698 Shares 3292 views

Soichiro Honda, fondatore della Honda, ora la Honda Motor Corporation: biografia, fatti interessanti

Soichiro Honda era un famoso visionario dell'industria automobilistica. Un uomo con mezzi limitati, ma un grande talento per sempre ha cambiato il nostro modo di guidare oggi. In questa breve storia, sono evidenziate solo alcune tappe interessanti della sua lunga e gloriosa biografia.

Futuro Napoleone dalla Meccanica

Nel piccolo villaggio di Komyo vicino a Tenryu, ora la città di Hamamatsu, viveva Gokhei Honda – un fabbro sincero e conosciuto con la moglie Mika – un tessitore esperto. Gichey conteneva un negozio di riparazione per le biciclette. Il 17 novembre 1906 Soichiro nacque ai suoi coniugi. Nonostante il fatto che la famiglia fosse povera, il figlio è cresciuto in un ambiente felice, sebbene un po 'rigoroso. Come mio padre, la Honda (foto che vedi più tardi) ha avuto un amore per la meccanica, e, come suo padre, aveva mani abili. Non era incline a sconvolgere gli altri e cresciuto apprezzando il tempo, sempre arrivando in tempo per tutti i suoi incontri.

All'età di 8-9 anni, prima vide un'auto che lo passava su una strada rustica e polverosa. Soichiro ha trovato i gas di scarico affascinanti e il rumore del motore per lui sembrava una musica. Avvicinandosi alla piccola pozza di benzina lasciata da un miracolo, si inginocchiò, mise le dita dentro e inalò. Il ragazzo si sentiva come un profumo ipnotico, e da allora ha sognato solo automobili e motori. Nella scuola primaria di Futamata, le classi per Soichiro durarono per un'eternità: attese una chiamata per trascorrere il suo tempo libero nella bottega del padre. Pedali, catene e ruote erano i suoi giocattoli, quando ha aiutato Gichey a riparare.

Lavorare in Art Shokay

Quando Honda aveva 16 anni, vide un annuncio del workshop automobilistico "Art Shokai" a Tokyo. Il servizio auto è stato popolare, poiché forniva i migliori servizi di riparazione della città. Non era un annuncio di assunzione, ma Soichiro scrisse alla direzione chiedendogli di accettarlo come studente. Dopo aver ricevuto una risposta positiva, una settimana dopo il sognatore è andato a Tokyo.

Soichiro Honda è stato lieto di vedere la capitale urbanizzata del paese. Nei primi mesi, lo studente ha eseguito piccoli compiti, come la preparazione del tè o il lavaggio dei pavimenti. Gli anziani lo prendevano sotto cura e guardavano la sua pazienza e la devozione alla compagnia. Ha rapidamente appreso le sfumature del business di riparazione auto e ha guadagnato una reputazione come un meccanico lavorativo. Il suo entusiasmo per il duro lavoro, la capacità di improvvisare e una comprensione intuitiva della meccanica gli hanno servito bene. Era qui che ha imparato a fare gli anelli del pistone sotto la direzione del suo capo, Yuzo Sakakibara. Soichiro non solo ha appreso i lavori di riparazione, ma anche come affrontare i clienti, e ha anche imparato l'importanza di sentirsi orgogliosi per la sua competenza tecnica e il suo lavoro. Ha ricevuto non solo conoscenze teoriche, ma anche competenze necessarie al lavoro, come la forgiatura e la saldatura.

Testa di ramo

Il giovane ha vissuto il suo sogno, ma tutto è cambiato il 1 settembre 1923. Il grande terremoto in Giappone ha portato la distruzione e la morte. Come risultato della tragedia, più di 140 mila persone sono morte. Mentre il personale maggiore ha andato a ricostruire le loro case e la vita, Soichiro rimase in officina. La tragedia si trasformò in una benedizione per questo ingegnere novizio, che era in grado di riparare motociclette e automobili dei suoi clienti.

Honda è diventata un indispensabile patrimonio dell'officina Art Shokai. Nel 1928, la società si è ampliata rapidamente ei proprietari hanno deciso di aprire filiali in altre città. Soichiro, 22 anni, è stato posto alla testa del ramo di Hamamatsu. I nuovi doveri gli hanno dato abbastanza tempo per iniziare ad assemblare macchine da corsa da vecchie parti di ricambio e telai. Inoltre gli ha dato l'opportunità di testare il suo inventore di talento. Soichiro ha creato una macchina da corsa da zero e ha messo su di lui un motore Ford ricondizionato capitally. Dopo aver mostrato velocità superiori a 160 km / h, l'auto ha infranto un record della gara giapponese. Ha lavorato giorno e notte sulle sue creazioni.

A quel tempo il ramo di Hamamatsu aveva più di 30 persone nello Stato. Nel mese di ottobre di quell'anno, Honda sposò Satie. Ha cominciato a aiutare il marito a gestire l'azienda, assumendo la fornitura di cibo per il personale e per la contabilità. L'amante della corsa ha guidato personalmente le sue macchine fino a quando, nel 1936, gli è accaduto un incidente, quasi finito in un risultato fatale. Ha rifiutato di partecipare alle gare a richiesta urgente della moglie e del padre.

Attività proprie

Nel 1937, Soichiro Honda (immaginato nell'articolo) ha investito i risparmi pari a 3200 dollari nell'industria pesante di Tokai Seiki. Il suo breve soggiorno al lavoro precedente è stato utile quando ha aperto la sua fabbrica a Hamamatsu. L'azienda ha fornito gli anelli del pistone "Toyota", poi l'Esercito imperiale giapponese e l'Air Force. La prima lezione che Soichiro ha ricevuto quando un pezzo di 3000 dei suoi anelli di pistone, messo da Toyota, non è stato testato. E 'stato un grande colpo alle finanze della società. Ma la sfacciata Honda imparò una lezione preziosa nel controllo della qualità e tornò alle attività. Decise di entrare nell'Istituto Industriale di Hamamatsu e due anni per studiare la metallurgia.

Durante la guerra sino-giapponese, e più tardi, durante la seconda guerra mondiale, le vendite dell'azienda sono aumentate tre volte. Era anche un momento di delusione per la Honda, che non poteva più raccogliere auto da corsa. A poco a poco, il numero di dipendenti maschi nella società, il cui numero di dipendenti era già salito a duemila, è stato ridotto, in quanto sono stati redatti per la guerra. Sono state sostituite da donne inesperte. Fu allora che Soichiro realizzò la necessità di automatizzare la produzione.

L'attacco a Pearl Harbor ha portato a una guerra sulle rive del Giappone. Le forze aeree degli alleati hanno bombardato la base aerea di Hamamatsu. Durante il raid, l'impianto Honda è stato parzialmente distrutto. Ma l'ha ripristinato e la linea di montaggio.

Vacanza creativa

Nel 1945, un altro terremoto scosse la città, e questa volta la fortuna non era sul lato di Honda. L'impianto soffrì così tanto che Soichiro non aveva né i mezzi né il desiderio di ripristinarlo. Dopo aver venduto la centrale Toyota, Honda ha intrapreso una vacanza creativa di un anno. Entrò nel collegio tecnico di Hamamatsu e studiò automotive, ma non si presentò per gli esami finali. Soichiro è diventato un ingegnere senza un diploma.

Dopo la seconda guerra mondiale, il Giappone è stato devastato. I trasporti pubblici e privati sono stati gravemente colpiti. Il paese si è radunato per restituire la sua gloria pre-guerra. I produttori in tutte le filiali con zelo religioso hanno voluto ottenere prodotti di alta qualità a prezzi accessibili. Tuttavia, l'industria automobilistica era ancora al bivio della strada per la creazione di un veicolo che avrebbe "portato" il paese alla prosperità.

Bicicletta con motore a benzina

Nell'ottobre del 1946, Soithiro creò l'istituto di ricerca "Honda". Ha acquistato dall'esercito un piccolo motore radiale a due tempi e li ha adattati alle biciclette. Una bicicletta a buon mercato con un motore a benzina ha guadagnato rapidamente la popolarità tra le persone che non potevano permettersi di auto costose.

Nel 1948 Honda fondò la sua fabbrica di motociclette. Ulteriori ricerche e sviluppo hanno portato all'apparizione del modello Type-A. La concorrenza è stata dura, dal momento che Honda era solo uno dei 200 produttori di veicoli a motore nel paese. L'ingegnosità di Soichiro e la parola di bocca hanno reso la hit di Honda una prima moto. E l'aspetto del modello "Dream" del tipo D, ha cambiato per sempre l'industria giapponese a due ruote.

Honda: il prezzo di un sogno

Soichiro aveva il principio – "i buoni prodotti hanno bisogno di una buona strategia di marketing". Il nome "Dream" è stato suggerito da amici stretti, come Honda ha sempre sognato di fare automobili eleganti ma potenti. Purtroppo, la situazione finanziaria della società non era nella migliore condizione. Soichiro era un grande ingegnere, ma un uomo d'affari terribile che non era in grado di controllare le sue spese o di tagliare le perdite. L'azienda perse rapidamente denaro, compromettendo il sogno del suo fondatore. Quando Soichiro rifletté sul futuro dell'impresa, Takeo Fujisawa apparve sulla soglia della sua casa.

Compagno Salvatore

Fu nel 1950 quando Fujisawa incontrò Soichiro, proprietario di una fabbrica di motocicli, di 44 anni. Ha condiviso la sua passione per le auto e potevano parlare di loro per ore. Alla fine della giornata, Fujisawa era uscito per ottenere un lavoro, anche se senza alcun accordo formale. Ha assunto il controllo delle attività aziendali e Soichiro ha trascorso il suo tempo dedicato alla ricerca e allo sviluppo.

La creazione dei motori di alta qualità è diventata la massima priorità di Honda e, di conseguenza, il tipo E è stato lanciato in produzione. La motocicletta è stata distinta da un motore a 4 tempi 5,5 litri. a. L'accento aziendale di Fujisawa ha portato alla produzione di un veicolo leggero motorizzato di tipo Cub con una potenza del motore di 50 cc. Vedi Questo modello poco costoso ha vinto i cuori e ha risposto alle speranze di migliaia di giapponesi che non potevano permettersi di acquistare un'auto.

Soichiro il milionario

Per soddisfare le crescenti esigenze, la società in crescita ha costruito nuove fabbriche e laboratori di ricerca. Nel 1955, Honda Motors ha ricevuto il sostegno finanziario attraverso un'offerta pubblica iniziale pubblica sulla Borsa di Tokyo. Entro la fine del 1956, la società era diventata un produttore leader di motociclette in Giappone, e Soichiro e il suo vicino amico Fujisawa avevano fatto fortuna multi-milioni di dollari.

Il motto di "Honda" si basa sulla filosofia di tre gioie:

  1. La gioia della produzione, sperimentata da ingegneri e produttori.
  2. La gioia della vendita, ricevuta dai promotori e dai servizi di vendita.
  3. La gioia d'acquisto: il premio più grande di Soichiro – quando il cliente è soddisfatto delle merci.

Durante la guerra coreana negli anni '50, le vendite aumentarono notevolmente quando le forze americane cominciarono a usare automobili giapponesi per le loro operazioni logistiche. Anche la industria della costruzione e della metallurgia del paese ha beneficiato della guerra in corso. Motori di alta qualità, affidabili e bassi costi di esercizio hanno reso Honda il partner logistico più preferito dell'esercito americano. Fujisawa ha visto l'opportunità di crescita e ha sviluppato un sistema di produzione altamente produttivo della società. La situazione finanziaria di Honda Motors era in ottime condizioni come mai prima. Motociclette Honda ha svolto un ruolo importante nello sviluppo del paese. Nonostante i successi, il Soichiro, 52 anni, nel suo cuore era ancora un ragazzo che non si disdegnò mai a mettere le mani.

Conquista dell'America

Nel 1959, Honda Motors entrò nel mercato statunitense. Questo è stato dominato dai produttori di motocicli locali di modelli pesanti, come Harley Davidson e Indian. L'azienda era situata a Los Angeles, ma non poteva attirare clienti. L'americano medio ha creduto che i motocicli siano guidati solo da criminali e poliziotti.

Honda ha voluto cambiare la percezione del pubblico di destinazione. Per questo è stata adottata una strategia di marketing unica. L'azienda ha dimostrato i suoi motocicli nei negozi di ferramenta, nei negozi di attrezzature sportive e anche nei supermercati. Quando il modello Super Cub è apparso negli Stati Uniti, ha cambiato il modo in cui i giovani americani hanno cominciato a lavorare.

Nel primo anno, il reparto statunitense ha riuscito a vendere 15.000 unità, che è stato un ottimo risultato per una società straniera. Tuttavia, Soichiro aveva piani ambiziosi. Voleva vendere 15 mila unità al mese. Come sempre, Fujisawa ha cominciato a lavorare, che ha iniziato a vendere motocicli in uno stile giapponese non convenzionale. Il reparto vendite della società ha trasportato rimorchi caricati con loro, da città a città.

Il metodo di distribuzione univoci ha funzionato e le vendite sono aumentate. Il 1958 Super Cub è stato ridisegnato per il mercato americano. Una moto di qualità e attraente è stata considerata uno dei migliori negli Stati Uniti. La struttura femminile leggera, il funzionamento semplice, i costi di manutenzione ridotti e il design semplice hanno reso popolare tra il sesso più giusto. La prestazione di Honda Super Cub nel consumo di carburante rendeva possibile chiamare la bici più economica del paese. La versione americana aveva un motore da 50 cc. Cm e una capacità di 4,5 litri. a.

Per produrre questo modello, una nuova fabbrica di Honda è stata costruita a Suzuka (Giappone), il cui prezzo è stato di 10 miliardi di yen, progettato per produrre 30.000 veicoli in un turno o 50.000 in due. L'impresa è diventata il più grande del mondo e la produzione di massa ha permesso di tagliare i costi del 18%.

Corri contro te stesso

Honda Motor Company ha profondamente penetrato il mercato americano di motociclette. Ma Soichiro voleva di più. Una volta visitato il suo centro di ricerca e sconvolto la squadra, annunciando la loro partecipazione alle gare motociclistiche. La sua passione e la necessità di velocità hanno colpito nuovamente. Nel 1959, la squadra di Honda ha partecipato alla gara sull'isola di Man e si oppone apertamente ai suoi rivali. Il passo apparentemente insolente è diventato strategico, spingendo i confini tecnologici dell'azienda. La tecnologia sviluppata per la corsa è stata successivamente utilizzata in motocicli di consumo. L'inizio senza successo nell'Isola di Man a causa del costante fallimento del motore e di altri fallimenti tecnici per Soichiro è diventato un processo di apprendimento e lui, nonostante tutto, ha mantenuto costantemente l'alto livello morale della squadra, mirandolo alla vittoria. Il successo è avvenuto nel 1961, quando Honda ha vinto le prime 5 posizioni nelle categorie di 125 e 250 metri cubi. cm.

Conquista del mondo

Per approfittare del successo delle moto da corsa, Soichiro ha cominciato a muoversi verso mercati esteri. Nel 1964, il ramo americano della società ha sponsorizzato gli Academy Awards e la Super Bowl. Attirò istantaneamente l'attenzione e si convertì in 100 mila vendite al mese. Campagna pubblicitaria "Incontrerai le persone più piacevoli della" Honda "" ha creato una grande domanda di consumatori. La campagna è stata una vera riflessione del suo fondatore. In un annuncio di 60 secondi, una giovane madre lancia un bambino a scuola sulla sua Honda e entra in un negozio nelle vicinanze. La pubblicità in bianco e nero esteticamente perfetta ha mostrato persone provenienti da ambienti diversi in sella a motociclette di questo marchio. I spot pubblicitari a colori mostravano ragazzi e ragazze sulla Honda per attirare i giovani americani.

"Formula 1"

Il fondatore della società Honda ha vinto il mercato mondiale dei motocicli, ma ha voluto conquistare picchi ancora più alti. Ancora una volta ha scioccato gli sviluppatori, annunciando l'inizio della produzione di automobili. E 'stato un passo pratico, perché l'azienda aveva tutte le risorse e le competenze tecniche per risolvere questo problema. Ma prima che Honda c'era un ostacolo – il commercio e l'industria giapponese non rilasciarono licenze per creare nuove auto produttrici. Questo preoccupò Soichiro, passionatamente portato via da loro.

Per sconfiggere moralmente i politici, ha iniziato a esibirsi nella gara di Formula 1. L'idea era di produrre automobili più veloci e meno costose, mantenendo gli standard internazionali di qualità. La partecipazione alla "Formula-1" ha aiutato l'azienda a introdurre rapidamente innovazioni, successivamente applicate nei modelli consumer. La prima stagione del team Honda nel 1964 era piena di delusioni e sconfitte. Ma il CEO ha sostenuto la squadra di ingegneri. L'anno successivo è diventato promettente, ma anche finito con un fallimento. Soichiro Honda cominciò a preoccuparsi se il suo successo fosse limitato solo da motocicli.

Poi è arrivata l'ora della stella della squadra quando ha vinto il Gran Premio messicano. Nel 1967, Honda ha preso la pole position nel Gran Premio d'Italia. Molto meglio ha eseguito sulle tracce della "Formula 2", vincendo 11 volte di fila. La società ha promosso la sua tecnologia attraverso il motorsport.

Il sogno è avvenuto

Soichiro Honda ha lobato il governo e ha ottenuto il permesso di costruire un piccolo numero di automobili. Era coinvolto nel processo di ricerca e progettazione dell'azienda. Il suo tour europeo è diventato una rivelazione per lui quando Soichiro ha incontrato la Fiat compatta. Era più piccolo, facilmente manovrabile negli ingorghi stradali, bruciava meno carburante e richiedeva meno spazio per il parcheggio.

Ispirati dai loro colleghi europei, gli ingegneri hanno costruito la Honda Civic. La prima vettura, con l'emblema della Honda, è stata dotata di un innovativo motore diesel dotato di combustibile a combustione, che emette meno anidride carbonica e inquinanti. Il modello ha collaudato con successo la conformità alle severe norme ambientali degli Stati Uniti, provocando la rabbia dei produttori americani. Le vendite hanno superato persino le aspettative audaci e Honda Civic è diventata il numero uno negli Stati Uniti, spingendo le eminenti preoccupazioni automobilistiche.

Nel 1973, la società ha deciso di costruire una fabbrica a Marysville, Ohio. Il modello Accord è stato lanciato nel 1982. Nello stesso anno, il marchio Akkura è stato lanciato con l'aggiunta di Integra e Legends. "Akkura NSX" è diventato il primo supercar in Giappone.

Il 25 ° anniversario di Honda-Motors, Soichiro Honda e Tekeo Fujisawa si ritirarono dalla società. Genius ha trasferito la sua progenie alle mani della generazione più giovane in primissimo potere tecnologico e infrastrutturale dell'impresa.

Vita a pensione

Ma l'abilità di Honda non lo lasciava. Ha trascorso ore nel suo garage privato, ripristinando e smantellando i motori. Su invito del British Museum, ha riparato un'auto antica e ha guidato su di esso da Londra a Brighton.

Il 66enne Soichiro Honda si ritirò per diventare l'ambasciatore giapponese della buona volontà. Ha incontrato molte personalità straordinarie, ha spinto l'Oriente e l'Occidente. Ha accolto con favore il trasferimento della produzione di automobili negli Stati Uniti nel 1974 e la loro vendita in tutto il mondo. Honda non ha dimenticato la sua prole e ha spesso visitato i laboratori di ricerca della società per tenersi al passo con le ultime tecnologie. Soichiro ha felicemente ammesso che le innovazioni sono intriganti, ma non è in grado di capirle. L'ultimo sospiro fece il padrone il 5 agosto 1991. È morto a causa di un fallimento epatico. Il sognatore ha lasciato le sue convinzioni, idee e spirito nella società Honda Motor Corporation.

Fatti interessanti

  • Il fondatore della società Soichiro Honda non aveva un diploma di istruzione superiore.
  • Honda ha iniziato con la produzione di biciclette motorizzate nel 1946 e nel 1964 la sua azienda era diventata il più grande produttore di motociclette al mondo.
  • Soichiro Honda è stato il primo giapponese ad essere incluso nella American Automotive Hall of Fame. Questo è accaduto nel 1983.
  • Super Cub, fatto il suo debutto nel 1958, entro il 1960 è stato venduto nell'importo di 165 mila unità al mese. Oltre 60 milioni di motociclette di questo modello sono state vendute in tutto il mondo.
  • Il valore di mercato della società Honda supera il costo delle società "General Motors" e "Ford" combinate.
  • La società non è limitata a motociclette e automobili. Produce idrocarburi, ATV, aerei, mountain bike, falciatrici e molto altro ancora. Inoltre, Honda è impegnata attivamente nella robotica, sviluppando modelli che possono camminare, correre, ballare, evitare gli ostacoli e persino condurre l'orchestra.