102 Shares 5872 views

Lamb – un sacrificio in nome dell'umanità

Questa espressione diventata da tempo la saggezza convenzionale nel mondo moderno. Il più delle volte viene utilizzato con una certa sfumatura di scetticismo, lo scherno dell'uomo. Prima di tutto, si parla di una certa perdita del significato originario delle parole "l'Agnello di Dio". Il vero significato di esso oggi sanno gli altoparlanti dell'unità.


Chi è l'agnello

Il suono stesso di scrivere la parola indica la sua antichità, una certa obsolescenza. La stessa forma di questa espressione è associata al passato remoto e, naturalmente, i testi sacri. Quindi, chi è questo più l'agnello?

E 'sorprendente, ma in origine la parola non è nascosto in sé è niente di straordinario. Lamb – è solo il vecchio nome di agnello. Tuttavia, le persone che sono più o meno familiarità con la dottrina cristiana, per chiedere sul perché l'agnello viene solitamente indicato come il figlio di Dio.

Appello per l'Antico Testamento

Se si scava un po 'più profonda interpretazione della norma, si può vedere che la prima menzione di agnello all'interno della visione del mondo biblica si trova anche nel Vecchio Testamento e, di conseguenza, nella Torah. Che agnello è stato offerto come un santo sacrificio al Signore.

Ciò solleva la questione: "Perché un agnello al macello" Perché non il polpaccio, o, per esempio, un cervo? Tutta la materia nella natura dell'animale. Una caratteristica di questo erbivoro è che l'agnello è completamente volontaria va alla propria morte. A differenza di altri animali, non resistere al suo destino. Inoltre, è anche in un certo senso la aiuta, allungando il collo, come se per la maggiore comodità del suo assassino.

presentazione gran un animale, come una strana caratteristica biologica, e associazione causati con assoluta obbedienza, agnello sacrificale, rafforzando nella memoria degli uomini.

Agnello del Nuovo Testamento

Nonostante questo, più spesso associato con l'agnello non è un animale da sacrificare. Per la maggior parte dell'agnello – è il figlio di Dio. L'uomo lontano dalla foto biblica del mondo, sarebbe difficile capire perché un oggetto di culto, la figura principale nella religione chiamato agnello.

Le persone sono più sofisticati possono facilmente passare un'analogia tra l'atto sacrificale di Gesù e la macellazione Testamento. In realtà, quasi esattamente ripetere la storia originale della storia di Cristo. Solo in questo caso la vittima era un molto più ambizioso, con i molto più grandi peccati dell'umanità.

Come l'umile agnello, Gesù andò completamente volontariamente al Calvario, ad assumere la croce di imperfezioni umane.

Ovviamente esso risalire l'analogia di purezza interiore. Come un agnello, il Figlio di Dio non ha il tempo di conoscere il peccato, lui era completamente pulito prima dell'esecuzione. E 'anche una morte in nome della vita.

più di profondità

Se si esamina da vicino la triade biblico di Padre, Figlio e Spirito Santo, siamo in grado di prestare attenzione alla sua unità interna. Nonostante i diversi nomi e incarnazione, infatti, tutti e tre i fenomeni sono uno. Così, andando verso il Golgota, Gesù ha sacrificato non solo se stessi. Allo stesso tempo, ha portato sono stati sacrificati e le altre due incarnazioni del Signore.

Si scopre che l'agnello – questo concetto è molto più capiente di quanto si possa immaginare a prima vista.

Sacrificio Divino nella cultura ebraica

Nonostante il fatto che il cristianesimo ha imparato molto dalla Torah, ci sono differenze significative. Un esempio di questo fenomeno può servire come una comprensione del agnello. Inizialmente, il valore di un completamente abbinato, ma con lo sviluppo delle religioni si separarono. Il cristianesimo ha subito un modo efficace di Gesù, e quindi a Dio stesso. Nel secondo caso, le proprietà sono stati trasferiti agli ebrei, che è destinata ad espiare i secoli.

L'immagine delle diverse culture

A causa del fatto che l'agnello – è un simbolo in gran parte cristiana, è chiaro che la cultura e la sua certa percepita. Va notato che in diversi paesi il simbolo del sacrificio e dell'obbedienza è stato adattato nella sua propria versione.

Gli italiani e bulgari, per esempio, ha deciso di cuocere un agnello allo spiedo in tutto onore delle vacanze. In Russia si opera una tradizione diversa: durante le feste ortodosse ha deciso di cucinare torte e dolci a forma di pecora. La vittima in questo caso viene portato simbolico e animale da macello per questo non è necessario.

Lamb nell'arte

E 'ovvio che un simbolo potente come multiforme non poteva essere riflessa nelle arti. Oltre ai numerosi riferimenti nella letteratura, l'immagine si trova spesso in pittura. È degno di nota che quasi ogni immagine, raffigurante la nascita di Cristo, v'è anche un agnello.

Se si prende casi privati, piuttosto un famoso dipinto "L'Adorazione dell'Agnello", scritto da Van Yanom Ake nel 1432. raffigurano un animale sacro e il famoso Roerich. Ha mantenuto come un quadro mostra di Francisco de Zurbaran "Agnello di Dio" al Museo del Prado.

Così, abbiamo esaminato la situazione oggi. Ma possiamo tranquillamente dire che in futuro la parola "pecore" continuerà ad evolversi, acquisire nuovi significati, sfumature supplementari. Allo stesso tempo, l'agnello è uno dei fondamentali, simboli religiosi fondamentali.