343 Shares 3131 views

Caratteristiche di Ostap (N. Gogol, "Taras Bulba"). Caratteristiche comparative di Ostap e Andria

La storia di Gogol "Taras Bulba" è un prodotto misto. Da un lato, sembra glorificare l'impensabile potere dello spirito russo, dall'altro – spaventa il lettore moderno con descrizioni di antiche atrocità. Rimane solo ringraziare il destino per il fatto che non abbiamo dovuto vivere in quel tempo duro.


Tutti i valori dei cosacchi, i loro mezzi per raggiungere l'obiettivo e il modo di vivere, oggi guardano selvaggiamente ingiusti.

Incontro della famiglia Bulba

La trama, probabilmente, è ancora ricordata dalla panchina: l'antico colonnello Taras Bulba, dopo aver atteso dall'Accademia di Kiev dei suoi due figli – l'anziano Ostap e il più giovane Andrius, va con loro al Zaporizhzhya Sich, per il suo atteggiamento a tutti questi "scrittori e filosofie" scettico. La vera scienza considera il vecchio cosacchio una lotta calda e un partenariato di un uomo.

I suoi figli sono entrambi sani e belli ragazzi di "vent'anni". Sono differenti: la caratteristica di Ostap inizia a risolvere dalla prima pagina. Non tornando a casa, entra in una lotta con suo padre, non lasciandolo ridere a se stesso (la vecchia Bulba sembrava "scorrevole" filiale ridicola). Dobbiamo rendere omaggio al fatto che il colonnello non si è arrabbiato con il figlio maggiore, ma è proprio il contrario: è stato felice e ha voluto combattere il più giovane. Ma questo è fatto di un'altra pasta e il padre stampa immediatamente: "Eh, sei un mazunchik, come lo vedo!".

La personalità del giovane Ostap

Gogol descrive i personaggi dei suoi eroi in poche frasi espressive, e la caratteristica di Ostap è un po 'meno di altri. L'uomo è un compagno fedele e fedele, che non tradisce mai i suoi complici nelle avventure di bursak.

Il figlio maggiore di Taras è indifferente all'apprendimento, solo la minaccia di essere in servizio monastico per venti anni, espresso dal padre, lo costringe a prendere la scienza. E poi si scopre che le sue capacità non sono peggiori di quelle degli altri, ma Ostap quasi sempre non pensa a niente, tranne per la "guerra e la festa binge".

Allo stesso tempo, la gentilezza non è aliena al suo cuore (vero, con riserva di temperamento "forte e forte" e della stessa epoca). Strappare la sfortunata madre al figlio maggiore è un peccato, e lui lascia a casa, con la testa inclinata infelice.

Cherchez la femme

Il secondo figlio di Bulba è diverso dal primo nato: la caratteristica comparativa di Ostap e Andria viene immediatamente offerta all'attenzione del lettore. Il fratello minore non è un temperamento così moroso: è più disposto alla scienza e ad ogni sorta di sentimenti. Sognando le battaglie militari, tuttavia, e pensa a molte altre cose. È interessante che Andriy abbia mostrato delle qualità di leadership nell'Accademia, spesso una bestia di varie prose, e la sua ingegnosità e la sua attitudine lo hanno spesso salvato dalla pena. In questo senso, la caratteristica di Ostap è l'opposto: non ha aspirato alla direzione, non ha ritenuto necessario giustificarsi. Ha accettato la punizione ben meritata in modo silenzioso e sconveniente, che parla sia della mancanza di astuzia che della presenza di orgoglio.

La differenza principale, che la caratteristica di Andriy e Ostap parla al lettore attento, è il luogo della donna nell'anima di ognuno di loro. Se il fratello maggiore non pensa a questo, il più giovane ha imparato presto la necessità di amore, non appena aveva diciotto anni.

Il rapporto tra Taras Bulba e la metà debole dell'umanità è più che disprezzante. "Il cosacchio non si tratta di fare scontro con le donne", questa è la caratteristica categorica di Taras. Ostap, apparentemente, è riuscito a sollevare il padre nello spirito "giusto". Con il giovane non ha risolto: persino mentre studia, si incontra a Kiev, "la bella ragazza polacca", figlia di un governatore di visita, e si innamora di lei mortale. Questa sensazione lo porterà alla distruzione.

Imparare in battaglia

Dopo l'arrivo al Sich, l'anziano Bulba fa subito tentativo di martellare l'ataman alla campagna di battaglia (in modo che i figli abbattino polvere da sparo). Essendo stato rifiutato, il vecchio colonnello esplode in una tira arrabbiata, il cui significato è che la vita senza guerra è inutile.

Alla fine, Taras finalmente "fortunato". A Kosh è il cosacchio con le sfortunate notizie che in tutti i polacchi sono oppressi dal popolo ortodosso e addirittura le chiese appartengono ora agli ebrei – per servire, è necessario pagare gli "ebrei". Dopo aver ucciso alcuni dei figli d'Israele in prossimità di Sich, i cosacchi marciano la valorosa campagna e arrivano nella città fortificata di Dubno, i cui abitanti sono pronti a combattere fino all'ultimo, ma non si arrendono alla misericordia dell'esercito di Zaporozhye. Non si può dire che una tale posizione è sbagliata: la descrizione degli sfruttamenti militari dei cosacchi non suggerisce affatto la penitenza della manifesta misericordia dove: ovunque, dove i coraggiosi guerrieri passarono, bruciarono, uccisero, saccheggiarono e torturarono – così, Gogol ripete, le abitudini di quel tempo crudele .

Mente e passione

Quindi, Dubno non si arrende, ma i suoi abitanti sono in una situazione difficile: non ci sono cibo in città, i villaggi circostanti sono stati saccheggiati ei colacisti si trovano davanti alle mura, intendendo tenere l'assedio finché la carestia non faccia quello che le armi non potrebbero.

Nel corso delle battaglie, diventa finalmente chiaro quale sia il figlio maggiore di Taras: Ostap Bulba: la caratteristica che gli è stata data dal padre è la più lusinghiera: "Sarà un buon colonnello nel tempo e anche tale che il padre chiuda la vita!" Il fratello maggiore, nonostante la sua età piuttosto giovane (ventidue anni), si manifesta come uomo, creato "per fare affari militari". È coraggioso, a sangue freddo, calcoli in battaglia, in grado di valutare ragionevolmente la sua posizione e la forza del nemico. Il suo pensiero è impegnato a vincere – e trova un modo per raggiungere il desiderato, anche temporaneamente ritirato.

Immediatamente la differenza tra i fratelli è finalmente determinata: la caratteristica di Andriy e Ostap non contraddice ciò che già sanno, al contrario, è integrata da nuovi fatti.

Il figlio più giovane di Taras vede nella battaglia "la felicità e l'estasi infuria". Non è incline a valutazioni preliminari o meditazioni: questa è la natura, piuttosto appassionata e sensuale, piuttosto che calma e ragionevole. A volte, con un attacco di disperato coraggio, riesce a fare l'impossibile, e poi il padre approva suo figlio, ancora privilegiando l'anziano: "E questo è un bene … guerriero! Non Ostap, ma gentile, gentile, anche un guerriero! "

Tradimento di Andrius

Sotto la città assediata, i cosacchi sono molestati da noia, ubriachi e sacerdoti. La disciplina di Zaporozhye descritta da Gogol avrebbe terrorizzato lo specialista militare: l'intero campo è addormentato e solo Andri attraversa la steppa con un cuore stretto – non altrimenti, prevedendo il suo destino. E davvero: ecco un fantasma di una figura spettrale di qualcuno. Incasato, riconosce la sua cameriera come sua conoscenza di Kiev: il Tartaro, uscito dalla città assediata in un passaggio sotterraneo, è venuto a chiedere a Andria il pane per la sua pannochka.

Il comportamento degli eroi nel corso di eventi successivi è coordinato con la personalità di ciascuno di essi. Possiamo dire che la caratterizzazione di Taras Bulba, Ostap, Andriya è completa – rimane solo capire come le qualità spirituali possano determinare il destino.

Il giovane rappresentante della famiglia, sensuale e desideroso di piacere, perde la testa. Dopo essere andato al bel polacco con il pane, Andrii dimentica il suo dovere e la sua patria. "La mia patria è tu!" – dice al suo amato e rimane nella città assediata, dopo aver attraversato il fianco del nemico.

La notizia del tradimento di suo figlio, portata dall'ebraico Yankel, dolorosamente fa male a Taras. Ci sono vani tentativi di consolarlo: il vecchio colonnello ricorda che "il potere di una donna debole è grande … che la natura di Andria è flessibile da questo lato".

Morte dei figli

Tuttavia, la consapevolezza della debolezza filiale non induce Bulba a perdonare – è persistente, crudele e spietato nei suoi principi: attirare la più giovane prole nella foresta durante la battaglia, il padre uccide suo figlio con parole che sono diventate a lungo alato: "ti ho dato alla luce, io Ti ucciderò! ".

Avendo perso un figlio, il padre dà tutto il suo amore e l'orgoglio ad un altro. Brutalmente tagliato in battaglia, sopravvissuto a un miracolo, va a Varsavia per cercare di salvare Ostap dalla prigionia – ma questo, purtroppo, non può essere fatto. Non era possibile che il padre vedesse suo figlio (non solo per il rapido temperamento di Taras stesso, che non poteva sopportare gli insulti della guardia, che Yankel, che Yankel ci conosceva, cercava di corrompere con lusinghieri discorsi e chervontsi d'oro ).

Lasciando la speranza, la vecchia Bulba è presente nella piazza dove vengono eseguiti i prigionieri e la caratteristica di Ostap, data prima, è nuovamente confermata. Sotto la tortura, non fa un suono, in modo da non consegnare "eretici" – persone il piacere di sentire croak gemiti. La sua anima tremava solo una volta, con il tormento più crudele, e poi, cedendo alla debolezza (probabilmente l'unica volta nella sua breve vita) Ostap gridò in angoscia mentale: "Batko! Dove sei! Senti? "E stando tra gli spettatori, Bulba rispose al suo caro figlio:" Sento! ".