320 Shares 4436 views

Lunghezza dell'intestino

L'intestino è il reparto del sistema digestivo nella maggior parte dei vertebrati. Segue direttamente dietro lo stomaco. Nell'intestino viene eseguita la digestione finale del cibo prelevato, l'assorbimento delle sostanze nutritive e la rimozione (evacuazione) delle sostanze non immagazzinate.


In alcuni animali, il tratto digerente è costituito solo da questo reparto. In questo caso, la lunghezza dell'intestino dipende dal tipo di animale, dalle caratteristiche del cibo utilizzato e dall'età.

La struttura primitiva più chiara di questo reparto di digestione è osservata nei lombrichi e nei coelentati (cnidaria coloniale). Il secondo ha una singola cavità gastrovascolare, attraverso la quale c'è un metabolismo tra l'individuo che nutre e gli altri membri della colonia. I flatworm hanno un'apertura per lo smaltimento degli alimenti e dei rifiuti.

Invertebrati (insetti, molluschi) hanno un intestino composto da tre sezioni (anteriore, posteriore e midollo medio). La parte anteriore comprende la bocca, il gozzo, la faringe, l'esofago, nella parte posteriore c'è ano e retto, nel mezzo – in realtà, intestini, vasi malpaghi, stomaco. Alcuni polipi di coralli hanno un intestino curvato verso l'esterno. La digestione, quindi, viene eseguita esterna.

Le larve di lampreys e lancelet hanno un intestino abbastanza rettilineo e piccolo. L'organo inizia subito dopo la cavità orofaringea. La lunghezza degli intestini dei lamprei adulti è piccola (non più del corpo stesso). L'organo inizia subito dopo l'esofago, ha una valvola sotto forma di spirale. A causa di questa piega longitudinale a vite, aumenta l'area di assorbimento e digestione. Una valvola a spirale è presente negli storioni e negli squali.

In molti vertebrati, la lunghezza dell'intestino permette di essere diviso in sezioni: l'intestino dritto, spessore e piccolo. Questo corpo mostra i segreti del pancreas e del fegato. All'inizio dell'intestino dei pesci ossei si trovano appendici pyloric (processi ciechi). Il loro numero può essere diverso. Gli anfibi hanno un duodeno e un retto si apre nella cloaca.

I rettili erbivori terrestri hanno un cecum ben sviluppato. Si trova al confine di un sottile e sottile reparto. La lunghezza dell'intestino (sottile) di uccelli è più volte la lunghezza del corpo. Dal reparto di reparto, che si apre nella cloaca, è separato da due colpi ciechi. Non esiste un retto e un intestino di grandi dimensioni.

Gli animali erbivori hanno un intestino abbastanza lungo. Le sezioni cieche e spesse sono ben sviluppate. La lunghezza del grande intestino nei roditori può raggiungere il 53% della lunghezza totale dell'intero intestino. I predatori sono molto più corti. Ad esempio, una pecora ha un intestino la cui lunghezza supera la lunghezza del corpo di 29-35 volte, il cinghiale a 14, il cavallo a 12 e il lupo a 6. La sezione spessa è abitata da una microflora simbiotica che è più sviluppata negli erbivori.

L'intestino umano è il più grande organo del sistema digestivo . Inizia dallo stomaco e termina con l' apertura anale (ano). La massa alimentare è avanzata per mezzo di peristalsi (contrazioni ad onda simile). Nel processo di digestione, i microrganismi nell'organo e la sua microflora sono coinvolti. In questa parte del tratto digestivo non viene eseguita la digestione, ma anche l'assorbimento di elementi utili dal cibo, la sintesi degli ormoni individuali e i processi immunitari.

Nella vita, la lunghezza dell'intestino in una persona (adulta) è di circa quattro metri. Al momento della nascita, è di circa tre metri, che è più che l'altezza di un neonato in media sei volte. La lunghezza dell'intestino umano dopo la morte aumenta ed è di circa sette-otto metri. Ciò è dovuto al rilassamento dei muscoli dopo la morte.