792 Shares 9498 views

Dea della Fortuna – la personificazione della fortuna cieca

Dea della Fortuna – l'incarnazione della femminilità, il successo imprevedibile, la ricchezza materiale, la felicità senza limiti. La sua immagine è stato a lungo associato solo con un impatto positivo sulla vita delle persone. Essa si manifesta nella cura e protezione degli eletti, che del cieco caso, a prescindere dalla situazione finanziaria e la posizione nella società, ha avuto l'onore di ottenere sotto il suo patronato.


Dea è una sorta di talismano in particolare le donne e le ragazze che si preparano a sposarsi per la prima volta, le madri di bambini nati in amore e il matrimonio. Perché lei – una donna, simboleggia la femminilità, l'innocenza, la modestia, la compassione e la maternità.

Le radici storiche del culto dio

Fortuna – la dea della fortuna, la prima prova di culto che sono stati registrati dagli antichi romani e gli italiani. Durante gli scavi nel territorio di Italia moderna hanno scoperto un tempio costruito nel VI secolo aC. e, che per caso si trova nei pressi del tempio di Mater Matuta -. patrona delle donne sposate, la dea della fertilità.

agricoltori Inizialmente, la dea romana Fortuna era adorato, giardinieri, simboleggiavano la fertilità, protetti il raccolto dai parassiti, il tempo. Più tardi, il suo nome è diventato sinonimo di innocenza, era considerata un oggetto di culto delle donne rispettabili, una volta per sposarsi, un simbolo di origine materna.

Divinità è raffigurata come una giovane e bella donna con una cornucopia nelle sue mani, bendati, seduti sulla ruota. Ogni attributo è diventato una parte integrante della sua immagine, una specie di simbolo, portando un significato nascosto, uniti come un segno di femminilità e bellezza pura.

L'immagine della divinità con cornucopia

Tradizionalmente, l'immagine della dea associata alle sue attività, portata della protezione e difesa. Dea Fortuna con cornucopia simboleggia un raccolto fertile, la prosperità a casa, felicità immensa, fortuna e prosperità, ricchezza incalcolabile e prosperità.

Horn of Plenty nell'antica mitologia greca raffigurato diretto verso l'alto, sempre affollato di traboccante di fiori, frutta, uva, e apparteneva Pluto – il dio greco della ricchezza. Nel Medioevo ha acquisito la qualità del Santo Graal, ha avuto l'onore di bere da cui le ricchezze incalcolabili, eterna giovinezza e la vita, il perdono di tutti i peccati terreni.

Themis – una dea della giustizia, protettore degli innocenti, è stata ritratta come la dea Fortuna con cornucopia.

Il significato simbolico della pala

Dea Fortuna con un remo simboleggiato la scelta giusta direzione, ammonito i peccatori, avendo perso la retta via, li indicando il vero cammino nella vita. Remo – un simbolo di controllo del movimento. Aiuta a superare gli ostacoli e governare la barca alla riva destra, anche se la nave si muove contro corrente.

Anche pagaia in Egitto significava potere, la capacità di gestire. Paddle, essendo un attributo della divinità fluviali, porta un senso di alta conoscenza, forza invincibile, e una quantità infinita di abilità.

Dea sulla ruota

Dea fortuna alla ruota o palla simboleggia la variabilità e imprevedibilità del destino. La ruota stessa, è in continuo movimento, e significato un cambiamento, e la capacità di muoversi in avanti, superare gli ostacoli. Muoversi intorno al proprio asse, la ruota indica simbolicamente il ripetersi degli eventi, tutto il premio che meritava. Terra come una palla e ruota, rotondo, il che significa che ognuno otterrà buono come data, non risparmiando.

bendato

Dea Fortuna raffigurato con gli occhi bendati, simboleggiato fortuna inaspettata. Nascosto, sconosciuto a far avanzare il segreto di che avere la possibilità di godere di tutti i tipi di benefici, la ricchezza inaspettata. La benda sugli occhi rappresenta la scelta del destino, il suo effetto sulla vita umana, elude l'uomo stesso, e anche la dea, perché è cieca. Lei non vede, che distribuisce benedizioni in abbondanza. Essa non divide le persone in buoni e cattivi, ricchi e poveri, è solo per caso, un gruppo indipendente di circostanze, li dota di loro benedizione – doni materiali.

Fortuna – è il destino, la cui essenza è mutevole e imprevedibile. Il destino non può essere previsto, è impossibile da vedere e prevedere. La vita – questo è un insieme casuale di eventi e circostanze che inducono la gente a fare una scelta, la scelta di un certo percorso e di costruire la propria vita.

Ma è davvero la persona stessa è in grado di cambiare il corso degli eventi? Ha previsto nel decidere il destino molto prima della loro adozione a loro? Non sono persone burattini nel vortice di eventi della vita, inventato da menti superiori? Queste domande retoriche è alcuna risposta, e forse non lo faranno mai.

Dopo tutto, le risposte possono essere trovate solo quando la possibilità di imparare tutti i segreti del mondo spirituale, l'universo, a capire il senso della vita e della morte. Ma, purtroppo, nessuno può dire al mondo dei vivi. Dopo tutto, per i vivi è un libro chiuso, che può essere letto solo dopo la morte.