265 Shares 9791 views

"Ci sono persone – c'è un problema, non c'è uomo – nessun problema" … Chi ha detto e le dichiarazioni di valore

Modo di dire, frasi fatte, modi di dire – tutto questo avviene nella nostra vita in tutto il mondo. Sono pieni di essa, piena di esso nei film e alla radio, televisione, letteratura.


Interessante da risolvere è che ha detto: "Nessun uomo – non è un problema". Queste parole sono spesso messi in bocca degli empi, eroi molte serie criminale del noto canale televisivo.

esposizione

Se facciamo un piccolo sondaggio tra la popolazione lettura del nostro paese, molti vi diranno che l'espressione popolare per la prima volta ha volato dalle labbra di "leader del popolo" – un compagno Iosifa Vissarionovicha Stalina (Dzugasvili). Dalla storia dell'Unione Sovietica è noto che questo uomo era una persona crudele, capace di misure più estreme contro i "nemici del popolo".

Chi erano, questi "nemici del popolo"? Secondo gli storici, il capo spesso sospettata persone in complotti e tradimenti. Questo tipo di incredulità si è allarmante in sé. Probabilmente, la persona ha sviluppato un complesso di persecuzione – uno dei disturbi mentali. I suoi colleghi ha osservato che il capo del paese ha avuto uno sguardo duro, la sua energia repressa, era sospetto e mantenuto il suo entourage nella paura.

Ma essere "in carica" del potere, Stalin poteva permettersi qualunque azione, esortandoli nel quadro di opportunità politica. Per chiarire la questione di chi ha detto: "Nessun uomo – non è un problema", è realistico supporre che questa espressione appartiene Iosifu Stalinu.

Significato dichiarazioni

E 'importante capire il significato di tale dichiarazioni "audaci", come una persona potrebbe mai dire una cosa del genere.

Ma in realtà, in quei giorni la morte risolve tutti i problemi; nessuno – nessun problema. imbuti neri all'ingresso agli anni di repressione ha causato il terrore tra la popolazione. Gli arresti, campo, "nemici del popolo" – i simboli cupi degli anni '30 e '40 per l'Unione Sovietica. Gli storici chiamano le fasi di repressione "onde". Gli arresti sono avvenuti come per magia, il mago schizofrenico.

Stalin immaginato nemici ovunque: nell'esercito (i generali di talento sono stati girati), in medicina (il famoso "caso dei medici"). Inoltre, tra la gente comune – operai, contadini e intellettuali sono stati un numero sufficiente di "traditori del potere sovietico." In realtà, eliminando la gente, "leader dei popoli" e ha eliminato il problema come pensava.

Sparatorie e gli accampamenti hanno diffuso così tanto che nessuno sarà sorpreso. Un pene detentive sono impressionanti – una media di 25 anni. Non c'era alcun dubbio di una libertà di parola. Ma la cosa peggiore che è stata incoraggiata come una coscienza civica: la denuncia e la calunnia. Ogni potrebbe scrivere una denuncia di un altro vicino di casa – un vicino di casa. C'era un clima di diffidenza e di sospetto. La cosa strana è che in questa triste realtà le persone in qualche modo è riuscito a vivere, di amare, di costruire una famiglia e crescere dei figli.

Allora, chi l'ha detto?

Tutto quanto sopra caratterizza compagno Dzugasvili come un tiranno, un despota, uomo non del tutto adeguata, dal destino consegnato alla carica di leader. Che Joseph Stalin è stata letteralmente distrutta fisicamente il suo popolo, dice una elevata probabilità di sua paternità delle espressioni alati.

Allora, che ha detto: "Nessun uomo – non è un problema"? Cerchiamo di essere onesti, "leader del popolo" riusciva a pronunciare, era nel suo modo. Come nessun altro ha oserebbe dire queste cose impunemente, sulla base di fatti storici. Questo non è vero, come nessuno poteva provarlo.

Pescatori. bambini del Arbat

Non importa quanto crudele, "Stalin", allo stesso tempo, egli era attento e furbo come un politico. Apertamente dichiarare di non pensare a loro intenzioni omicide corrette. Ma c'è una soluzione all'enigma, che appartiene alla dichiarazione "Ci sono persone – c'è un problema, non c'è uomo – non c'è problema".

Lo scrittore sovietico noto Anatoliy Naumovich Rybakov ha creato un romanzo "I bambini del Arbat", che è stato pubblicato nel 1987. Con "mano leggera" frase scrittore cattura è stato messo in bocca del leader. E 'in questo lavoro, Stalin disse: "La morte risolve tutti i problemi non è un uomo, e senza problemi.". Nel lavoro è stata una sparatoria nella città di Tsaritsyn (1918) gli esperti militari.

Famosa espressione è così in linea con il molto Dzugasvili, che il lettore non è il minimo dubbio circa l'autenticità del momento storico. Anche se tutto questo fatto è romanzo di fantascienza autore – Rybakov.

il riconoscimento del copyright

Rybakov si chiedeva perché l'espressione popolare è attribuito Iosifu Stalinu. Ha richiamato l'attenzione sulla popolarità di questa frase, questo fatto anche un po 'deluso l'autore. Come pure, perché è i pescatori venire con un espressione popolare! E in una delle sua conversazione con il giornalista Valery Lebedevym Anatoliy Naumovich riconosciuto scrivendoli alla frase "Nessun uomo – nessun problema" nel romanzo "Figli della Arbat". Prima ha provato a chiedere il giornalista dove si dice Stalin, anno in cui, in alcuni dei suoi discorsi? Le risposte a queste domande non si trovano.

Se lo slogan lasciato al popolo, che fa onore all'autore! Più tardi, nel 1997, Rybakov ha ammesso "Romanée-memoria" che dire "Nessun uomo – non è un problema", se ne uscì con in proprio. E lo ha fatto Anatoliy Naumovich perché si ritiene il suo carattere. Si sentiva intuitivamente come leader di pensiero potrebbe costruire e che tipo di discorso che ha caratterizzato. Storicamente, lo scrittore non si sbagliava. frase Cruel preso piede ed è diventato una sorta di simbolo della "invernale stalinista".

La popolarità del romanzo

Rybakov romanzo "I bambini del Arbat" ha causato un furore ed è diventato molto popolare. E 'la storia del lavoro ed è responsabile per noi sulla questione di chi ha detto: "Nessun uomo – non è un problema". Inoltre, il romanzo spiega il significato di questa espressione popolare. Ha suscitato grande scalpore nella stampa e trasformato le menti dei loro lettori. In questi anni, molti eventi storici sottoposti a reinterpretazione.

Il romanzo racconta la storia delle vite difficili di persone che sono nati e vzroslevshih negli anni '30. Esso rivela la verità sul regime totalitario di Stalin. Nel lavoro l'autore cerca di capire come questa terribile macchina ha lavorato, ognuno dei quali egli indica gli esempi di vite umane. Meccanismo per risolvere i "problemi" politici è stato lanciato il regime di Stalin e distrutto la gente letteralmente in senso fisico.

Copertina Time

La rivista Time ha messo i tempi di immagini diverse, "il compagno Stalin" in copertina. Doppio ritratto del leader è stata posta sulla copertina come "Person of the Year". Gli oppositori del "culto della personalità" hanno più volte scritto circa l'esistenza di una di esse, in cui Stalin è stata presumibilmente spettacoli e dichiarazione famoso è stato scritto: "Nessun uomo – non è un problema" Non si trattava di collettivizzazione. Questo è accaduto nel febbraio 1993. Questa copertura solo agito come prova di appartenenza ad frasi Stalin.

In realtà, questa copertura non esiste. La sua immagine che cammina su Internet – il solito falso. È inoltre possibile trovare una vera e propria rivista Time immagine di copertina (release il 6 febbraio, 1933).

E ciò che è stato creato un falso? Questa domanda è una risposta univoca. Penso: gli oppositori di Stalin con tanto zelo hanno voluto attribuire a lui il famoso aforisma che hanno compiuto questo passo. Si dice, è la vera fonte a cui si può sempre fare riferimento a confermare la verità di accessori frasi di Iosifu Vissarionovichu Stalinu.

Si deve concludere che è il momento di smettere di litigare su cui parole: "Nessun uomo – non è un problema". La cosa principale è che il valore di questa espressione in modo chiaro, il suo significato è chiaro a qualsiasi persona.