197 Shares 6989 views

bardi russi. bardi sovietici

I bardi della Russia – i rappresentanti di un ampio strato di musica russa e della cultura canzone, sono state sviluppate a partire dagli anni 50-zioni del secolo scorso.


Bard è l'autore e interprete della canzone rotolato in uno, consistente nel suo lavoro. canzoni Bard in Russia sono diversi generi e stili. Qualcuno canta canzoncine divertenti, qualcuno cerca di toccare le loro canzoni i sentimenti romantici del pubblico. Molti bardi Russia utilizzato il tema delle loro canzoni al fine di ottenere un effetto satirico.

Vladimir Vysotsky – Artista del Popolo della cantore russo

C'è un russo interpreti dell'arte di canzoni, il cui lavoro, naturalmente, si riferisce al genere brano arte alta. Bardi tali unità, il più famoso di loro – Vladimir Vysotsky, che è meritatamente considerato un maestro consumato di canzone d'arte. Vysotsky ha avuto un regalo unico della reincarnazione, molte delle sue canzoni sono scritti come se dalla faccia del personaggio – può essere qualsiasi oggetto inanimato, un aereo o sottomarino, microfono sul palco o un eco in montagna.

Si comincia la canzone – ei personaggi prendono vita. YAK – caccia, aerei da combattimento, vive la sua vita coinvolto nel combattimento ravvicinato, come se di per sé, ed il pilota ostacola solo. E ci sono esempi luminosi di canzoni unici scritti in prima persona, può essere citato.

canzoni d'autore di Vysotsky sono divisi in storia principale. Ha un "cortile", "lirici", "sport", "guerra". Ogni canzone – un capolavoro di versificazione, messo su una semplice melodia. Il talento del grande cantore russo Vladimir Vysotsky è senza limiti, è per questo che ha concesso il riconoscimento nazionale, e la sua opera immortale.

Bulat Okudzhava

Bulat Okudzhava – un altro eccezionale cantante russo, poeta e interprete di canzoni d'autore. Si tratta di un rappresentante di spicco del glitterati letteraria della Russia, compositore e direttore. Ma il filo conduttore attraverso tutta la creatività Okudzava canzone d'autore tenuta, che faceva parte della vita del poeta, il suo modo di auto-espressione. A causa di Bulat Okudzhava diverse opere brillanti nel genere di canzone d'arte, la maggior parte dei quali è considerato il recitativo "Abbiamo bisogno di una vittoria", dal film "La stazione ferroviaria bielorussa".

Bulat Okudzhava è stato il primo cantore russo, che è stato permesso di parlare con le loro canzoni protette da copyright. Questo evento ha avuto luogo nel 1961. L'anno successivo, Bulat Shalvovich ammesso all'Unione degli scrittori sovietici. Nel 1967, durante la sua visita in Francia, il bardo ha scritto una ventina di canzoni, che sono stati pubblicati a Parigi sotto il nome di Le Soldat en Papier. Negli anni settanta della piastra con le canzoni di Bulat Okudzhava ha cominciato ad emergere in URSS.

Top bardi russi

Rozenbaum Aleksandr – uno straordinario cantore russo, l'esperto di educazione in rianimazione, si è diplomato al Primo Leningrado Medical Institute. Autore ha iniziato a scrivere canzoni nel 1968 per scenette e spettacoli degli studenti. Attualmente è uno dei più popolari cantore russo con un ampio repertorio, è un elenco di bardi russi – tra i primi cinque. Nel 2005, Alexander Rosenbaum combinato funzioni parlamentari con attività concertistica.

Vizbor Yuri – un insegnante di professione, un cantante per vocazione, scalatore, sciatore e giornalista. Autore di molte canzoni sulle cime delle montagne, arrampicate e rafting. Dalla penna di Yuriya Vizbora venuto canzone iconica e gli studenti per tutta la gioventù degli anni '60, "Hai una sola." Comunitari "bardi russi" È emerso su iniziativa Vizbora.

Eugene Klyachkin, ingegnere, poeta, cantante, romantico, autore di trecento canzoni. Nel 1961, all'età di 17 anni, ha scritto la sua prima canzone "Nebbia" su poesie di Konstantina Kuzminskogo. Da quel giorno ho iniziato un percorso creativo del cantore russo Evgeniya Klyachkina. La prima volta che ha scritto canzoni su poesie di Iosifa Brodskogo e Andrey Voznesensky. Il ciclo di canzoni assemblate dalle canzoni, poesie eseguita caratteri "Procession" di I. Brodsky, è ancora considerato l'apice della canzone d'arte.

Jeanne Bichevskaya canzone star dell'arte

Jeanne Bichevskaya – cantante, conosciuta come la stella della canzone di un autore. Nel suo lavoro aderisce soggetti del patriottismo russo e della fede ortodossa. Nei primi anni settanta in Bichevskaya repertorio comprende canzoni popolari russe, che ha cantato a Bard stile, accompagnati da una chitarra acustica a sette corde. Nel 1973, Jeanne è stato il vincitore della fase concorsuale panrusso, e negli anni successivi ha viaggiato con concerti tutti i paesi del campo socialista. In seguito, più volte agito in una Paris hall "Olympia" tutto esaurito.

Aleksandr Galich – cantante russo di brani originali di sua composizione, drammaturgo, sceneggiatore e poeta, era un membro attivo della comunità, "bardi russi." Il suo primo periodo di gioco messo in scena nei teatri di Mosca, e "Il silenzio del marinaio", scritto da Galich nel 1958 per il teatro "contemporanea", è stato pubblicato solo nel 1988, diretto da Oleg Tabakov. Allo stesso tempo, Aleksandr Galich inizia a scrivere canzoni e di eseguire al suo accompagnamento alla chitarra a sette corde. Come base del suo lavoro, ha preso le tradizioni prestazioni Aleksandra Vertinskogo – romanticismo e narrativa poetica con una chitarra. Galic la poesia nella sua struttura e valore letterario lo hanno messo alla pari con Vladimir Vysotsky e Bulat Okudzhava. La canzone di autore russo è diventato l'obiettivo principale nel lavoro di Aleksandra Galicha.

duo famiglia

Nikitin, Sergey e Tatiana – una famiglia di duo bardi, la loro musica è giocato in molti film e spettacoli teatrali. Il brano più noto Sergeya Nikitina – "Alexander" – espresso nel famoso regista Vladimir Menshov "Mosca non crede alle lacrime". Con l'educazione Nikitin – fisico, laureato presso MSU nel 1968, egli è il candidato di scienze fisiche e matematiche. Scrive canzoni dal 1962, su Pasternak poesie Shpalikov, Bagritsky, Voznesensky, Yevtushenko e altri poeti russi. Nei suoi anni di studio Nikitin ha portato il quartetto dei fisici MSU, e più tardi divenne direttore artistico del quintetto del Dipartimento di Fisica, dove ha incontrato il Tatyanoy Sadykovoy, che in seguito divenne sua moglie.

bardi sovietici

Tutti i bardi russi degli anni Sessanta e Settanta può essere chiamato un "sovietico", perché hanno vissuto e lavorato durante l'era sovietica. Tuttavia, questo appellativo non importa molto, interpreti dell'arte canzone non può essere caratterizzato da un sistema sociale o condizioni politiche – sono persone d'arte, libere nel suo lavoro.