714 Shares 7139 views

Moneta nazionale in Italia

Qual è la moneta in Italia? Rispondi a questa domanda è molto semplice, perché il paese appartiene all'Unione europea, rispettivamente, gli italiani usano l'euro. Ma non è stato sempre. Chi è la moneta nazionale in Italia? Si parla di questo in modo più dettagliato.


La moneta ufficiale di Italia

La moneta ufficiale è i paesi dell'euro. Tuttavia, questo non è sorprendente, perché l'Italia fa parte della UE. I cambiamenti hanno avuto luogo nel gennaio 2002. L'Italia, come tutti gli altri paesi della zona euro, stampare la propria moneta. Si differenzia da solo gli altri un numero di serie. Sull'euro italiana S. lettera deve stare Così, la valuta monetaria d'Italia ha le proprie caratteristiche in confronto con altri paesi dell'UE.

Caratteristiche dell'euro "italiano"

Come la moneta d'Italia sembra? Note di carta differiscono da altri paesi l'euro solo dalla loro numero di serie. In tutti gli altri aspetti, hanno lo stesso aspetto come in tutta l'Unione europea. Le banconote sono classificati da 5 a 500 monete in euro e – da 5 a 50 centesimi, e 1 e 2 euro.

Se parliamo di monete, parte frontale non è diverso da quelli utilizzati in altri paesi della zona euro. Tuttavia, il rovescio della medaglia di un design distintivo, che vanta l'unica moneta d'Italia. Sul retro immagine Coliseum sono posti, un frammento del celebre dipinto dell'artista italiano "Nascita di Venere" del Botticelli, "umana armoniosa" di Leonardo da Vinci.

L'emergere della lira italiana

Fino a quel momento, quando il paese ha avuto una nuova valuta – l'euro, la moneta di Italia, ci fu un altro. Lear è stato introdotto nel lontano anno 780 come risultato di riforme Karla Velikogo. Poi la valuta del paese erano monete romane – solidus d'oro, che è stato sostituito da Caroline denaro, che è stato utilizzato per la produzione di argento. Ma dove la lira? E 'stato introdotto come unità di conteggio con il dinarius solido e pari 240 20 Solid. E 'importante chiarire che la lira era solo un concetto, piuttosto che una vera e propria moneta. La parola stessa deriva dalla parola latina libbra (410 grammi).

Lira Italia unita

La storia della lira come moneta reale è già iniziata nel XIX secolo (1861), quando l'Italia era unita. La valuta del paese molte volte che attraversano momenti difficili. E 'svalutato più volte, soprattutto nei tempi turbolenti di guerre mondiali.

Una lira era 100 chentazimo, ma tali denominazioni di denaro difficilmente prodotto. La seconda guerra mondiale è stata la ragione che c'era un altro calo della lira. A causa di iperinflazione cessato di usare banconote con valore nominale è stato inferiore a 1.000 sterline. Divenne ben presto un taglio di banconote minimo di 2000 lire. Inoltre, una moneta, un valore nominale massimo di pari a 100.000 lire. Ma non solo erano la causa della caduta del tasso di cambio o la cessazione dello scambio della moneta d'oro. Nel 1986, le autorità hanno condotto una denominazione. Mentre il tasso era di 1000 vecchie lire 1 Nuovo.

Come già accennato, l'euro è giunto nel paese nel 2002. Ma anche durante tutto l'anno, entrambe le valute sono stati utilizzati simultaneamente. Ma anche dopo la lira completamente cessato di esistere come moneta nazionale del paese, può essere scambiato in qualsiasi banca nazionale. Questa situazione si è protratta per i prossimi dieci anni (fino a 2013th). Per tutto questo tempo il tasso di cambio è stato fissato a 1936,27 lire per 1 euro.

Caratteristiche della lira italiana

Sembrava che la vecchia valuta in Italia? Nel 1861, le autorità hanno preso la decisione di riconoscere una lira moneta nazionale. Allo stesso tempo, ha cominciato a coniare dei metalli come l'oro (10 e 20 TRY) e argento (1, 2, 5 lire). In parallelo, abbiamo cominciato a menta piccole monete – chentizimo. A tale scopo, metalli come il rame e l'argento. Ma un anno dopo, le autorità cambiato la loro decisione iniziale. Lyra avrebbe dovuto produrre solo l'oro. Allo stesso tempo chentizimo continua produzione, ma utilizzati per questo metalli nobili – leghe di rame e nichel.

Dopo la prima guerra mondiale, la situazione è cambiata di nuovo. Lyra piccoli tagli, si è deciso di menta un nichel, e in altri venti anni per questo di utilizzare acciaio inossidabile. Dopo il 1945, le monete coniate da 1 fino a 1000 chili. Chentizimo in questo momento non è più essere utilizzato perché non ha valore per l'elevata inflazione. Tuttavia, nel commercio, non sono praticamente utilizzati. Queste monete hanno valore solo numismatists e collezionisti.

Per quanto riguarda le banconote, il loro aspetto era tipica per l'Italia. Sul retro di ognuno dei personaggi che è stata rappresentata in Italia.

Quello che dovete sapere il turista

Andando a viaggiare per il paese, è meglio prendere euro o assegni bancari. Inoltre, nella maggior parte istituzioni possono utilizzare carte di credito. cambio Rublo russo sarà molto difficile in Italia. Tra l'altro, in una certa misura questo è vero per il dollaro USA. Naturalmente, uffici di cambio, che accettano di dollari, molto di più rispetto a quelli che possono essere scambiati per rubli, ma il denaro degli Stati Uniti è presa con grande riluttanza.

È possibile scambiare i soldi in una qualsiasi delle banche del paese, l'unico inconveniente – è che essi funzionano solo fino a 16 ore. Il paese ha un gran numero di punti di scambio, tra cui l'aeroporto e gli alberghi, ma il tasso di cambio è spesso sfavorevole. Inoltre, si dovrà pagare per il servizio in sé la condivisione. Il più delle volte si tratta di una certa percentuale della somma che si sta andando per il commercio.

Va ricordato che negli uffici di cambio situati nelle stazioni ferroviarie o negli aeroporti, tale percentuale può raggiungere il livello di 10. Alcuni scambiatori offrono di pagare un importo fisso. Se si dispone di scambiare un piuttosto grande quantità, può essere più vantaggioso. E 'anche importante sapere che in Italia ci sono restrizioni sulla quantità a cui si desidera scambiare. Il valore massimo di – 500 $.

In Italia è molto comune il pagamento con carta di credito. Imparare questo utilizzando annunci speciali che pendono i proprietari a loro stabilimenti. In aggiunta, ci sono bancomat che funzionano con valuta straniera. Ma abbiamo bisogno di sapere qual è la percentuale della commissione in questo caso sarà abbastanza alto. Gli italiani preferiscono lavorare con una carta di credito per diversi motivi.

In primo luogo, le persone credono che questo metodo di pagamento è più semplice e pratico. E in secondo luogo, nel paese è vietato pagare in contanti se l'importo di acquisto supera i 12 000 euro. Per questo si può incorrere in responsabilità penale. Pertanto, qualsiasi quantità che supera il suddetto occorre effettuato tramite assegno o direttamente attraverso la banca.

invece di una conclusione

Ora si conosce la risposta a una domanda su cosa la moneta nazionale in Italia. Se ancora in dubbio, che è il valore più alto, allora è senza dubbio l'euro. Pertanto, al fine di evitare inutili problemi, è meglio portare nel paese è la valuta.