301 Shares 7041 views

Elezioni presidenziali in Russia: gli anni, i candidati, i risultati

Diventare una forma di governo presidenziale nel nostro paese non è stato un processo facile, è successo in tempi relativamente recenti. In primo luogo, la Russia è stato un potere monarchico, guidato dal re, e il potere era ereditaria. Dopo la Grande Rivoluzione Socialista d'Ottobre, il potere nello stato, che si chiama l'Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche (URSS), era di proprietà del Partito Comunista. Il Capo dello Stato è diventato Segretario Generale.


Questa posizione è durato fino a quando l'avvento al potere di Mihaila Sergeevicha Gorbacheva, che ha introdotto nel post di Stato del Presidente dell'Unione Sovietica. E 'diventato sia il primo e l'ultimo presidente di questo paese. In futuro, la posizione del capo di stato è stato determinato dalle elezioni presidenziali. Anno in Russia, che ha preso parte ed i risultati del voto – il tema di questo articolo.

La prima delle elezioni presidenziali russe

Le prime elezioni presidenziali si sono svolte nel giugno 1991, a seguito della quale è stato eletto una posizione di alto rango, Boris Yeltsin. Va notato che in quel momento la Russia era una repubblica dell'Unione Sovietica e fu chiamato RSFSR. Mikhail Gorbachev alle elezioni non ha partecipato. Le elezioni presidenziali sono state programmate in base ai risultati del referendum tenutosi nel marzo dello stesso anno.

candidati presidenziali erano sei. Boris Yeltsin ha vinto con un margine dagli altri candidati, tra i quali Vladimir Zhirinovsky, Nikolai Ryzhkov, Aman Tuleyev, Albert Makashov, e Vadim Bakatin. Tutte queste figure hanno lasciato una traccia nella vita politica del paese in vari gradi. Ad esempio, Zhirinovsky nel 1993 è venuto alla Duma di Stato, guidato dal suo partito – il Partito Liberal Democratico – ed è rimasto lì fino ad oggi. Ryzhkov è stato anche eletto alla Duma di Stato, e divenne governatore Tuleyev, regione di Kemerovo.

Le elezioni presidenziali del 1996

Le prossime elezioni presidenziali si svolgono dopo cinque anni dopo la prima elezione, leader del paese. Il loro risultato è stato la rielezione Borisa Eltsina.

Oggi, molti stanno discutendo sul fatto che queste elezioni sono onesti, se ci fosse la frode e la falsificazione. Il fatto che il rating del presidente in carica era molto bassa di circa 3-6 per cento al momento della 1995. Anche quest'anno, le elezioni si sono svolte nella Duma di Stato, e la maggioranza dei voti ha vinto il Partito Comunista (KPRF) guidata da Zyuganov. Ci si aspettava che sarebbe stato il favorito della corsa presidenziale 1996 dell'anno. Nel primo turno delle elezioni dei 11 candidati ha ricevuto due vantaggi – Gennady Zyuganov e Boris Eltsin. Di conseguenza, è stato nominato il secondo turno, in cui Eltsin divenne presidente della Russia.

Tra i sostenitori dell'idea comunista, v'è una percezione che le elezioni sono state truccate, ma la vera vittoria è stata Zyuganov, che ha rifiutato di "combattere fino alla fine."

Nel 1999, durante i saluti di Capodanno Boris Yeltsin ha annunciato il paese che si ritira volontariamente. Recitare è stato nominato da Vladimir Putin.

Le elezioni presidenziali alla fine del secolo: 2000

Il seguito delle dimissioni di Eltsin ha iniziato elezioni presidenziali anticipate detenute alla fine del marzo 2000. Al momento della partenza della campagna elettorale, sono state presentate 33 domande, di cui 28 sono stati nominati dai gruppi di iniziativa di civili, e le restanti cinque – organizzazioni politiche, partiti. Vladimir Putin è stato nominato da un partito politico non è una persona, ma per conto del gruppo di iniziativa. Successivamente, i partecipanti sono stati 12 – il resto non sono stati registrati per vari motivi, ma solo 11 persone hanno partecipato alle elezioni. Poco prima del giorno di voto, uno dei candidati è ritirato dalla corsa.

Le elezioni presidenziali del 2000 ha portato la vittoria Vladimiru Putinu. Secondo posto per Gennady Zyuganov, il leader comunista.

elezioni 2004

Dopo un periodo di quattro anni ha iniziato una nuova campagna di per le elezioni presidenziali. A metà marzo 2004 si sono tenute le elezioni presidenziali. infatti i candidati non hanno presentato alcuna seria concorrenza per l'incumbent Vladimira Putina capo del paese, che gli ha permesso di essere rieletto per un secondo mandato. Va notato che questa volta, il partito comunista ha nominato Nikolai Kharitonov invece immutabile Gennady Zyuganov. Allo stesso modo, e il Partito Liberal Democratico ha ricevuto – al posto di Vladimir Zhirinovsky ha partecipato alle elezioni Oleg Malyshkin. C'erano anche tali candidati come Irina Khakamada, Sergei Mironov e Sergei Glazyev.

Elezioni 2008. Il nuovo presidente

Secondo la Costituzione russa, il presidente non ha il diritto di correre per un terzo mandato. In relazione a questo fatto, il parere è stato discusso nella società, che si candida ad essere "successore" Vladimir Putin. In un primo momento si è ipotizzato che il "candidato di Putin" sarà Sergei Ivanov, Dmitry Medvedev, ma poi una figura apparve sulla scena politica. E 'stato nominato dal partito politico "Russia Unita". Oltre a lui, hanno partecipato il Partito comunista Gennady Zyuganov, Vladimir Zhirinovsky del Partito Liberal Democratico e Andrei Bogdanov – il rappresentante del Partito Democratico della Russia, ma che correva come un auto-promosso. Così, la scheda elettorale erano solo quattro nomi.

All'inizio di marzo, il numero 2, ha tenuto un'elezione presidenziale. I risultati erano prevedibili – la vittoria del pupillo di Putin, Dmitry Medvedev. Secondo posto per Zyuganov, il terzo – Zhirinovsky, rispettivamente, quest'ultimo si è dimostrato Bogdanov.

terzo mandato di Vladimir Putin

Le prossime elezioni presidenziali in Russia si sono svolte nel marzo 2012. Vladimir Putin, che era dietro il bordo durante Medvedev primo ministro, ha deciso di partecipare in loro. Segue il testo della Costituzione è stato interpretato, in cui si afferma che il presidente non può essere eletto più di due mandati consecutivi. Di conseguenza, v'è stato un parere che, dopo la presidenza terza volta di Medvedev risulta non "dritto", e Vladimir Putin tranquillamente annunciato la sua candidatura per le elezioni. Oltre a lui, hanno partecipato quattro candidati – Zyuganov, Zhirinovsky, Mironov e Mikhail Prokhorov, nominati attraverso l'auto-candidatura. Il risultato è stato una vittoria per Putin, che è presidente di oggi.

Va notato che un certo numero di personaggi pubblici e politici riconoscono le elezioni come illegale, tra cui perché hanno partecipato Putin, che ha servito come presidente due volte. Alla vigilia dell'inaugurazione, il 6 maggio a Mosca ha tenuto una manifestazione di protesta è cresciuta in sommosse. Tuttavia, nessun risultato non è abilitato, oltre ad arresti e pene detentive per i membri.

Quando sarà alle prossime elezioni?

Nel 2008, fu approvata una legge, secondo la quale la durata del mandato del presidente non fece quattro anni, e fino a 6 anni. Di conseguenza, le prossime elezioni presidenziali in Russia si terranno solo nel 2018. A questo punto non si sa chi sarà solo prendere parte a loro. Will Vladimir Putin a correre per il tempo "secondo", se il partito comunista e il Partito Liberal Democratico nominato il suo leader, o scegliere nuovi candidati – domande che ancora non hanno risposte.