888 Shares 5949 views

Colla per metallo: varietà e regole di lavoro

Praticamente qualsiasi colla metallica, che si trova nei negozi, ha un'elevata resistenza. Più spesso, la struttura legata non viene distrutta all'interno dello strato adesivo, ma ai confini del metallo che viene unito. Così, la forza dell'adesione adesiva dipende principalmente dalla preparazione della superficie.


Di solito il rivestimento è contaminato con diversi oli, scale, residui di vernice, segni di corrosione. Eliminare tutto questo da entrambi i mezzi chimici e meccanici.

Prima di applicare la colla per il metallo, la superficie contaminata viene trattata con soluzioni di acidi o alcali, nonché composizioni speciali per la rimozione della ruggine e della pulizia. L'azione di acido o di alcali si basa sul fatto che gli ossidi sono più rapidamente distrutti del materiale di base. La pulizia con reagenti chimici è più veloce ed è molto più conveniente del trattamento meccanico. Inoltre, sulla superficie del metallo si forma uno strato stabile che aumenta la resistenza e la durata del giunto adesivo.

La pulizia della superficie meccanica viene effettuata anche prima di applicare la colla per il metallo. In questo caso vengono lavorati con materiali abrasivi (spazzole metalliche, sabbiatura, sabbiatura o carta vetrata). La superficie risultante diventa più ruvida, che aumenta l'area di interazione dell'adesivo e del metallo, quindi la resistenza dell'articolazione aumenta.

Oggi sul mercato ci sono diversi adesivi per il metallo, che hanno le loro caratteristiche e composizione.

Uno dei materiali più comuni è la colla di acetato di polivinile (PVA). Permette di lavorare con legno, vetro, metallo, cuoio, tessuti, ecc. La sostanza viene applicata in uno strato sottile a superfici precedentemente sgrassate, strettamente compresse. La presa dell'adesivo avviene dopo 20 minuti, dopo un giorno viene osservato un completo essiccamento.

Richiesta di un adesivo così noto per gomma e metallo, come "Moment". È anche in grado di combinare legno, ceramica, plastica, feltro, PVC duro, ecc. Questo materiale è tossico e infiammabile. Dovrebbe essere impiegato solo in locali ben ventilati o aperti, lontani da fonti di fuoco. L'agente viene applicato un sottile strato sulle superfici preparate, mantenuto per un quarto d'ora, e poi comprime i materiali collegati per alcuni secondi.

Quasi tutti sanno di colla epossidica, che consente anche di collegare metallo, vetro, legno e altri materiali. Inoltre, l'utensile viene utilizzato per sigillare crepe e fori, può essere utilizzato come rivestimento in vernice.

Questo adesivo per metallo ha resistenza all'olio e all'acqua, e serve anche come un buon isolante. La sostanza è tossica. In caso di contatto con la pelle, lavare immediatamente con acqua calda e sapone. Il prodotto non può essere usato per incollare prodotti alimentari. La colla stessa viene preparata con la resina e l'indurente inclusa in un rapporto di 10 a 1. Dopo agitazione per 10 minuti la soluzione deve essere applicata sulla superficie con uno strato sottile e poi incollato. La polimerizzazione parziale della soluzione si verifica dopo 4 ore, l'indurimento completo avviene durante il giorno.