329 Shares 3172 views

Modelli lineari e non lineari di comunicazione

Prima di selezionare il modello di base della comunicazione, è necessario capire che, di fatto, è la comunicazione. Esistono diverse definizioni di questo processo, ciascuno dei quali in un modo o nell'altro la caratterizza. In termini più generali, la comunicazione è chiamato lo scambio di informazioni tra le persone (e non solo) utilizzando segni e simboli convenzionali e comprensibili. G.Gerbner ha definito come un processo sociale di interazione attraverso i messaggi, processo di comunicazione A.P.Panfilova chiamato un apposito scambio di informazioni, nel corso delle quali i suoi membri trasferiti suo contenuto emozionale e intellettuale. Diversa definizione proposta I.A.Richards chiamata fenomeno di comunicazione in cui la coscienza dei singoli atti sulla mente di un altro, in modo che dà luogo ad un'esperienza simile alla sua.


La comunicazione come l'interazione è richiesta si basa su uno schema o un modello specifico. Evidenziando i modelli di comunicazione, è necessario, prima di tutto, menzione è diventato un modello da manuale «5W» ricercatore americano G.Lassuella. Si compone di cinque componenti:

1) la fonte di informazioni (che dice);

2) il contenuto delle informazioni (che dice);

3) un metodo di scambio di informazioni (lingua, i codici, i canali);

4) destinatario informazioni utente (i quali viene trasmessa);

5) Il risultato finale di comunicazione (l'effetto finale delle informazioni ricevute).

Tali modelli di comunicazione sono chiamati lineare e caratterizzato da unidirezionalità, l'impatto diretto al beneficiario, che compare qui solo come una fonte di informazioni in alcun modo reagire ad esso. Spesso tali modelli sono stati criticati per il fatto che essi sono diretti in una sola direzione, e non tengono conto di una componente molto importante – l'obiettivo finale del processo necessario per l'analisi della sua efficacia. modello di comunicazione lineare anche suggerito Dzh.Gerbner, U.Shramm, R.O.Yakobson, K.Shennon e altri ricercatori.

Stand e il secondo gruppo modelli di comunicazione. Esso comprende il modello non lineare della comunicazione: interattivo, campo, interattivo, ecc Eccezionale scienziato russo e filologo Bachtin ha suggerito l'idea di un modello dialogica di comunicazione, che si basa su due essenziali per comprendere il processo di questo postulato.

In primo luogo, Bachtin sottolineato che un componente molto importante e significativo di qualsiasi enunciato è il targeting, trattamento obbligatorio per chiunque, cioè, la presenza di chi ascolta, senza la quale non ci può essere un altoparlante.

In secondo luogo, qualsiasi dichiarazione dotato di senso solo in un certo contesto in un determinato momento e luogo. In altre parole, la parola in codice, come segno di per sé non significa nulla e ha senso solo nel testo, qualcuno che legge, con ogni nuova lettura crea un nuovo significato della parola. Ogni nuovo leggere o ascoltare creare il proprio testo.

modelli interattivi non lineari di comunicazione stanno mettendo in discussione la "trasmissione di dati" termine stesso. ricercatore cileno U.Maturana ritiene che questo termine si riferisce solo al sorto nel corso della comunicazione congiunta è più o meno simile comprensione di qualcosa del terzo, in caso contrario, non è quello che avevano in mente, ciascuna delle partecipanti al processo.

terapeuti della Gestalt quando si tratta di un paziente e la comprensione della sua storia sono concetto di campo. Si tratta di un certo fondo che nasconde la questione del paziente di fronte al terapeuta, la loro relazione con l'altro come membri delle interazioni di comunicazione, nonché relativi al discorso pronunciato dal punto di vista delle esperienze di vita personali di ciascuno. Questo sfondo è di un generale, neutra. Essa aiuta a evitare errori nella interazione e ottenere il risultato desiderato in un'attività terapeutica, nonostante i diversi partecipanti l'esperienza soggettiva della comunicazione interpersonale.

Modello di comunicazione di massa sono divise in lineare e interattivo. Le differenze si osservano nei parametri fondamentali del processo di comunicazione. Quindi, se le fonti di comunicazione interpersonale sono di famiglia, i vicini e gli amici nei media – un insieme di istituzioni sociali. comunicazione interpersonale è faccia a faccia, e la massa – attraverso diversi canali tecnologici, in cui le distanze remote. Infine, nella comunicazione interpersonale può essere osservato direttamente la comunicazione diretta tra i partecipanti, e vedere una risposta diretta ad esso, e tale rapporto non è diretto, indiretto o ritardato in comunicazione di massa.