476 Shares 6730 views

Corazzata "Potemkin" – la nave della rivoluzione

Corazzata "Potemkin" è stato lanciato nel settembre 1900, le scorte di Nikolaev. A quel tempo era considerato il più potente della Flotta del Mar Nero. La creazione di questa nave è stato un punto di riferimento per la transizione dalle soluzioni tecniche ormai obsolete al più moderno.

Lo sviluppo del progetto e l'ingegnere di costruzione impegnate E. Schott – allievo del famoso costruttore NE Kuteynikova.

Corazzata "Potemkin" aveva elevato di prua, che permette di ridurre l'onda spazzare il suo arco in una tempesta, e le diverse opportunità di raccogliere fino a sette metri e mezzo sopra le pistole d'acqua assi. E 'stato stabilito in primo luogo la gestione centralizzata con fuoco di artiglieria, di effettuare un ufficio postale ubicato a timoneria.

Inoltre, la corazzata "Potemkin" – questa è la prima nave con nuove caldaie, design a tubi d'acqua, che sono stati utilizzati per unità di combustibili liquidi. Egli gru per il sollevamento di imbarcazioni e barche per la prima volta sulla Flotta del Mar Nero sono stati stabiliti.

Nell'estate del 1902 è una nave moderna che è stato fluttuante solo due anni, è stato inviato al completamento e riqualificazione. termini iniziali del ritorno al sistema sono stati interrotti a causa di sparare un reparto caldaia. Il danno è stato notevole. Di conseguenza, prishlos s per sostituire caldaie, adattandoli per combustibili solidi. e difetti nella torre armatura trovato. Di conseguenza, il ritorno della nave al sistema è stata ritardata fino al 1904 °.

Corazzata "Potemkin" aveva una cilindrata di 12,9 tonnellate, la lunghezza del suo corpo era 113 metri, larghezza – 22, con un pescaggio di 8,4. Una nave in movimento a tutta velocità a 16,7 nodi con un carburante di riserva 1.100 tonnellate.

squadra Battleship è formata dopo i suoi preferiti. Soprattutto l'equipaggio navale 36 ° con differenti profili di specialisti nave è stata costituita per l'artiglieri, macchinisti, posamine. Quando nel 1905 la "Potemkin" è stato finalmente lanciato a bordo servito 731 persone, di cui 26 erano ufficiali.

L'equipaggio fin dall'inizio della costruzione della nave ha stabilito stretti contatti con i lavoratori portuali rivoluzionarie mentalità di Nikolayev. A bordo anche la diffusione della letteratura bolscevica. A quanto pare, quindi, si è deciso di effettuare il completamento di Sebastopoli.

In questo momento, la marina ha iniziato a creare i socialdemocratici sotto la guida dei circoli bolscevichi Yahnovskogo, Gladkov, Petrova. E 'composto da un impiegato e di ufficiale di artiglieria "Potemkin" Vakulenchuk, è in comunicazione costante con le organizzazioni rivoluzionarie locali in molti porti russi.

Nell'autunno del 1905 la Marina pianificato una ribellione armata che doveva essere decisiva per spettacoli pubblici. Tuttavia, la corazzata "Potemkin" rivolta scoppiata mesi prima, in vista degli eventi programmati. Le accuse derivavano dalla violenza che i comandanti hanno voluto infliggere ai membri dell'equipaggio ribelli hanno rifiutato di mangiare carne avariata. La risposta alla repressione era disarmante ufficiali e marinai sparatoria. Il comandante della nave, così come ranghi diversi ufficiali di alto livello sono stati uccisi. Altri sono presi in custodia.

Così Vakulenchuk, che è stato originariamente opposto alla rivolta sulla corazzata "Potemkin-Tauride" ha rotto a parte il movimento generale, tuttavia, ha preso il comando della nave stessa. Ben presto, però, nel corso della insurrezione generale, è stato ucciso, e ha portato dallo stato d'animo rivoluzionario della nave si trovava bolscevica Matyushenko. Si sono uniti dal cacciatorpediniere N 267, in piedi su Tenderovskom raid. corazzata Reale "Potemkin" è stato la nave della rivoluzione.

Tuttavia, il 18 giugno, è stato circondato da un potente squadrone di navi undici di guerra, che intendevano distruggerla. Quando la nave ribelle ha deciso di speronare un cacciatorpediniere colpi non sono seguiti: la loro squadra, in piedi sul lato dei compagni ha preso sul ponte, gridando "Viva!".

Battleship, a bordo della quale non c'era la fornitura di acqua e ha cercato di attraccare nel porto di Odessa, e dopo – a Feodosia, dove stava aspettando l'esercito reale. Ho dovuto andare a Costanza e arrendersi alle autorità rumene che la nave ritornò in Russia.

Nel tentativo di cancellare dalla memoria anche rinominato il suo nome armadillo, e la sua squadra è in Romania come rifugiati politici.