476 Shares 4829 views

Lomonosov fabbrica di porcellana: la storia, i prodotti e lo stigma. figurine di porcellana del periodo sovietico

Storia dell'industria whiteware in Russia ha più di 250 anni. Durante questo periodo che stava attraversando alti e bassi. Lomonosov Porcelain Factory è la più antica azienda del settore nel paese. Egli agisce oggi, ma con un nome diverso.


Qual è la storia della fabbrica di porcellana Lomonosov? Quali sono i prodotti che produce oggi? Questo si impara da questo articolo.

Porcellana Russia: storia dello sviluppo dell'industria

Durevole, resistente a varie influenze e bella materiale aspetto chiamato porcellana è stato a lungo utilizzato per la produzione di articoli per la tavola e gli elementi interni. Al suo cuore – i quattro elementi naturali: il caolino, quarzo, argille e feldspati. Il primo "formula" ha portato porcellana cinese è ancora nel VII secolo. Gli europei ricetta per la sua produzione divenne noto molto più tardi – solo all'inizio del XVIII secolo.

La prima nell'impero russo per la produzione di manifattura di porcellana origine nel 1744 a San Pietroburgo. Questa è precisamente la fabbrica di porcellana Lomonosov. Tuttavia, oggi ha un nome diverso – imperiale.

Raggiunto uno sviluppo senza precedenti della produzione di porcellana in Russia durante l'era sovietica. A quel tempo, nel nostro paese ha operato 80 imprese del settore manifatturiero, che produce prodotti principalmente nel consumo di massa. Purtroppo, oggi in fabbrica solo tre di porcellana in Russia per operare pienamente.

Lomonosov Porcelain Factory, San Pietroburgo: Storia e lo stigma

più antica fabbrica di porcellana della Russia si trova nella città di San Pietroburgo. Anno della sua fondazione – nel 1744-esimo.

Inizialmente, l'azienda è stata nominata Nevsky fabbrica di porcellana. A partire dalla metà del XVIII secolo e fino al 1917 è stato chiamato l'impianto imperiale, e dopo la rivoluzione – lo Stato. Nel 1925, ha ricevuto un nuovo nome: Leningrad porcellana pianta dal nome M. V. Lomonosova. Una versione abbreviata del LPF ha vissuto fino ai giorni nostri. Nel 2005, l'impianto è stato conosciuto come l'Imperiale di nuovo.

Alla fine del XIX secolo, il museo è stato istituito in fabbrica. Con ordinanza dello zar Alessandro III, ogni ordine della famiglia imperiale doveva essere fatta in due esemplari – uno di loro a sinistra in questo museo. Così, la sua collezione costantemente e regolarmente aggiornato con nuove opere. Il governo sovietico ha mantenuto il museo al LPF. Inoltre, durante la seconda guerra mondiale, tutte le sue collezioni sono stati evacuati alla città di Irbit negli Urali.

In epoca sovietica, la fabbrica di porcellane di Leningrado è stato riorientato per la produzione dei prodotti di massa di qualità media. Un enorme numero dello stabilimento hanno prodotto articoli per la tavola, servizi da tè e figurine. Nel 20-30-zioni del lavoro in fabbrica dei famosi artisti sovietici: Ilya Chashnik, Nikolai Suetin e Kazimir Malevich.

Per lungo tempo la pianta ha utilizzato un marchio in forma di tre lettere intrecciate: LPF. Dal 1991, sotto l'acronimo apparso firma: Made in Russia. Attualmente, l'impianto utilizza un nuovo marchio, che raffigura un'aquila a due teste in blu. Sopra l'aquila imperiale ha porcellana iscrizione sotto di esso – anno della base vegetale (1744-s) e il nome della città in lingua inglese (San Pietroburgo).

prodotti vegetali moderni

Ad oggi, la fabbrica di porcellana imperiale produce più di 4 mila oggetti di vari prodotti. La gamma di prodotti è estremamente ampia. Essi sono:

  • piatti (caffè, posate e tè);
  • sculture e statuette (animalesco, genere, agitazione);
  • vasi;
  • piastre, bussole;
  • Teiere e caffettiere;
  • tazze;
  • occhiali;
  • tazze e piattini;
  • posacenere, e molto altro.

Tutti i prodotti sono realizzati in porcellana solido o di osso, decorata con dipinti (Sub e smalto). La società ha un proprio sito dove si può leggere una lista più dettagliata dei prodotti fabbricati dalla fabbrica di porcellana Lomonosov. Negozio in fabbrica (società) è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 20:00. Registra indirizzo: Avenue Obukhov Difesa, 151.

Scultura della fabbrica di porcellana Lomonosov

figurine in porcellana molto popolari, costruite sulla base del LFZ marchio. E non solo moderna, ma anche il vecchio, Soviet. Questi ultimi sono particolarmente utile per i collettori.

La scultura, realizzata nei laboratori della pianta imperiale, è ricco di dipinti, studio minuzioso di tutti i dettagli, l'eleganza e l'individualità di prestazioni. L'azienda attualmente produce sia il genere e la scultura animalesca. Inoltre, la sua tecnologia di produzione non è cambiata per più di un secolo: tutte le figure maestri eseguono a mano.

All'inizio del XX secolo, il biscotto impianto replicata in diverse opere del famoso scultore estone Amandus Adamson (in particolare, la "Nascita di Venere", "Demon", "Il grido dell'anima"). Non meno famosa serie di sculture è stato creato oggi nel corso del periodo 1907-1917. Si tratta di una serie chiamata "Popoli della Russia". L'autore della maggior parte delle sue figure è stato lo scultore Pavel Kamensky. Nel 2007, la fabbrica di porcellana imperiale ricreato le 36 (su 74) sculture della serie.

LPF: i primi 5 figurine più costosi

Al momento attuale, i russi (così come i residenti di altri paesi post-sovietici) si svegliò grande interesse per la porcellana sovietica. In particolare, per le figurine. Su vari siti e forum collezionisti possono vendere o comprare una figurina della pianta di Leningrado.

Abbiamo analizzato diverse di queste risorse Internet specializzati, e identificato cinque dei costi più costosi figurine provveduto alla riadozione l'era sovietica:

  • "Stepan Razin", 1960 (prezzo approssimativo – 85 000 rubli).
  • "Hooligan con un balalaika", 1970 (75 000 rubli).
  • "Saldatore", 1970 (67 000 rubli).
  • "Il ragazzo con l'alfabeto", 1950 (65 000 rubli).
  • "Vakula sulla linea", 1950 (56 000 rubli).