitora con attenzione il modo in cui prima di lasciare la caserma suo personaggio indossa o mangia lo scheletro di piccoli pesci, ha ottenuto nella minestra. Un "frame" single viene assegnato nella storia anche un tale dettaglio apparentemente insignificante di gastronomico occhi di pesce, che galleggia nella zuppa. In questo si vedrà leggendo l'opera di "Un giorno nella Ivana Denisovicha." Il contenuto dei capitoli di questa storia una lettura attenta consente di trovare molti esempi.

Il concetto di "tempo"

E 'importante che il testo funziona con l'altro più vicini, a volte diventando quasi sinonimo di concetti come il "giorno" e "vita". Tale convergenza è effettuata dall'autore attraverso il concetto di "tempo" nella narrazione universale. Termine – si tratta di una punizione inflitta un prigioniero e allo stesso tempo le regole interne della vita in prigione. Inoltre, cosa più importante, è un sinonimo del destino umano e un ricordo di queste ultime, il periodo più importante della sua vita. designazione temporanea guadagno in tal modo nelle profonde sfumature morali e psicologiche prodotto.

scena

La scena è anche molto significativo. prigionieri ostili di Space Camp, particolarmente pericoloso sono le aree esposte della zona. Prigionieri in fretta di attraversare il prima possibile tra le camere. Hanno paura di essere catturati in questo luogo, sotto la protezione di una fretta di frusta caserma. A differenza di coloro che amano la distanza e distesa degli eroi della letteratura russa, Shukhov e altri prigionieri sognano di un riparo affollato. Per loro, il rifugio è a casa.

Quello che mi ha un giorno Ivana Denisovicha?

Caratteristiche condotti Shukhov un giorno è dato direttamente dall'autore nel lavoro. Solzhenitsyn ha dimostrato che questo giorno nella vita del protagonista è stato un successo. Pensando a questo proposito, l'autore osserva che l'eroe non ha messo in isolamento, non a calci il Sotsmistechko brigata, ha zakosil porridge per il pranzo, il caposquadra ha chiuso bene protsentovku. Shukhov messo divertimento muro, non salire a Shmona con un seghetto, sera guadagnare Cesare e ha comprato un po 'di tabacco. Il protagonista si ammalò. Passato giorno non legato, "quasi felice". Questo è un lavoro in "Un giorno Ivana Denisovicha" una sintesi dei suoi eventi principali. Le parole finali del suono dell'autore come calma epico. Egli dice che in questi giorni è stato nel tempo Shukhov 3653 – 3 giorni in più per fare un'offerta a causa degli anni bisestili.

Solzhenitsyn ha evitato di schermi aperti di emozioni e parole grosse: bella, e che il lettore ogni senso della appropriata. Ed è garantito formazione armonica della storia circa la forza umana e la potenza della vita.

conclusione

Così, nella sua opera "Un giorno Ivana Denisovicha" questioni sono state sollevate di grande attualità al momento. Solzhenitsyn riproduce le caratteristiche principali dell'epoca in cui il disagio e tormento incredibile era destinato persone. La storia di questo fenomeno non inizia nel 1937, ha segnato le prime violazioni del partito e la vita dello stato, ma molto prima, fin dall'inizio dell'esistenza in Russia regime totalitario. Nel prodotto così coagulo presentato sorti molti cittadini sovietici che sono stati costretti a pagare il prezzo per anni di tormento, umiliazioni, i campi per il servizio dedicato e onesto. Autore del romanzo "Un giorno nella Ivana Denisovicha" sollevato questi problemi per il lettore a pensare alla natura dei fenomeni osservati nella società, e ha fatto per se stessi alcuna conclusione. Writer non moralizzare, non chiamare per qualcosa, descrive solo la realtà. Opera si vince solo.