507 Shares 6414 views

Norvegia, 1942-1945 anni. Esecuzioni e torture delle donne da parte della Gestapo

La seconda guerra mondiale è stata combattuta metodi totalità. Le parti in conflitto hanno usato tutti i mezzi disponibili per applicare il massimo danno al nemico. La lotta con i partigiani nella parte posteriore delle forze tedesche non è stato limitato da ogni punto di vista morale, ha usato i metodi più brutali di interrogatorio.


Negli insediamenti occupati nel territorio di paesi europei, compresa l'Unione Sovietica, nei primi giorni dell'occupazione, il lavoro si è svolto dall'ufficio Gestapo. La tortura di sospetti in tutto il lavoro sotterraneo è diventato un articolo speciale di investigazione dei crimini del regime nazista a Norimberga.

Date le enormi atrocità degli invasori in Unione Sovietica, siamo in grado di comprendere le ragioni per la loro brutalità contro cittadini di altri paesi, tra cui donne e torture da parte della Gestapo, è rimasta la storia poco conosciuta. Ma anche in paesi come l'Olanda, la Danimarca, la Francia, i carnefici fascisti mostravano zelo, spietatamente il giro di vite con i Patriots.

Nel 1940, i nazisti invasero nord della Norvegia. Città Kristiansad dall'inizio del 1942 è diventato un luogo dove sono collocati la "Casa del Terrore", il quartier generale della polizia segreta di Stato del Reich, la cui funzione principale è stata la soppressione della attività nel sottosuolo degli antifascisti locali e le operazioni di ostacolo sabotaggio condotta dai servizi segreti britannici. Torture di donne nel Gestapo fatta con estrema raffinatezza sadica, che ha utilizzato molti dispositivo ingegnoso progettato. Dopo la guerra nella ex casa degli archivi della città, dove le camere di tortura, il museo è stato aperto nel ricordo degli eventi della guerra.

Battendo catene, passare una corrente elettrica testa riscaldante intollerabile riflettore elettrico – metodi di interrogazione utilizzati principalmente in relazione agli uomini. La tortura delle donne nel Gestapo di solito sta nel fatto che essi hanno mutilato le mani, perché è stato fatto macchine speciali, schiacciando le unghie o alle articolazioni. La mostra presenta questi meccanismi, sono genuini, e dopo la liberazione della Norvegia catturato dalle truppe sovietiche e patrioti nel 1945.

Il museo della città rinnovato Kristiansad Gestapo foto delle torture sono anche presentato alcune scene "lavoro". Qui ci sono un paio, sospettato in collaborazione con la metropolitana antinazista, sottoposto a interrogatorio. Marito era incatenato al muro della catena, in modo che potesse vedere come picchiato la moglie. La tortura delle donne nei metodi Gestapo spesso combinate di impatto fisico e psicologico sui prigionieri si basa sul fatto che qualcuno non sta in piedi presto e inizia a parlare. i bambini Battere in presenza delle madri è diventato anche dura prova. In realtà, i nervi non potevano sopportare anche i carnefici stessi, al fine di mantenere una "performance", hanno usato droghe e alcolici.

In Norvegia, la pena di morte è raramente utilizzato, ma il punitiva nazista ha pagato per la sua vita di crimine. Durante il processo, trecento testimoni hanno testimoniato, esponendo i metodi di lavoro del dipartimento norvegese della Gestapo. Il codice penale è stato temporaneamente cambiato, e nel giugno 1947 i nazisti, colpevoli di abusi e uccisioni di prigionieri di guerra e civili sono stati impiccati.