808 Shares 6344 views

Zharov Aleksandr: creatività poeta sovietico

Zharov Aleksandr – Russo, poeta sovietico le cui poesie sono ampiamente conosciuti fino ad oggi. Le sue opere sono state scritte durante l'era sovietica, ma oggi sono rilevanti.


la biografia del poeta

Zharov Aleksandr Alekseevich è nato 31 Marzo 1904 nella regione di Mosca. il padre del poeta era un semplice albergatore. Zharov Borodino Alexander diplomato alla scuola del villaggio, poi iscrive alla Scuola Mozhayskoe. Nel 1917, Alexander A. divenne uno degli organizzatori del circolo educativo e culturale.

Nel 1918, Zharov Aleksandr ha iniziato a lavorare come segretario della cellula Komsomol. Fino al 1925, Alessandro ha una posizione di leadership negli organi del Komsomol, in un primo momento lontano dalla sua terra natale – in Mozhaisk, e poi è stato trasferito a Mosca, il Comitato Centrale del Komsomol.

Date importanti nella vita del poeta

Nel 1920, Aleksandr A. ingrossare le fila del Partito comunista dell'Unione Sovietica.

Nel 1921 inizia ad insegnare Zharov dell'Università Statale di Mosca presso la Facoltà di Scienze Sociali.

Nel 1922, Alexander ingrossare le fila dei fondatori dell'Associazione degli Scrittori "Giovane Guardia".

Nel 1941, Aleksandr Alekseevich Zharov era il capo corrispondente della rivista "Krasnoflotec".

Un poeta: l'alba della carriera

Già in età scolare precoce Zharov si interessò alla poesia. Le sue prime poesie sono state pubblicate sulla rivista "Creazione" della scuola.

"Alexander Zharov – poeta" – così ha cominciato a parlare di Zharov già nel 1920. La sua poesia goduto di grande popolarità nel 1920-1940-zioni. Tra i fan della creatività del giovane poeta, per la maggior parte sono stati i rappresentanti dei giovani del tempo.

L'elemento centrale del suo lavoro è stata la glorificazione della gioventù sovietica. Inoltre, Alexander A. precetto principale per l'intero dell'URSS considerato partigianeria. Questi atteggiamenti e principi che hanno creato un'immagine poetica, che è peculiare ad esso Aleksandru Zharovu.

Tuttavia, come un giovane e famoso, e Zharov aveva detrattori. Uno di loro era Vladimir Mayakovsky. Le sue idee preconcette chiaramente espresse nella dichiarazione, che ha dedicato Aleksandru Zharovu: "… spesso gli scrittori scrivono in modo che non è chiaro, o il peso, o se è chiaro e si scopre una sciocchezza" Un tale atteggiamento negativo alla creazione Zharov da Majakovskij è ancora sconosciuta.

Si ritiene che nel romanzo Mihaila Bulgakova "Il Maestro e Margherita" è un ovvio riferimento alla canzone "Soar falò." Sulla base di questo parere, i critici hanno concluso che Alexander Zharov era il prototipo dell'eroe poeta del romanzo Ryukhin.

Nel 1920, ha goduto di grande popolarità contea giornale "Voce del lavoratore." Spesso poesie Alexander A. è stato pubblicato in questo giornale. Queste poesie sono molto diversa da quella successivamente lavora Zharov sua inettitudine, ma tutte le linee erano piena di eroismo rivoluzionario, pathos e tagliente massimalismo giovanile.

Un poeta durante la Grande Guerra Patriottica

In tempo di guerra il poeta servito nella Marina. Dove il poeta ha avuto nessuna visita, non importa ciò che doveva vedere, essendo un tipo di creatività, Zharov sempre scritto dei suoi compagni marinai come un guerriero coraggioso e forte, che può andare a qualsiasi impresa.

Cantautori e Zharov posto tra di loro

Nonostante il fatto che Majakovskij parere fortemente influenzato l'opinione pubblica circa il lavoro di Alessandro, il poeta si trovò nel songwriting. Il suo contributo alla canzone di massa sovietica si è rivelato fantastico. Alessandro, come altri cantautori di questo genere, ha scritto il suo migliore musica 1930-1950. Le canzoni più conosciute sono stati "Soar falò Blue Nights", "Song of escursioni passato" e "salice triste."

Speciale pubblica meritato love song "Armonia", su cui ha scritto Mikhail Svetlov, se il suo "Granada" e Zharovskaya "Armonia" – due sorelle che sono collegati tra loro.

Gli anni del dopoguerra di vita e di lavoro di Aleksandra Zharova

Già negli anni del dopoguerra, quando il popolo russo ha dovuto prendere un respiro da solo la fine della guerra, Zharov ha scritto la canzone "Noi siamo per la pace", che divenne una sorta di inno degli anni del dopoguerra.

Così come nella poesia, canzoni Alexander A. ha scritto sul paese, sulla natura della loro terra natale. Va notato che anche dopo Zharov ha ricevuto una grande porzione di approvazione pubblica e il riconoscimento, non ha dimenticato la sua terra natale. Veniva spesso a sua patria, leggere e ha cantato il suo lavoro come un lavoratore normale, la gente dalla fattoria e alle giovani generazioni.

Uno dei più brillanti eventi nella vita di Alexander Zharov stato l'incontro con Vladimirom Ilichom Leninym, che ha ricordato e parlato molto.

Così come per tutto il popolo sovietico, la maggior parte di tutte le emozioni del poeta evocato ricordi della guerra. Ha detto al suo giovane pubblico circa le gesta di guerra di, che erano valorosi guerrieri per salvare le loro vite e le vite dei loro persone.

7 Settembre 1984 il primo poeta è morto all'età di 80 anni. Alexander Zharov sepolto al cimitero di Kuncevo a Mosca.