651 Shares 9441 views

Lukashenko Aleksandr Grigorevich. Presidente della Bielorussia. Foto, vita personale

Il primo e unico presidente della Bielorussia Lukashenko Aleksandr Grigorevich ad ogni cittadino del paese è un esempio e grande autorità. Per cui era così appassionato di? Perché le persone si fidano del governo dello stato per la stessa persona che è in corso da 20 anni? Biografia Lukashenko Aleksandra Grigorevicha "l'ultimo dittatore d'Europa", che verrà descritta in questo articolo vi aiuterà a trovare le risposte a queste ea molte altre domande.


Infanzia del futuro presidente

Compleanno Lukashenko Aleksandra Grigorevicha è stata una giornata estiva ordinario nel 1954. E 'successo nei Kopys villaggio nel distretto di Orsha, regione di Vitebsk. Fino a poco tempo si credeva che era nato il 30 agosto Alexander Lukashenko. Nato è stato rivisto nel 2010, come si è saputo che Alexander G. è nata dopo la mezzanotte, la notte del 31 agosto. Quando è stato registrando qualche ragione la data – 30 agosto. Nonostante il fatto che oggi festeggia il compleanno di Lukashenko su 31 dati di agosto sono rimaste le stesse nel suo passaporto.

i genitori di Alessandro divorziarono quando era ancora molto giovane, quindi l'educazione del figlio è completamente posati sulle spalle di mia madre – Ekateriny Trofimovny. Durante la guerra, ha vissuto nel villaggio di Alessandria, dopo la laurea si trasferisce al quartiere Orsa e ha ottenuto un lavoro nel settore del lino. Dopo la nascita del figlio Caterina Trofimovna di nuovo è tornato al suo villaggio natale nella regione di Mogilev. informazioni biografiche su suo padre Lukashenko Aleksandra Grigorevicha è essenzialmente gratuito. Sappiamo solo che era un bielorusso e ha lavorato nel settore forestale. Sappiamo anche che il nonno Lukashenko per parte di madre proveniva dalla regione Sumy dell'Ucraina.

Formazione e lavoro in anticipo

Nel 1971 – dopo la scuola superiore – Lukashenko Aleksandr Grigorevich arrivato a Mogilev Istituto Pedagogico nella Facoltà di Storia. Nel 1975 ha conseguito un diploma di istruzione superiore nella specialità "insegnante di storia e scienze sociali." Sulla distribuzione del giovane specialista è stato inviato alla città di Shklov, dove ha lavorato per diversi mesi presso la scuola secondaria № 1 nella posizione del segretario del comitato Komsomol. Poi fu arruolato nell'esercito – 1975-1977, ha servito nelle truppe di frontiera del KGB. Pagare i debiti patria, Lukashenko Aleksandr Grigorevich ha continuato la sua carriera come segretario del Comitato Komsomol del gorpischetorga Mogilev. Già nel 1978 è stato nominato segretario esecutivo della "conoscenza" Shklov Society, e nel 1979 entrò nel Partito Comunista.

Nel 1985, Alexander G. ricevuto un'altra istruzione superiore – laureato presso l'Accademia bielorussa agricola nella specialità "economista-organizzatore della produzione agricola."

periodo di "cooperativa"

Nel 1982, Lukashenko Aleksandr Grigorevich è stato nominato vice presidente della fattoria collettiva "Drummer", 1983-1985 ha lavorato come vice direttore dei materiali da costruzione impianto in Shklov, e dopo aver ricevuto l'istruzione nel settore dell'agricoltura è stato assegnato al lavoro di segretario del Comitato del Partito del im kolchoz. V. I. Lenina. Dal 1987 al 1994, Lukashenko ha guidato con successo l'azienda stato chiamato "Gorodets" in Shklov distretto e in breve tempo è riuscito a trasformarlo da in perdita per la linea del fronte.

I suoi servizi sono stati apprezzati, Lukashenko è stato eletto membro del comitato distrettuale del partito ed è stato invitato a Mosca.

MP Carriera

Nel marzo 1990, Alyaksandr Lukashenka è stato eletto deputato della Bielorussia. A quel tempo ero già un processo di disintegrazione dell'Unione Sovietica, e nel luglio 1990, la Repubblica di Belarus diventato uno Stato sovrano. Il futuro presidente Alexander Lukashenko è riuscito in un momento così difficile per il paese a fare una spettacolare politico di carriera. Ha creato un difensore della reputazione del popolo, un combattente per la giustizia, entrò in guerra con un governo corrotto. Su sua iniziativa, nei primi mesi del 1991, è stato licenziato dal Primo Ministro Kebich, e pochi mesi dopo ha stabilito frazione "democratici comunisti in Bielorussia."

Alla fine del 1991 il deputato Lukashenko è stato l'unico che ha votato contro l'approvazione degli accordi Belovezhskaya.

Nel 1993, la critica e l'opposizione al governo Aleksandra Lukashenko è diventato particolarmente pronunciato. In questo momento, si è deciso di istituire una commissione temporanea del Consiglio Supremo per la lotta alla corruzione e designa il proprio presidente Lukashenko. Nel mese di aprile 1994, a seguito delle dimissioni Shushkevich Stanislav Commissione eliminato come completando missioni.

Il Presidente della Repubblica di Belarus

Attività Alexander Lukashenko per esporre le strutture di potere corrotti ha reso così popolare che ha deciso di presentare la sua candidatura per riempire il più alto posto nella condizione. Nel luglio 1994, Aleksandr Lukashenko Grigorevich (foto che viene presentato in questo articolo), guadagnando oltre l'ottanta per cento dei voti, è stato il presidente della Bielorussia.

I conflitti in Parlamento

Alessandro G. dopo il suo insediamento, il presidente ha cominciato a combattere a titolo definitivo con il parlamento bielorusso. Più volte si è rifiutato di firmare leggi approvate dal Consiglio Supremo, in particolare la legge "Sulla Soviet supremo della Bielorussia". Ma i deputati hanno fatto l'entrata in vigore della presente legge, sostenendo che secondo le norme di legge della Repubblica di Belarus presidente non può mettere una firma su un documento, approvato dal Sole

Nel febbraio 1995, il conflitto in parlamento continuato. Presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko ha offerto (insieme con le elezioni parlamentari) 14 maggio e indire un referendum. E per scoprire l'opinione della gente riguardo l'integrazione delle economie della Bielorussia e della Russia, la sostituzione dei simboli dello Stato. E 'stato proposto anche per rendere formalmente russo la seconda lingua ufficiale, e l'occasione per il presidente di sciogliere il sole Ciò che è interessante, si propone di sciogliere il Consiglio Supremo per la settimana. Parlamentari hanno appoggiato la proposta è solo un presidente – in materia di integrazione con la Federazione russa, e per protestare contro le azioni di Lukashenko nella sala riunione del Parlamento in scena uno sciopero della fame. Ben presto è stato riferito che l'edificio viene estratto, e il servizio polizia antisommossa ha fatto tutti i deputati di lasciare i locali. Presidente della Bielorussia, ha detto che la polizia anti-sommossa erano stati inviati a loro per la sicurezza del Consiglio supremo dei Deputati. Quest'ultimo ha affermato che la polizia non è riuscito a proteggerli, e duramente picchiato per ordine del presidente.

Di conseguenza, il referendum previsto ha avuto luogo, tutte le offerte di Lukashenko sono stati sostenuti dal popolo.

Riavvicinamento con la Russia

Fin dall'inizio della sua attività politica Aleksandr Lukashenko è stato guidato dalla convergenza degli stati fraterni – Russia e Bielorussia. La sua intenzione, ha confermato la firma di accordi sulla creazione di pagamenti e di un'unione doganale con la Russia nel 1995, l'amicizia e la cooperazione tra gli Stati, nel febbraio dello stesso anno e la creazione della Federazione russa, la Comunità e la Repubblica di Bielorussia nel 1996.

Nel marzo 1996, anche firmato un accordo per l'integrazione dei settori umanitarie ed economiche della ex Unione Sovietica – Bielorussia, Kazakistan, Kirghizistan e Russia.

referendum 1996

Aleksandr Lukashenko ha cercato di concentrare tutto il potere nelle sue mani. A tal fine, nel mese di agosto del 1996, è comparso davanti al popolo la proposta di tenere un secondo referendum novembre settimo e prendere in considerazione l'adozione del nuovo progetto di Costituzione. In base alle modifiche apportate al documento principale del paese Lukashenko, la Bielorussia si trasformò in una repubblica presidenziale, ma il capo dello Stato ha concesso ampi poteri.

Il Parlamento ha rinviato svolgimento di un referendum, il 24 novembre e ha offerto il suo progetto di costituzione a titolo oneroso. Allo stesso tempo, i leader dei diversi partiti si sono uniti per raccogliere le firme per mettere sotto accusa Lukashenko e la Corte costituzionale vietato lo svolgimento di un referendum sulla modifica la legge principale del paese. Alessandro G. nel loro cammino verso il loro obiettivo è andato a misure drastiche – ha respinto il presidente della Commissione elettorale centrale Gonchar, ha contribuito alle dimissioni del primo ministro Chigir e il parlamento disciolto.

Il referendum si è svolto alla data prevista, ha approvato il progetto di Costituzione. Questo ha permesso Lukashenko di concentrare tutto il potere nelle sue mani.

I rapporti con il mondo

La comunità mondiale ha rifiutato di riconoscere i risultati del referendum bielorussa nel 1996. Lukashenko è diventato il nemico di quasi tutti gli stati del mondo, è stato accusato di stile di gestione dittatoriale. Benzina sul fuoco versato scandalo in complesso Minsk chiamato "Blackbird" quando non è senza la partecipazione dei diplomatici presidente bielorusso di 22 paesi sono stati sfrattati dalle loro residenze. Lukashenko, accusato di complotto contro ambasciatori stessi ciò che il mondo ha detto il Presidente della Bielorussia divieto di ingresso in un certo numero di paesi del mondo.

Lukashenko non ha rafforzare le relazioni con l'Occidente e le sparizioni di oppositori politici in Bielorussia, che ha accusato il presidente stesso.

Per quanto riguarda le relazioni tra la Bielorussia e la Federazione russa, entrambi gli stati hanno continuato a dare promesse reciproche e creare visibilità riavvicinamento, ma in realtà i risultati effettivi di creare uno stato unitario non viene raggiunto. Nel 1999, Lukashenko e Eltsin firmarono un trattato che istituisce la Stato dell'Unione.

Nel 2000, il Presidente della Bielorussia ha visitato gli Stati Uniti, a dispetto di tutti i divieti e parlò al "Vertice del Millennio". Lukashenko criticare paesi della NATO e le operazioni militari in Jugoslavia, ha accusato le autorità di alcuni paesi nelle azioni illegali e disumani.

Il secondo e terzo mandati presidenziali

Nel settembre 2001, ha iniziato un secondo mandato come presidente Lukashenko. A quel tempo, i rapporti tra la Bielorussia e la Russia stanno diventando sempre più tesa. I leader dei due paesi alleati sono stati in grado di trovare soluzioni di compromesso ai problemi di gestione. Offrire Lukashenko portare lo Stato a sua volta alleata Putin percepito come uno scherzo e ha presentato in risposta all'idea di modello europeo di integrazione che non ha dovuto fare appello al presidente bielorusso. questioni controverse riguardanti l'introduzione della moneta unica anche trovato soluzioni.

La situazione è stata aggravata e scandali "gas". Riduzione della fornitura di gas alla Bielorussia, Mosca e la conseguente cessazione della fornitura causato indignazione da parte di Lukashenko. Ha detto che se la Russia non migliora la situazione, la Bielorussia strapparlo tutti gli accordi precedenti.

La storia dei rapporti tra i due paesi ha avuto un sacco di situazioni di conflitto. Oltre allo scandalo del gas, nel 2009, c'era un cosiddetto "conflitto di latte", quando Mosca ha vietato le importazioni di prodotti lattiero-caseari bielorussi in Russia. Si ipotizza che si trattava di un gesto di insoddisfazione per il fatto che Lukashenko non voleva vendere dodici stabilimenti lattiero-caseari russi in Bielorussia. Risposta del Presidente Lukashenko è stato boicottando il vertice dei capi di governo delle istruzioni CSTO e di emissione per l'introduzione immediata di dogana e controllo delle frontiere al confine con la Federazione Russa. Controllo è stato introdotto il 17 giugno, ma lo stesso giorno e cancellato, come i negoziati tra Mosca e Minsk, si è deciso di riprendere le forniture di prodotti lattiero-caseari bielorussi in Russia.

Nel 2004, il presidente bielorusso ha avviato un altro referendum, il cui risultato è stato abrogato una disposizione che la stessa persona può essere eletto alla presidenza per due mandati consecutivi. I risultati e il referendum non erano di gradimento degli Stati Uniti e l'Europa occidentale, e hanno introdotto una serie di sanzioni economiche contro Lukashenko e Bielorussia.

La dichiarazione Wright Kandolizzy che la dittatura in Bielorussia dovrebbe certamente essere sostituita dalla democrazia, Alexander Lukashenko ha detto che non avrebbe permesso alcun rivoluzioni "colorate", pagati da banditi occidentali nel territorio dello Stato.

Nel marzo 2006, il successivo si sono svolte nella Repubblica di Belarus elezioni presidenziali. Vittoria, sostenuta da 83% dei voti, ancora una volta ha vinto Lukashenko. strutture di opposizione e alcuni paesi non riconoscono i risultati delle elezioni. Forse perché per i bielorussi interessi presidente del suo stato è sempre di primaria importanza. Per lui, i cittadini sostengono – questo è ciò che è importante qui è il più alto onore e il riconoscimento. Nel dicembre 2010, Alexander Lukashenko è stato eletto presidente per la quarta volta, guadagnando 79,7 per cento dei voti.

Servizi alle persone

Più di venti anni della presidenza della Bielorussia Aleksandra Grigorevicha Lukashenko è stato in grado di raggiungere alcuni dei più alti tassi di crescita economica. presidente bielorusso, a dispetto di tutte le sanzioni degli Stati Uniti e dell'Unione europea, è stato in grado di stabilire buone relazioni con molti paesi del mondo, di preservare e sviluppare le industrie nazionali della produzione industriale, a sollevare dalle rovine di agricoltura, l'ingegneria e l'industria della raffinazione del petrolio dell'economia nazionale.

Famiglia Lukashenko Aleksandra Grigorevicha

Il presidente della Bielorussia dal 1975 è ufficialmente sposata con Zholnerovich Galinoy Rodionovnoy. Ma la stampa ha appreso che la coppia ha vissuto separatamente. Il presidente ha tre figli. I bambini Lukashenko Aleksandra Grigorevicha andato le orme del padre, il figlio maggiore di Vittorio svolge le funzioni di consigliere del presidente per la sicurezza nazionale, il figlio di mezzo, Dmitry, è presidente del consiglio centrale del Club Sports presidenziali.

Il figlio più giovane Nikolaj – un figlio illegittimo. Secondo una versione, la madre del ragazzo è Abelskaya Irina, una ex famiglia Lukashenko medico personale. Media ha osservato che il presidente a tutti gli eventi ufficiali e anche parate militari appare sul suo figlio più giovane. I media si diffuse informazioni che Lukashenko si appresta Nikolai alla presidenza, ma lui Alyaksandr Lukashenka ha chiamato le voci "nonsense". I bambini Aleksandra Lukashenko, nelle sue parole, sono liberi di scegliere il loro modo di vita.

Il presidente della Bielorussia sette nipoti: quattro – Victoria Alexander, Valeria, e Jaroslav – bambini figlio maggiore Victor, tre – Anastasia, Daria e Alexander – la figlia del secondo figlio, Dmitri. Prestare più attenzione a loro nipoti – questo è ciò che ha reso una priorità nella ripartizione del tempo libero Lukashenko Aleksandr Grigorevich.

La moglie del presidente e tutta la famiglia lontano dalla politica, su insistenza di Lukashenko, quasi mai parlare con la stampa.