129 Shares 2729 views

Qual è la situazione nel settore petrolifero russo? Realtà e prospettive

gara Petrolio continua, ed in cui ciascuno dei partecipanti agire sulla base dei propri interessi. Timido tentativo di ottenere vincoli di approvvigionamento coerenti, lanciati a Doha, fallito, principalmente a causa della rinuncia Arabia Saudita, a sua volta, che è accaduto in una situazione disperata. Il prezzo del petrolio sta lentamente aumentando, riempiendo così il bilancio della Federazione russa, già pronti a grossi problemi secondo le previsioni più pessimistiche. Cosa aspettarsi dopo? Oggi si sente l'industria mineraria, che ha un'importanza strategica per l'economia nazionale? Questo può essere giudicato solo sulle conclusioni di esperti qualificati – molti dei dati per ovvi motivi non sono stati divulgati.


La situazione in America

US industria di produzione di petrolio dei prezzi bassi sta vivendo gravi difficoltà. Calo dei prezzi mondiali ha portato ad una diminuzione della redditività con tutte le conseguenze di tutte le regole dell'economia. pescatori americani stessi si sono dipinte in una trappola, la creazione di un eccesso di offerta disastroso. Ad un costo di $ 46 a barile nel virtualmente è "tagliato fuori" dal sotto-settore di mercato degli scisti bituminosi, la tecnologia sta diventando inutile, tuttavia, ha anche qualche vantaggio per la riattivazione miniera richiede meno tempo rispetto al metodo classico. La produzione di petrolio negli Stati Uniti ha raggiunto un picco record nel mese di giugno 2015, poi un giorno dalle viscere sono stati recuperati 9,6 milioni di euro. Barili. Ora, questa cifra è scesa a 8,8 milioni di euro. E continua a diminuire. L'industria sta vivendo grandi difficoltà a ripagare i prestiti contratti in base ai profitti elevati, che non hanno oggi.

La situazione nel OPEC

Cartello che unisce i paesi del Medio Oriente produttori di petrolio, allo stato attuale ha dimostrato la sua bassa efficienza. In altre parole, quello che è, che non è – non c'è alcuna differenza. La principale forza motrice, l'organizzazione della locomotiva, l'Arabia Saudita, si comporta come se non OPEC non esiste, ma l'ostacolo principale era la posizione dell'Iran per aumentare ulteriormente la produzione. E 'chiaro, paese, naterpevshis dalle sanzioni prolungati, vuole compensare il mancato guadagno per molti decenni, inoltre, come Quote Recente anche ulteriori importi non devono essere troppo impatto sul mercato.

Arabia scarico determina in larga misura l'andamento, inibisce la crescita dei prezzi, che finora non è ancora soddisfatto della El-Riyadh, che è necessario per citazione era almeno un centinaio, o di bilancio non può essere ridotto. La volontà dichiarata di aumentare la produzione, mentre anche avuto un impatto significativo non. Tehran nel mese di aprile è venuto sulle spedizioni dosanktsionny. Nel complesso, conservato lo squilibrio a favore della proposta sul mercato mondiale, ma a poco a poco livellato. La domanda è in crescita, e ha raggiunto un massimo di cinque anni, che è anche sotto la normale mercato esistente, una risorsa a basso costo si consuma più velocemente di quanto la strada, e gli atti di meccanismo di auto-regolazione, e il prezzo aumenta gradualmente.

Russo "Greenfield"

Attualmente, a causa della produzione di petrolio attiva negli Stati Uniti e l'OPEC fornitura è aumentato di 1,25 milioni di euro. Barili, ma entro la fine del 2017, uno squilibrio si prevede un calo a 0,14 milioni di euro. Barili. A questo proposito, la posizione della Russia è interessante. Secondo gli esperti VYGON Consulting, la produzione interna di petrolio è in rapida crescita, e entro il prossimo anno il suo volume raggiungerà 565 milioni. Di barili al giorno, che corrisponde a un record, anche in epoca sovietica nel 1987. Per riferimento, nell'anno in corso, la cifra è di 545 milioni di euro Le principali fonti di approvvigionamento di materie prime ha cominciato a guadagnare i cosiddetti Greenfields (greenfields), vale a dire, i campi appena commissionati .. Ciò è dovuto ai benefici fiscali previsti dallo stato nella fase iniziale della produzione. La quota di "campi verdi" è un terzo del totale. In caso di raggiungimento di un accordo a Doha, questi depositi non potevano ancora messo in funzione. Proprio ora sono presentati da diciassette nuovi progetti, che permette di aumentare la produzione di 16,5 milioni. Tonnellate l'anno in corso e per 17 milioni. Tonnellate nella prossima.

Il calo nella raffinazione

Il fatto che verranno esportati i volumi aggiuntivi di greggio, nessuno dubita. Secondo il capo VYGON Consulting G. Vygon, Ministero dello Sviluppo Economico prevede la probabile riduzione dell'offerta sul mercato mondiale del 2,4% (a 236 milioni di euro. Le tonnellate) non è corretto in termini di crescita della produzione e un calo dei consumi nazionali di prodotti di cracking. Le vendite di benzina di vari gradi e gasolio cresciute 15 anni, ma sono diminuite del 2,3% nel 2015. Quindi, non v'è ragione di aspettarsi di non ridurre, e nella crescita delle esportazioni a 13 milioni. Di tonnellate quest'anno, dal punto di vista della politica monetaria riempire bene il bilancio. La ragione di questo è ovvio, i russi hanno cominciato a utilizzare meno l'automobile e comprare una macchina (che, ovviamente, è male). Ad esempio, nel 2008 la popolazione ha acquistato 3 milioni di macchine, ancor più che in Germania, come in passato, 2015 metri, solo 1,2 milioni. Di conseguenza, il carburante e la gente ha acquistato meno.

L'impatto della situazione sul prezzo della benzina nel paese

Per l'esportazione non solo l'olio in eccesso, e del prodotto. In questo e il prossimo anno ulteriori capacità per la produzione di benzina sarà messo in funzione, e il surplus destinato al mercato estero. Il suo volume raggiungerà ad una stima 9,1 milioni. Tonnellate, che è una tendenza positiva, come il valore aggiunto è molto maggiore in questo caso rispetto al commercio di materie prime. Tuttavia, si aspettano una diminuzione del prezzo di vendita degli automobilisti russi, purtroppo, non è necessario, se un litro di 92-esimo nel 2014 è costato una media di 31 rubli. 40 copechi, mentre nel primo trimestre di quest'anno -. 34 rubli. 10 copechi. Per capire il motivo di tale comportamento della benzina dovrebbe approfondire le caratteristiche del suo prezzo, da che influenzano notevolmente l'accisa (nel 2015 è stato ridotto), le citazioni del petrolio e la svalutazione (nello stesso 2015 "ha aggiunto 6 rubli. 80 copechi. Per litro ), per lo stesso combustibile può essere venduto per i dollari o euro.

Altri fattori influenzano la sgradevole

L'equilibrio tra domanda e offerta è a poco a poco in linea con il petrolio al mondo, nonostante l ' "attacco" iraniana e dumping saudita. agendo frenano la sovrasaturazione mercato nella direzione opposta, purtroppo, spesso molto sgradevole e persino tragiche. In Iraq, i terroristi hanno fatto saltare un oleodotto, allora la stessa cosa è successa in Colombia, Kuwait pescatori sciopero in Canada, gli incendi boschivi si è verificato proprio lì, dove v'è una cattura. Tutto questo ha ridotto l'offerta.

Cos'altro influenza l'equilibrio?

La domanda è aumentata, la sua crescita è stato pari a 1,4 mln. Di barili al giorno, e il volume totale ha raggiunto 95,9 milioni. Bbl., E tutto nel primo trimestre di quest'anno. I principali acquirenti sono stati la Cina, l'India e la Russia. Tale elevato consumo è stato inaspettato per il mercato. Allo stesso tempo, l'Arabia Saudita non ha adempiuto la sua minaccia, il suo volume di produzione giornaliera è stata di 10, 2 milioni di euro. Barili. Come ben educati e il resto dell'OPEC, tranne l'Iran, naturalmente. Proprio non capisco perché a Doha così riposati. Ma la conseguenza più importante della riduzione del prezzo – questo è il calo della produzione in paesi dove i costi di produzione sono elevati, secondo le previsioni IEA, essi saranno in grado di fornire solo 800 mila barili .. al giorno.

prospettive

Il Dipartimento dell'Energia ha pubblicato un rapporto il 12 maggio, in base al quale il prezzo del petrolio fino al 2040 potrebbe crescere fino a 252 dollari al barile. Tuttavia, ha permesso altri scenari, a seconda delle varie condizioni, chiamato i numeri di $ 76 (outlook negativo) o $ 141 (media-realistica). Tuttavia, ciò che accadrà in un quarto di secolo, è difficile da giudicare, così come di quello che sarà per il momento il potere d'acquisto reale della moneta statunitense. Per quanto riguarda il breve termine (due anni), non v'è motivo di speranza per un prezzo di 70-75 dollari, con una bassa probabilità di raggiungere il suo marchio 100. L'orso russo quei prezzi, ma i suoi concorrenti non tutti sopravviveranno sono chiaramente.