789 Shares 5024 views

Impiego di un campo elettrico sullo spostamento di carica

In qualsiasi carica che viene memorizzato nella forza del campo elettrico viene esercitata. A questo proposito, il movimento di carica in un campo è definito da un uso del campo elettrico. Come si può calcolare questo lavoro?


Funzionamento del campo elettrico è electrocharge migrazione lungo il conduttore. Sarà uguale al prodotto della tensione, corrente e il tempo trascorso sul lavoro.

Applicando la formula per la legge di Ohm, possiamo ottenere alcune opzioni diverse per la formula per il calcolo del lavoro attuale:

A = UIT = I²R˖t = (U² / R) t.

In conformità con il risparmio energetico operazione legge dell'energia campo elettrico è pari ad una variazione di un singolo spezzone di catena, e quindi l'energia rilasciata dal conduttore, sarà uguale alla corrente.

Esprimiamo nel sistema SI:

[A] = VAS = VTS J =

1 kVt˖chas J = 3600000.

Gli esperimenti sono stati eseguiti. Considerare il movimento di carica nello stesso campo, che è formato da due piastre parallele distanziate A e B e caricata con cariche opposte. In questo campo le linee di forza per tutta la sua lunghezza perpendicolari a tali lastre, e quando la piastra A è caricato positivamente, quindi l'intensità di campo E è diretto da A a B.

Si supponga che una carica positiva q spostato dal punto a al punto b lungo un percorso arbitrario ab = s.

Poiché la forza che agisce sulla carica che viene memorizzato nel campo sarebbe pari a F = qE, il lavoro svolto durante il movimento della carica nel campo secondo un percorso predeterminato definita dall'equazione:

A = Fs cos α, o A = QFS cos α.

Ma s cos α = d, dove d – distanza tra le piastre.

Segue: A = QED.

Passiamo ora carica q di ae b infatti ACB. Funzionamento del campo elettrico, con questo sistema, è la somma del lavoro svolto in alcune zone: ac = s₁, cb = s₂, cioè

A = qEs₁ cos α₁ + qEs₂ cos α₂,

A = qE (cos s₁ α₁ + s₂ cos α₂,).

Ma cos s₁ α₁ + s₂ cos α₂ = d, e quindi in questo caso A = QED.

Inoltre, si supponga che la carica Q si sposta da A a B di una curva arbitraria. Per calcolare il lavoro svolto su questo percorso curvo, è necessario delaminate campo tra le piastre A e una quantità di piani paralleli che sono così vicini l'uno all'altro che le singole sezioni del percorso s tra i piani possono essere considerati dritto.

In questo caso, il funzionamento dei campi elettrici generati in ciascuno dei segmenti di percorso dati saranno A₁ = qEd₁, dove d₁ – la distanza tra due piani adiacenti. Un lavoro completa su tutto il percorso d sarà uguale al prodotto della somma d₁ qe e una distanza pari a d. Pertanto, per effetto del percorso curvo sarà pari al lavoro svolto A = QED.

Gli esempi considerati da noi, indicano che l'operazione del campo elettrico sul movimento a partire da qualsiasi punto ad un altro è indipendente dalla forma del percorso di movimento, e dipende unicamente i punti di dati di posizione nel campo.

Inoltre, sappiamo che il lavoro che viene fatto per gravità quando il corpo si muove su un piano inclinato avente una lunghezza L, sarà uguale al lavoro che rende il corpo quando cade da un'altezza h, e l'altezza del piano inclinato. Quindi, il lavoro della forza di gravità o, in particolare, il lavoro di muovere il corpo quando in un campo gravitazionale, anche, non dipende dalla forma del percorso e dipende solo dalla differenza delle altezze dei punti iniziale e finale del percorso.

Così è possibile dimostrare che una proprietà così importante può avere non solo uniforme, ma anche tutto il campo elettrico. Simile vale per la forza di gravità.

Funzionamento di un campo elettrostatico per spostare la carica da un punto ad un altro punto è determinata da un integrale lineare:

A₁₂ = ∫ L₁₂q (EDS),

dove L₁₂ – la traiettoria della carica, dl – uno spostamento infinitesimo lungo la traiettoria. Se il circuito è chiuso, quindi il simbolo integrale viene utilizzato ∫; in questo caso si presume che il circuito di bypass direzione prescelta.

Lavoro forza elettrostatica non dipende dalla forma del percorso, ma solo le coordinate dei punti iniziale e finale di spostamento. Di conseguenza, la forza di campo sono conservatori, e il campo stesso – potenzialmente. Vale la pena notare che il lavoro di qualsiasi forza conservativa lungo un percorso chiuso è zero.