828 Shares 4071 views

L'emergere di legge e le sue caratteristiche

L'emergere di legge – una delle più complesse questioni di teoria del diritto. E 'stato oggetto di dibattito, come qualche centinaio di anni fa e oggi. In ogni caso, ciascuna delle viste ha il diritto di esistere. Le ragioni più popolari per insorgenza del diritto, si può imparare leggendo l'articolo.


società primitiva

Uno dei punti più popolari di vista è che l'emergere del diritto era ancora in epoca antica della comunità primitiva. Si ritiene che in quei giorni alcuna norma primitivi.

Il professor Malinowski e Sabo ritiene che il ruolo dei legislatori era anziani o leader in un determinato periodo. Più tardi motivi per la nascita dei diritti affidati alla Chiesa, che regola la legge.

Basi scientifiche della società primitiva

L'emergere dei diritti è indissolubilmente collegato con i miti, riti, rituali – qui tracciata una transizione graduale dal mononorm, che vengono presentati nel senso più semplice, le norme dell'economia, della morale e del diritto.

Già nel periodo della comunità primitiva si stava preparando la rivoluzione neolitica come il contorno di ritaglio. Grazie a questo concetto ha cominciato a prendere forma il principio dello storicismo. Il postulato è la base della conoscenza umana del mondo in molte scienze, come la filosofia, la gestione, la sociologia, e così via. Questo principio è usato, tra cui, per lo studio del diritto, aspetti di illuminazione della sua origine, l'individuazione di nuove teorie e così via.

Motivi per i diritti di nascondere nella formazione di diverse associazioni, vale a dire, i clan, le comunità. In relazione a questo v'è la domanda legittima: è il diritto di esistere? Fa la presenza della società influenzi il suo sviluppo, se confrontiamo questo trend con lo sviluppo dello stato? La risposta sta nelle numerose teorie che si svolgono anche adesso.

teoria teologica

L'emergere del diritto di spiegare la teoria teologica. I suoi seguaci sono Foma Akvinsky e Avreliy Avgustin. Questa teoria è il più antico, ed è la base per lo sviluppo e altri studi di norme di origine.

La base della teoria teologica messa alla legge divina, che è stato generato dal Creatore. I seguaci di questa teoria ritengono che la legge ha dato Dio all'umanità come uno dei fenomeni del mondo. Come argomento gli autori usano la posizione della Bibbia, che è la legge per tutte le persone. Inoltre, si ritiene che l'origine dei diritti a causa di quei comandamenti che Dio diede a Mosè.

Seguaci sostengono che la base del diritto è il messaggio divino e l'intelligenza divina che governa il mondo. Al secondo posto è la legge naturale nella teoria teologica, cioè il sistema di relazioni sociali, che si sono sviluppate a seguito di interazione tra le persone.

Naturalmente, questa teoria non è stata scientificamente valutate come basata esclusivamente sui fatti della religione e della fede. prova credibile sopra dato della teoria non potrebbe portare gli autori. Come dimostra la pratica, i seguaci di questo punto di vista sono giuristi musulmani e studiosi di università cattoliche occidentali.

La scuola storica

Teorie dei diritti hanno presentato una grande varietà, tra i quali un posto speciale è occupato dal concetto storico dell'origine della legge. Seguaci sono pensati Savigny e Hugo. scuola storica è una sorta di antitesi della teoria del diritto naturale. Il concetto è nato nei primi anni del 19 ° secolo.

L'essenza di questo è che il diritto non è qualcosa di imposto, e non creato dal legislatore, e ha costituito la base dello sviluppo storico. La nascita e lo sviluppo della legge, in base alla teoria della storia, dipende dalle 2 categorie di persone: i legislatori e dei giuristi. gruppo Obiettivo 1 è nella corretta elaborazione del Stato di diritto, così come tempestiva portarlo al legislatore. Per quanto riguarda gli avvocati, il loro obiettivo è quello di catturare ed esprimere i sentimenti del popolo, per presentare il parere in formule legali. Inoltre, il diritto sarà considerato efficace solo quando è pienamente in linea con lo sviluppo sociale.

Vale la pena notare che questa teoria ha alcuni vantaggi e svantaggi. Da un lato, punta allo sviluppo storico, che è insito nella formazione di tutta la vita sulla terra. E dall'altra, in modo incompleto considerato altri aspetti della formazione di norme giuridiche.

teoria del diritto naturale del diritto

Gugo Grotsy e Jean-Zhak Russo sono seguaci di teorie del diritto naturale di legge. Si dice che in aggiunta alle norme stabilite dallo Stato, è parte integrante e naturale delle regole che la natura ha creato. teoria naturale dice che è insita in ogni essere umano fin dalla nascita. Anche ora, giuristi moderni condividono il diritto in due gruppi: positivo e diritto naturale. Questa classificazione è formalizzata attraverso Grozio e Rousseau.

Gli autori fanno notare che i diritti naturali hanno la priorità rispetto positiva, dal momento che ci dalla nascita, a prescindere dalle regole stabilite dallo Stato. Inoltre, i motivi per la nascita della teoria dei diritti non spiega, in quanto si ritiene che ogni essere umano dal momento della nascita diventa il proprietario del privilegio irrinunciabile.

teoria normativo

Cause di destra spiega un'altra teoria – normativo. E 'caratterizzata da rigidità, come ramo normativo è apparso nei paesi asiatici, in cui le norme giuridiche rigorose stabilite a questo giorno.

Vale la pena di prestare attenzione al fatto che le condizioni climatiche e geografiche gravi, così come la necessaria organizzazione delle attività militari hanno dato luogo ad un sistema di stato totalitario. L'essenza della teoria è la necessità di stabilire un ordine rigido in tutte le sfere della vita pubblica e sociale.

Come dimostra l'esperienza storica, disposizioni normative sono necessari in ogni fase dello sviluppo umano, ma l'aspetto dei diritti di proprietà dei cittadini, lo Stato, diritti morali, diritto penale, così come altre istituzioni e l'industria sono disciplinate esclusivamente dalle autorità ufficiale del paese.

la teoria di conciliazione dell'origine

I creatori del concetto di conciliazione sono considerati Berman e Anners. Gli autori parlano principalmente sullo scopo del diritto. Berman e Anners parere su ciò che norme giuridiche sono in corso solo in caso di conflitto. Così, all'interno della comunità tribale deve essere diritto di non risolvere le pubbliche relazioni e per risolvere le controversie.

La teoria marxista delle norme d'origine

L'emergere di diritto civile, diritto penale, così come un certo numero di altre industrie ampiamente spiegato la teoria marxista. La sua propaganda attivamente condotto in Unione Sovietica, come l'autore, come si può immaginare, erano Marx, Engels, Lenin e altri giuristi sovietici.

L'essenza della teoria è che le disposizioni di legge che esprimono un carattere di classe e la volontà della classe dirigente. E qui è una componente necessaria dello status sociale e la condizione economica. Vale la pena notare che la scuola ha un sacco di vantaggi, vale a dire:

  1. Esso consente un'analisi approfondita del ruolo delle relazioni economiche nella società e la loro dipendenza dello stato di diritto.
  2. La teoria suggerisce che la complessità delle strutture sociali richiede i controlli normativi più avanzati.
  3. Molti dei monumenti dedicati ai diritti di riflessione volontà della classe dirigente, e, quindi, il ruolo di questo principio è praticamente impossibile da sfidare.

Tuttavia, qui ci sono anche alcuni inconvenienti: l'eccessiva elevazione del ruolo dell'economia alla luce della revisione di norme giuridiche, la sottovalutazione delle caratteristiche della cultura, religione e stato, e la mancanza di contabilizzazione delle relazioni estere con l'estero.