731 Shares 9515 views

Alessio, Patriarca di Mosca e di tutta la Russia: la biografia della sua vita, le foto

Patriarch Alexy II, la cui biografia è l'oggetto di questo articolo, ha vissuto una lunga e, credo, una vita felice. La sua opera ha lasciato un segno profondo non solo nella storia della russa Chiesa ortodossa, ma anche nei cuori di molte persone. Forse è per questo che, dopo la morte del sacerdote il popolo non potevano credere, e venire a patti con la sua morte, e ancora sta circolando nella comunità di versione del Patriarca Alessio II è stato ucciso. Quest'uomo aveva così tanto da fare nella sua vita di buone azioni, che il valore dell'individuo nel corso degli anni non è diminuita.


origine

Patriarch Alexy II, la cui biografia in diverse generazioni connessi con la Chiesa ortodossa russa, è nato il 23 febbraio 1929 in una famiglia molto particolare nella città di Tallinn. L'antenato del futuro sacerdote nei giorni del regno di Caterina II adottato Ortodossia nome Fedor. Era un generale, un personaggio pubblico di primo piano e il comandante. Da questo eroe di guerra nel 1812 e andò a russo nato Riediger.

Il nonno del futuro Patriarca è stato in grado di prendere la sua famiglia per il periodo più caldo della rivoluzione da St. Petersburg a Estonia. Il padre di Alexia ha studiato presso la prestigiosa Imperial College of Law, ma ha già finito i suoi studi in Estonia. Ha poi lavorato come magistrato a Tallinn, sposò la figlia del colonnello dell'esercito zarista. In un ambiente familiare regnava genitori ortodossi Alexia erano membri del progressivo spostamento del RSCM (russo Student Christian Movement). Hanno partecipato a dibattiti religiosi, monasteri visitati è andato al servizio nel tempio. Quando Alex era molto giovane, il padre ha cominciato a imparare dai corsi pastorali, dove ha incontrato con il padre John, che in seguito divenne il padre spirituale del ragazzo.

La famiglia aveva la tradizione di trascorrere le vacanze estive in pellegrinaggi in vari monasteri. Fu allora che Alexis permanente Pühtitsa amata dimora. Nel 1940, il padre di Alexis è stato ordinato diacono. Dal 1942, ha servito nella chiesa di Kazan a Tallinn e oltre 20 anni aiuta le persone a trovare Dio.

infanzia

Dalla prima infanzia, il futuro Patriarca di Moskovskiy Aleksy era immerso nell'atmosfera della religiosità, che è stato il principale principio spirituale nella formazione a lui. Da 6 anni ha cominciato ad assistere al servizio del tempio. Genitori e padre spirituale portato il ragazzo nello spirito dei valori cristiani, è cresciuto una buona, bambino obbediente. I tempi erano duri, la famiglia, all'inizio della seconda guerra mondiale ha minacciato deportazione in Siberia di origine tedesca. Riediger dovuto nascondere. Durante la guerra, mio padre portò con sé Alyosha nelle visite ai prigionieri nei campi si trasferisce in Germania persone.

chiamata

La famiglia Riediger intera atmosfera era impregnata di religione, il bambino ha bevuto dall'infanzia. Amava e conosceva le funzioni religiose, persino giocato nei loro giochi. Il suo confessore ha sostenuto attivamente attrazione del ragazzo alla fede ortodossa. Nel 1941, il futuro Patriarch Alexy 2 diventa un chierichetto, aiutando il diacono – il padre. Poi ha trascorso diversi anni in servizio in varie chiese di Tallinn. Il destino di Alexis, infatti, è stato predeterminato dalla nascita, aveva 5 anni esisteva solo nel seno della Chiesa.

Nel 1947, il futuro Sua Santità 2 entra nel seminario di Leningrado, si è preso direttamente in terza classe a causa di alta formazione e di formazione. Nel 1949 è entrato all'Accademia teologica di Leningrado. Durante questo periodo, rivivere istituzioni religiose educative risiedono in aumento, fornisce una formazione di alta qualità per Alex. Era un ottimo studente, tutti gli insegnanti notato la sua riflessione e la serietà. Non aveva confusione mentale e la ricerca, era assolutamente sicuro della sua fede e della sua missione.

la vita del sacerdote

Ma la maggior parte degli studi presso l'Accademia A. Riediger passa esternamente. Leningrado Gregorio Metropolitan invitato il giovane a essere ordinato prima della laurea. E 'stato invitato a diverse opzioni di servizio, ha scelto la posizione del rettore della Chiesa dell'Epifania nella città di Jõhvi. Da lì, ha potuto visitare spesso i genitori e andare in accademia. Nel 1953 si è laureato presso l'accademia ed è diventato un candidato della teologia. Nel 1957 fu trasferito da una parrocchia difficile Jõhvi presso l'Università di Tartu. Quindi il futuro Patriarch Alexy II, gli anni di vita che sarà associato con una funzione religiosa, ha intrapreso un percorso del sacerdote.

La sua quota è scesa volte ancora duri. Cattedrale dell'Assunta, che è stato nominato Alexis, era in cattive condizioni, le autorità non hanno sostenuto le imprese religiose, abbiamo dovuto lavorare molto duro, parlare con le persone, a stare al servizio, andare ai servizi religiosi. novizio ha deciso di cercare l'aiuto di Patriarch Alexis I, che ha assistito nella riparazione e omonimo benedetta. Nel 1958, Alexis diventa l'arciprete, e decano della Tartu-Viljandi County. Nel 1959, il prete la morte di mia madre, e questo lo ha portato all'adozione del monachesimo. In primo luogo ha pensato a una tale azione, e ora finalmente ha confermato nel suo intento.

vescovo Way

Nel 1961, il futuro Patriarch Alexy II (una foto di lui il più delle volte potrebbe essere visto nella rassegna visite di delegazioni straniere di Russia) riceve un nuovo appuntamento. Egli diventa vescovo di Tallinn ed Estonia, gli ha affidato anche temporanea per gestire la diocesi di Riga. Chiesa ortodossa russa grave carenza di personale giovane istruiti, soprattutto dal momento che lei rivive il nuovo giro di persecuzione in Russia. Ordinazione, su richiesta di Alexis, che si tiene nel Aleksandra Nevskogo Cattedrale di Tallinn. Immediatamente un giovane vescovo riceve una chiamata da parte delle autorità. La sua parrocchia è in programma per chiudere diverse chiese a causa della "non redditizie" e preferito Monastero Pyuhittsky dare una casa di vacanza dei minatori. misure urgenti e forti necessario.

Alexis organizza diverse visite importanti delegazioni straniere nella sua parrocchia e un monastero, a seguito dei media occidentali appaiono pubblicazioni su di lui, per l'anno qui hanno partecipato i rappresentanti di quasi tutte le organizzazioni religiose del mondo, le autorità hanno dovuto arrendersi, e la chiusura del monastero non è più sollevato. Pyuhittsky monastero grazie agli sforzi di Alexis è diventato un luogo per le visite e la comunicazione tra i rappresentanti di tutte le Chiese europee.

Alexis servita a Tallinn rappresentato per un quarto di secolo. Durante questo periodo ha significativamente rafforzato qui Chiesa ortodossa ha emesso una grande quantità di letteratura, tra cui la lingua estone. I suoi sforzi hanno salvato molti dei templi della regione, tra cui la Cattedrale Aleksandra Nevskogo, che ha servito a lungo come il padre di Alex, che è morto nel 1962, Chiesa di Kazan a Tallinn. Ma la propaganda e gli sforzi delle autorità hanno fatto il loro lavoro: il numero dei credenti è costantemente rifiutato di villaggi sono rimasti attivi chiese, archimandrita pagato per il contenuto di fondi della chiesa.

Nel 1969, Alex ha messo porzione supplementare come metropolita di Leningrado e Novgorod.

Chiesa e la vita pubblica

Alexis sempre viaggiato molto nelle loro parrocchie con i servizi divini con l'obiettivo di condurre una conversazione con i credenti, rafforzare il loro spirito. In questo caso, il futuro Patriarca estremamente volta ha dato lavoro pubblico. Fin dalla sua istituzione, il servizio diocesano, lui non rimase in disparte dalla vita di tutta la Chiesa ortodossa. Nel 1961, il futuro Patriarch Alexy II, foto che potete vedere in questo articolo, è un membro della delegazione della Chiesa ortodossa russa presso il Consiglio Mondiale delle Chiese dell'Assemblea. Egli partecipa ai lavori di queste organizzazioni prestigiose come la Conferenza delle Chiese europee, dove ha lavorato per oltre 25 anni, fino a diventare il presidente del Presidium, Rodi Pan-ortodosso Conferenza, organizzazioni pacifiste, in particolare il Fondo Pace sovietica, Fondo della letteratura slava e culture slave. Dal 1961, ha servito come vice presidente del Dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca. Nel 1964 divenne cancelliere del Patriarcato di Mosca e svolge tali funzioni per 22 anni.

Nel 1989, Alexis è stato eletto deputato dell'URSS e nella conservazione dei valori culturali nazionali, la lingua, la tutela del patrimonio storico.

trono Patriarcale

Nel 1990, Pimen è morto, e il Consiglio locale è riunito per eleggere un nuovo capo della Chiesa russa, e non c'era nessun candidato migliore di Alexis. Patriarca russo fu intronizzato 10 giugno 1990 presso la Cattedrale dell'Epifania a Mosca. Nel suo discorso alla congregazione, ha detto che egli vede come obiettivo principale il rafforzamento del ruolo dello Spirito portatore della Chiesa. Egli credeva che la necessità di aumentare il numero di templi, tra cui la necessità di lavorare in luoghi di detenzione, per dare alla gente un sostegno spirituale nel percorso di correzione. Avanzando cambiamento sociale nella società, la chiesa doveva essere utilizzato per rafforzare la propria posizione, e Alex era ben consapevole.

Da qualche tempo il patriarca ha continuato a servire come vescovo di Leningrado e Tallinn diocesi. Nel 1999, ha assunto la gestione della Chiesa ortodossa giapponese. Durante il suo servizio, il Patriarca viaggiato molto per il parrocchie, servizio impegnato, ha contribuito alla costruzione di cattedrali. In tutti gli anni ha visitato 88 diocesi, 168 templi consacrati, ha preso migliaia di confessioni.

posizione pubblica

Alessio, Patriarca di Mosca e di tutta la Russia, fin dalla tenera età differivano posizione sociale solida. Vide la sua missione non solo di servire Dio, ma nella promozione della ortodossia. Era convinto che tutti i cristiani devono essere uniti nella attività educativa. Alex ritiene che la chiesa dovrebbe cooperare con le autorità, anche se ha sperimentato un sacco di persecuzioni da parte delle autorità sovietiche, ma dopo la perestroika ha cercato di stabilire un buon rapporto con la guida del paese per lavorare insieme per risolvere molti problemi dello Stato.

Naturalmente, il Patriarca ha sempre difeso i più deboli, è stato impegnato in un sacco di lavoro di carità e ha contribuito al fatto che i suoi parrocchiani hanno anche fornito assistenza ai bisognosi. In questo caso, Alexis ha più volte espresso contro le persone con diversi orientamenti sessuali e calorosamente ringraziato il sindaco di Mosca di vietare parata gay, chiamato l'omosessualità una morsa che distrugge le norme tradizionali dell'umanità.

Chiesa e la trasformazione sociale sotto il Patriarca

Alessio, Patriarca di Mosca e di tutta la Russia, ha iniziato il suo lavoro come un dato di fatto che ha reso consapevole della condizione critica della chiesa l'attuale governo del paese. Ha fatto molto per aumentare il ruolo della Chiesa nella politica del paese, che è alla pari con le prime persone dello Stato è in visita il memoriale ed eventi cerimoniali. Alex ha fatto un grande affare per l'autorità della chiesa era concentrato nelle mani del Consiglio episcopale, riducendo la democratizzazione nella struttura della chiesa. Allo stesso tempo, ha fatto che aumentare l'autonomia delle singole regioni della Federazione Russa.

Merito Patriarca

Alessio, Patriarca di tutte le Russie, per la Chiesa ortodossa russa ha fatto un grande affare nel primo posto grazie a lui la chiesa di nuovo al grande pubblico servizio. E 'stato lui che ha contribuito al fatto che oggi la chiesa russa piena di parrocchiani, che la religione è tornata ad essere un elemento comune della vita dei russi. Inoltre, è stato in grado di tenere nella giurisdizione degli Stati chiesa russa che divenne indipendente come conseguenza del crollo dell'URSS. Il suo lavoro come Patriarca di Mosca e di tutta la Russia ha avuto un impatto significativo sullo sviluppo dell'Ortodossia, per aumentare la sua importanza nel mondo. Alexis è stato il presidente del comitato mekonfessionalnogo "Iisus Hristos ieri, oggi e in eterno." Nel 2007, come risultato dei suoi sforzi è stato firmato il "Codice in materia comunione canonica", che significava la riunificazione della Chiesa ortodossa russa e la Chiesa Russa all'Estero. Alex è stato in grado di restituire l'ampia pratica di processioni religiose, contribuisce al raggiungimento delle reliquie di molti santi, come Serafima Sarovskogo, Maksima Greka, Aleksandra Svirskogo. Ha raddoppiato il numero delle diocesi in Russia, il numero delle parrocchie è quasi triplicato il numero di chiese a Mosca è aumentato più di 40 volte, se prima della ristrutturazione del paese era solo 22 il monastero, entro il 2008 ci sono stati già 804 grande valore patriarca ha dato la formazione chiesa, è notevolmente aumentato il numero di scuole a tutti i livelli nel paese, ha avuto anche un impatto positivo sui programmi di apprendimento, che sono diventati approssimativa al livello mondiale.

onori

Alessio, Patriarca di Mosca e di tutta la Russia, per i suoi servizi è stato premiato più volte entrambe le autorità laiche ed ecclesiastiche. Aveva più di 40 ordini e medaglie della Chiesa ortodossa russa, compresi quelli d'onore, come l'Ordine di S. Andrea con una stella di diamante, l'Ordine del granduca Vladimir, l'Ordine di S. Alessio, Dmitriya Solunskogo medaglia, l'Ordine dei Grigoriya Pobedonostsa della Chiesa ortodossa georgiana.

Il governo russo ha anche più volte sottolineato gli alti meriti dei premi patriarca, tra cui l'Ordine di Merito per la Patria, l'Ordine di Amicizia dei Popoli, Ordine della Bandiera Rossa del Lavoro. Doppia Alessio è stato assegnato il Premio di Stato per altissimi meriti nel campo del lavoro umanitario, ha avuto l'onore e gratitudine da parte del Presidente della Federazione Russa.

Alexis ha avuto anche un sacco di premi di paesi stranieri, bonus, Badge of Honor e medaglie provenienti da organizzazioni pubbliche.

Inoltre, egli è cittadino onorario di più di 10 città ed è stato un medico onorario di 4 università del mondo.

Cura e conservazione

5 dicembre 2008 la diffusione in tutto il mondo la triste notizia: è morto Patriarch Alexy 2. La causa della morte – insufficienza cardiaca. Patriarca pochi anni ci sono stati seri problemi con il cuore, anche nella residenza è stata costruita ascensore per sollevare al secondo piano per aiutarlo a evitare stress inutili. Tuttavia, nei media quasi immediatamente c'erano versioni dell'omicidio del patriarca.

Ma l'evidenza di questi sospetti non erano, quindi, tutto è rimasto a livello di voci. La gente semplicemente non potevano credere che ci fosse una tale persona, e quindi cercato di trovare il colpevole della sua difficoltà. funerali del Patriarca nella cattedrale di Cristo Salvatore di Mosca, e fu sepolto nella chiesa dell'Epifania.

La gente quasi subito ha cominciato a chiedersi: Patriarch Alexy II ha canonizzato se imputata? Fintanto che non risponde, dal momento che la canonizzazione – si tratta di un processo lungo e complesso.

memoria Patriarca è stata immortalata nei nomi delle biblioteche, piazze, sotto forma di monumenti, targhe, diversi monumenti.

vita privata

Patriarch Alexy 2, la causa della morte, che non era solo un occasione per discutere il suo numero di personalità, la vita, le opere, interessava. Molte voci circolate sul suo rapporto con il KGB, Alexia fu chiamato anche il beniamino dei servizi speciali. Anche se non c'era alcuna prova di tale sospetto.

Un altro problema che è di interesse per la gente comune: se il prete era sposato. E 'noto che i vescovi non possono avere mogli, in quanto sono soggetti al celibato. Ma prima che i monaci, molti sacerdoti erano la famiglia, e non era un ostacolo alla loro carriera ecclesiastica. Patriarch Alexy II, la moglie che aveva nei suoi anni di studio, non ha mai menzionato la sua esperienza di famiglia. I ricercatori dicono che questo matrimonio con Vera Alexeeva era assolutamente formale. Aveva bisogno solo per evitare che le autorità sollecitano A. servizio militare Ridiger.

Sulla vita privata del Patriarca è poco conosciuto. Amava leggere, sempre lavorato duro. Alexis ha scritto più di 200 libri di teologia. Parla correntemente l'estone, tedesco, e parlava un po 'in inglese. Visse e morì nella sua residenza preferita di Peredelkino, dove si sentiva a suo agio e rilassato.