852 Shares 5862 views

Una breve analisi del "storie Pietroburgo" Gogol

A metà degli anni 1830 la popolarità di Gogol è in rapida crescita. Dopo la pubblicazione di una raccolta di due volumi "Serate in una fattoria vicino Dikanka" Nikolai piacque lettori diverse altre collezioni, ognuna delle quali anche consisteva di due volumi.


L'emergere di libri insoliti

Il primo si chiama "Mirgorod". Esso comprende la storia "Vij", "Old World proprietari terrieri", "Taras Bulba", "Storia di come Ivan Ivanovich litigato con Ivan Nikiforovich". E dopo l'uscita un altro libro, molto insolito. Si chiama "Arabesque". E comprende non solo opere d'arte ma gli articoli e saggi Gogol. Si tratta di qualcosa di simile a un insieme eterogeneo di teste, per parafrasare un preventivo Aleksandra Sergeevicha Pushkina.

E 'in questa collezione pubblicato tre romanzi, che sono stati chiamati critiche Pietroburgo (nel luogo di trame d'azione). Nikolai se stesso in modo che non ha chiamato. Tuttavia, questa frase bloccato per molti decenni, è vero oggi.

Storie inclusi nelle Opere

Analizzando "le storie Pietroburgo" di Gogol, va notato opere "Nevsky Prospect", "ritratto" e "Diario di un pazzo." Anche se questa serie di racconti è percepito in modo diverso, come il lettore di oggi è più usuale includere in un paio di opere di Nikolai.

Questo lavoro di "The Nose", che è stato pubblicato nella rivista di Puskin "contemporanea". Anche "Il cappotto", che è venuto al pubblico già nel 1842, quando l'autore si apprestava a pubblicare i suoi primi lavori ciclo di vita. Facendo un'analisi storia "Vij" "Portrait" di Gogol 'e altre opere di Nikolai Vasilievich, tutta la Russia la lettura già sapeva e capito che il successore di questo scrittore Puskin. E 'stato lo scrittore che deve prendere il testimone di Alessandro.

L'analisi della "storie Pietroburgo" Gogol

Nikolai – un uomo e uno scrittore di tre culture: la Piccola russo, russo e italiano. E quando esce dal suo Poltava a San Pietroburgo, guarda il mondo attraverso gli occhi della capitale russa e ospite straniero. Ecco perché il nome di "San Pietroburgo" in questa serie di storie è qualcosa di più di un semplice luogo di azione.

Tutti gli eventi descritti in queste meravigliose opere è molto semplice, ci sono un sacco di schizzi per la casa. Tuttavia, facendo l'analisi delle "storie di Pietroburgo" Gogol ', si vede che l'autore deliberatamente andato alla semplificazione della trama e la consistenza. Ha attribuito grande importanza a questo.

Secondo lo scrittore che il soggetto personalizzato, maggiore è la necessità di avere il talento e la fantasia di farne qualcosa di straordinario, ma allo stesso tempo non privo di verità. E questo è esattamente ciò che è stato per Nikolai importante compito – per dare al lettore non solo un piacere quando si leggono i suoi libri, ma più vicino ad esso che la verità.

Descrizione Famosa della parte storica della città

Petersburg – un luogo in cui il volto degli opposti, il bene e il male si confondono le immagini bizzarre. Facendo Gogol di analisi "Prospettiva Nevskij", il lettore vede prima il più luminoso, la famosa descrizione di questa parte della città. E 'facile da abbinare con immagini liriche del Dniepr, o la notte dei romanzi del ciclo di ucraini "Serate in una fattoria vicino Dikanka".

Ma alla fin dall'inizio c'è la frase: "So che nessuno dei pallidi e burocratici dei suoi abitanti …" Fare l'analisi "storie di Pietroburgo" di Gogol, è necessario prestare attenzione ad esso. La parola "pallida" e punto "burocratica" per il fatto che la Prospettiva Nevsky – è il luogo in cui una persona si trova ad affrontare l'inganno.

In un'altra parte della storia dice Nikolai rette parole dure e terribili: "Una sorta di mondo dei demoni sgretolarsi in tanti pezzi diversi, e tutto inutilmente mescolati insieme." Mondiale Prospettiva Nevsky è l'immagine, privo di integrità, ma qualcosa che fa capolino demoniaco da dietro ogni angolo.

linee di scena e ideologiche

Quali linee ideologiche contenere "storie di Pietroburgo" Gogol? Analisi delle storie dice che sono molto chiaramente contrassegnati motivo della tentazione. Per esempio, in "Prospettiva Nevskij", uno dei suoi eroi, l'artista Pescara, andando dopo una bella donna si rende conto all'improvviso che il suo fascino verso l'esterno non significa virtù. orpello attraente non indica un'entità interna.

Superficie e proprietà di massa di un uomo diviso. E questo è molto ben visto qui nel centro di San Pietroburgo, sulla Prospettiva Nevskij, dove ogni ora passeggiata diverse persone – i tergicristalli, gli alti funzionari, i poveri. E questa è l'essenza di questo paradosso è il centro della capitale russa.

La trama delle opere "Il Naso"

Gogol di analisi Fare "Il Naso", il lettore si trova ad affrontare un mondo ancora più bizzarro. Qui stiamo parlando di eventi è del tutto impossibile. Il naso è separato dal suo proprietario, ufficiale, che si faceva chiamare maggiore, comincia a viaggiare in giro per le strade. Questo testo è molto difficile da percepire.

Come, per esempio, per capire una frase come "Il mento naso nascosto nel collare." Questa sorprendente proprietà di realtà di Gogol, che porta ad una molto diversi pensieri.

Come sarebbe insolito non guardare al lettore che la vita, che raffigurano "Storie di San Pietroburgo" di Gogol, opere di analisi suggerisce che praticamente ogni storia di questa serie v'è una sorta di parabola. In "Il Naso", ad esempio, è realizzato per mezzo del grottesco. La parola stessa significa qualcosa di fantastico, comico, brutto inizio, che è incorporato nella realtà stessa, ma non in forma esplicita.

L'analisi del racconto "Il Naso" di Gogol fa chiedersi dove tale misura, che costringe la persona a sentirsi viziato. Che cosa avete bisogno di perdere al fine di fermare te stesso sentimento stesso – reputazione, la famiglia, la carriera? Nella sua opera "Il Naso", un personaggio che ha perso questa parte del corpo perde la sua dignità e peso agli occhi della società, ed è questa mancanza dell'autore e passa attraverso il grottesco.

L'immagine del piccolo uomo

Dopo aver analizzato di Gogol "Il cappotto", il lettore confrontare l'immagine immediatamente Akakij con Pushkin capostazione. Piccolo uomo – è il personaggio principale della letteratura russa, che poi compare in tante diverse opere di scrittori di fantascienza.

Un uomo piccolo – è abbastanza difficile di organizzare una persona. L'uomo sembrava essere trasformato in una cosa di questa grande città, che non è paragonabile con le esigenze di un particolare personaggio. Che ha bisogno di empatia, se una persona retta e la realtà esterna depresso che aliena e fredda per lui.

Che la metafora è la chiave per la storia. O forse è solo una personalità primitiva, che ha bisogno di un semplice indulgenza. In realtà – è solo una persona che ha bisogno di una particella di calore e l'attenzione, così come tutte le creature che riempiono il mondo. Non trovandolo, muore purtroppo.

città misteriosa e maestosa

Non solo l'analisi di Gogol di "Diario di un pazzo" conduce il lettore a credere che San Pietroburgo Nikolai – una città in cui il fantastico e il reale si trovano nelle vicinanze. Ogni creazione dell'autore, che si trova nel ciclo "storie Pietroburgo" potrebbe essere l'episodio più insolito.

Ci cercatori di carriera e denaro coesistono con un popolo sincero e cordiale. Febbre, la follia e la morte sono vicino al servizio di alta all'arte, nessuna buona qualità. Così lo scrittore si apre il vero volto di questa città misteriosa e magnifica.

1830, quando le "Storie di San Pietroburgo" – è l'apice dell'era di Gogol. Poi iniziare a volte completamente diverse. Nikolai fronte a varie difficoltà, viene percepita come una figura tragica. Ed è stato in quegli anni, l'autore è visto come il successore di Puskin come il principale scrittore russo che rappresenta un punto di riferimento per tutta la letteratura russa.