319 Shares 3459 views

l'economia politica classica


L'origine di questa scuola nel 17 ° secolo a causa del fatto che la prima dottrina economica ufficiale – il mercantilismo – non è aggiornato, e non poteva più continuare ad affrontare problemi che affliggono l'economia in quel momento. Classica economia politica, che è universalmente riconosciuto come l'antenato di W. Petty, ha avuto luogo nella sua formazione alcuni passaggi, che vorremmo parlare di più.

La prima fase – la fine del 17 ° secolo e 18 ° precoce, quando William Petty in Inghilterra e Per Buagilber in Francia ha cominciato a sviluppare nuovi in quel momento la situazione per quanto riguarda le questioni economiche, che presto si è evoluta in un tale pensiero, come una scuola classica dell'economia politica.

Va notato che nella scuola classica a metà del 18 ° secolo, ha sviluppato una tendenza interessante come fisiocrazia, il cui fondatore è Fransua Kene. I rappresentanti di questa tendenza soprattutto sottolineato l'agricoltura, nella convinzione che solo in realtà crea un prodotto. E, per esempio, gli stessi fabbri convertire semplicemente materiali già esistenti, quindi il loro lavoro non è così significativo.

La seconda fase è pienamente associata ai economista Adam Smith, la cui opera "La ricchezza delle nazioni" (1776) è ancora una questione di grande interesse scientifico. La sua famosa "mano invisibile" è stato riconosciuto come un'idea eccezionale di tempo e da molto tempo riconosciuta solo corretta. La linea di fondo è che ci sono alcune leggi oggettive che hanno contribuito al fatto che qualsiasi ricerca per i benefici del singolo ancora portare a beneficio di tutta la società. A sua volta, v'è un meccanismo di mercato che bilancia tra gli interessi di acquirenti e venditori.

La terza fase (quasi tutta la prima metà del 19 ° secolo) è stato caratterizzato dalla transizione, soprattutto in Inghilterra, per la produzione automatizzata, che ha contribuito alla realizzazione della rivoluzione industriale. economia politica classica in fase di sviluppo di Ricardo, T. Malthus, JB Sembrare.

In finale, quarta tappa, che ha avuto tutta la seconda metà del 19 ° secolo, Karlom Marksom, prima di tutto, ha prodotto la compilazione dei migliori lavori presentati per tutto il tempo, fino a quando c'era una scuola classica dell'economia politica.

Devo dire che questo è spesso chiamata la scuola un po 'diverso – una politica economica borghese. Il fatto che era con lei, ed è stato ulteriormente sviluppato l'economia politica classica, come rappresentanti si sono concentrati sulla tutela degli interessi della borghesia. I loro suggerimenti circa l'economia classica del laissez-faire in contrasto idee mercantili che sono stati ampiamente utilizzati per politiche protezionistiche.

economia politica classica – questo è veramente un fondamentale studio di molti processi economici sulla base non solo gli argomenti e le ipotesi, e gli studi teorici. Così in contrasto con la classica dell'empirismo mercantilista.

economia politica classica è caratterizzata dai seguenti fattori:

  1. Essa si basa sul lavoro teoria del valore. I classici dicono che qualsiasi prodotto valutato in termini di quantità di sforzo è stato speso per la sua produzione.
  2. Lo stato dovrebbe intervenire nell'economia è minimo.
  3. Visualizza classici confinati alla sfera della produzione, mentre la sfera della circolazione va sotto il ciglio della strada.
  4. Introdotta la categoria di "uomo economico", che è considerato proprio quello che tutti vogliono beneficiare, ma trascurato i fondamenti morali ed etici.
  5. Il denaro è stato pagato non molta attenzione, la maggior parte delle loro funzioni non sono semplicemente considerati. Il denaro – solo allora, per mezzo di ciò che è possibile per lo scambio di prodotti.
  6. Sorgeva dipendenza: più salario, maggiore è l'aumento del personale, e viceversa.

Così, l'economia politica classica – la dottrina, che ha sostituito il mercantilismo, che a causa di alcuni fattori (lo sviluppo delle relazioni merce-denaro, il completamento della accumulazione primitiva del capitale , ecc) non è tenuto il passo con il progresso economico della società in quel momento. Tuttavia, per la scienza entrambe le correnti sono un valore incredibile e con interesse non solo studiato dagli economisti.