598 Shares 2157 views

Sceneggiatore Georgy Markov

Lo scrittore Georgy Markov è ben noto alla generazione più anziana, coloro che hanno ricordi personali del periodo sovietico della storia. I libri di questo autore sono interessanti oggi? O è rimasto per sempre nell'era sovietica?


Alcuni fatti dalla biografia dello scrittore

Il futuro scrittore George Markov, la cui biografia è in gran parte tipica per un uomo sovietico, è nato nell'aprile 1911 nel villaggio siberiano remoto di Novokuskovo, provincia di Tomsk, nella famiglia di un cacciatore di taiga. Ottenere l'educazione, uscire nella gente e trovare alla fine la realizzazione del suo potenziale creativo, George Markov è riuscito solo a causa dei cambiamenti radicali che si sono verificati in Russia nel 1917. La rivoluzione e il potere sovietico hanno dato ai giovani l'opportunità di accedere alla conoscenza e all'istruzione superiore, che ha permesso loro di alzare la scala sociale. E Markov Georgy Mokeevich, un noto scrittore sovietico dall'estremità siberiana, è un'illustrazione grafica di questa affermazione. Ha iniziato il suo viaggio verso l'alto con le attività di un attivista rurale Komsomol. Questo ha permesso di trasferirsi nella città regionale di Tomsk e di entrare in un'università locale per lezioni di sera. Il futuro scrittore ha combinato lo studio con attività attiva Komsomol e attività sociali.

Editoriale vita quotidiana

Resta sconosciuto per quale ragione Georgi Markov non ha mai completato gli studi presso l'Università Statale di Tomsk. Il suo percorso verso la grande letteratura si basa su routinari lavori giornalistici ed editoriali in vari periodici pubblicati nei centri regionali della Siberia Occidentale – Tomsk, Novosibirsk e Omsk. Ma in parallelo al giornalismo Georgy Markov inizia il lavoro sulle proprie opere. La sua prima pubblicazione è stata marcata nel 1936. Dopo di essa, inizia immediatamente il lavoro su un lavoro significativo per volume, che in futuro sarà chiamato "Strict". Ma lo sviluppo dei piani creativi dei giovani scrittori è stato interrotto dalla guerra. Fin dall'inizio del romanzo è riuscito a pubblicare solo i primi capitoli, sono usciti nella rivista letteraria Irkutsk "Nuova Siberia".

Durante la guerra

Nel primo mese della guerra, lo scrittore è stato redatto nell'esercito attivo. Serve sul fronte di Trans-Baikal come corrispondente militare per il giornale "Al posto di combattimento". Il comando ha deciso che Georgi Markov, la cui biografia non era in alcun modo connessa al servizio militare, avrebbe fatto più bene nel lavoro letterario e ideologico. È stata questa circostanza che ha permesso allo scrittore di continuare a lavorare sul romanzo incompiuto. E nell'offensiva contro l' esercito di Kwantung, il fronte di Transbaikal passò solo nell'autunno del 1945. E Georgi Markov ha partecipato alla sua composizione nella sconfitta dei giapponesi in Manciuria. Successivamente, questi eventi saranno riflessi da lui in numerose opere letterarie e nelle sceneggiature dei film "Ordine: Non aprire il fuoco" e "Ordine: attraversare il confine". Nel 1943 Georgi Markov fu ammesso all'Unione dei Soviet Writers. E nel dicembre 1945 fu demobilizzato dall'esercito sovietico nel rango maggiore.

Il romanzo "Strict"

È generalmente accettato che Georgi Markov (scrittore) ha cominciato precisamente con questo libro. E questa affermazione è abbastanza giusta. Su un romanzo voluminoso che racconta la vita di un villaggio siberiano durante la guerra civile, Georgi Markov ha lavorato per sette anni. Sarebbe un'esagerazione affermare che il libro ha un carattere autobiografico, ma molte delle sue realtà sono tratte da uno scrittore della sua infanzia passata nella taiga di Tomsk. Al centro della narrazione sono gli eventi della guerra civile e del destino dei contadini che guidano la guerriglia contro i bianchi. Il romanzo è stato riconosciuto dai lettori ordinari e dall'approvazione della critica letteraria. Il libro è stato premiato con il Premio Stalin. Negli anni settanta, sulla base di ciò, verrà scritto uno script di un film televisivo. Dopo il successo del "Strogov" Georgy Markov viene eletto in un posto di segreteria presso l'Unione degli scrittori, che gli permette di spostarsi da Irkutsk a Mosca. Nella capitale, lo scrittore continua il suo lavoro letterario attivo.

Realismo socialista

Tutta la letteratura di Georgy Markov corrisponde idealmente alla norma, che nell'Unione Sovietica è stata considerata l'unica accettabile per ogni tipo di creatività artistica. Questo è il cosiddetto realismo socialista, basato sui principi dello spirito del partito, dell'ideologia e della nazionalità. Chiunque si rifiutasse di creare in questa direzione non poteva contare sulla pubblicazione e sul riconoscimento dei risultati del suo lavoro. E dopo che questa epoca è andata, è sorta una domanda naturale: come relazionarsi con le sue opere? Essi hanno un valore qualsiasi? O sono solo i monumenti letterari e gli artefatti del loro tempo? Naturalmente, ognuno ha il diritto di dare la propria risposta a queste domande. Ma per tanti scrittori George Markov è per sempre in passato. Tuttavia, può essere interessante per coloro che studiano l'epoca storica sovietica. I suoi libri possono aiutare a comprendere le realtà passate.

Funzionario letterario

Durante i decenni successivi, lo scrittore Georgi Markov ha lavorato attivamente, pubblicato, ha svolto numerose nomenclature e compiti pubblici. Era una figura molto influente nella guida dell'Unione degli scrittori dell'URSS, costantemente seduto in varie commissioni, sedeva negli stand di numerosi presidi e congressi. Ha firmato lettere e petizioni, tra cui quelle per le quali più tardi si vergognava – con la condanna di Sacharov e di Solzhenitsyn. Con l'inizio della perestroika Markov Georgy Mokeevich ha lasciato tutti i posti.