524 Shares 9131 views

"Amoxiclav 625": istruzioni per l'uso, revisioni, analogo

Tra gli agenti antimicrobici del farmaco "Amoxiclav 625" recensioni dei pazienti e degli esperti sono più indicativi. La medicina è considerata l'antibiotico più massiccio e pertanto ha meritato grande riconoscimento. A causa di una vasta gamma di azioni, la sicurezza dell'uso nei bambini e nelle donne in allattamento, "Amoxicillin clavulanate" copre quasi completamente la sfera della terapia empirica delle infezioni respiratorie e genito-urinarie ambulatoriali.


Caratteristiche del problema e analoghi

Il farmaco "Amoxiclav 625" è prodotto dalla società slovena Lek ed è posizionato come medicinale, la cui sostanza attiva è aminopenicillina amoxicillina e acido clavulanico. Il primo svolge il ruolo di un antibiotico e l'acido protegge contro le beta-lattamasi batteriche. Nella composizione compressa "Amoxiclav 625 mg" contiene 500 mg di antibiotico, 125 mg di clavulanato e sostanze ausiliarie.

Il farmaco con la sostanza attiva amoxicillina è disponibile sotto una varietà di nomi. Gli analoghi più qualitativi sono le seguenti aminopenicilline protette: Amoclav, Augmentin, Flemoclav, Amklav, Farmentin, Amoxicar Plus, Augmenta, Medoklav. Ci sono anche penicilline non protette, che sono analoghi di classe di "Amoxiclav": "Amoxicillin", "Amoxicar", "Amosin", "Hikontsil" e altri. La loro efficacia è approssimativamente la stessa.

Rilevanza del farmaco

A proposito della preparazione "Amoxiclav 625" recensioni di esperti sono molto semplici. Questo è un medicinale di alta qualità, uno dei pochi farmaci antimicrobici orali che hanno pochi effetti collaterali. Per questo motivo, è usato in tutti i casi in cui l'amoxicillina era appropriata. E "Amoxiclav" è un rappresentante dei preparati combinati. È protetto da acido clavulanico dalla penicillinasi, un enzima che distrugge l'anello di laccato di un antibiotico. Grazie alla protezione, "Amoxiclav" è diventato più attivo in relazione alle cellule microbiche.

testimonianza

Allegato alla droga "Amoxiclav 625" istruzione contiene indicazioni di malattie infettive, nel trattamento di cui l'antibiotico è permesso di utilizzare. Questi sviluppano spesso infezioni respiratorie, intestinali e urogenitali di gravità lieve o moderata. In forme lievi, la monoterapia con il farmaco è appropriata, mentre la moderata e grave dovrebbe essere trattata in un ospedale con una combinazione di antibiotici. In generale, le indicazioni per l'uso del farmaco "Amoxiclav 625 mg" l'istruzione descrive come segue:

  • Infezione degli organi superiori del sistema respiratorio (forme croniche e acute di tonsillite, faringite, sinusiti, media otite);
  • Malattie infettive del tratto respiratorio inferiore (forme acute e croniche di bronchite, polmonite);
  • Malattie batteriche del sistema genitourinario (pyelonefritis, uretrite, cistite, salpingoophorite, pelvioperitonitis, endometritis, gonorrea e cancroidi);
  • Osteomielite cronica;
  • Infezioni cutanee, punture animali infette, ferite contaminate da batteri;
  • parodontite.

Per il paziente, la principale fonte di informazione sull'uso della droga "Amoxiclav". 625 mg di sostanza medicinale, prescritta tre volte per un adulto, può effettivamente trattare le malattie del sistema respiratorio, causate principalmente dalla flora gram-positiva. E con il periodo di trattamento ARI è di solito 5-7 giorni.

Controindicazioni

La sicurezza del farmaco e la bassa tossicità record della classe delle penicilline non esclude la presenza di controindicazioni.

Hanno una piccola medicina. Sono correlati alla presenza di una malattia concomitante, a una reazione allergica o allo stato fisiologico dell'organismo. Le controindicazioni sono le seguenti:

  • La presenza di indicazioni per il verificarsi di ittero colestatico, un aumento dell'attività di aminotransferasi o lo sviluppo dell'epatite causato dall'uso anteriore di Amoxiclave, dei suoi analoghi o dei rappresentanti del gruppo penicillina;
  • Insufficienza epatica, leucemia linfocitica, mononucleosi dovuta ad aggravamento del numero e della gravità degli effetti collaterali;
  • Sensibilizzazione allergica al farmaco o ai suoi componenti;
  • Indicazione del verificarsi di reazioni allergiche di tipo immediato quando si assumono altri agenti antimicrobici beta-lattamici;
  • Controindicazioni temporali relative: gravidanza nel terzo trimestre, allattamento.

Rischio di allergia

Se c'è un'indicazione nella storia del paziente di un'allergia di un tipo locale, allora "Amoxiclav" non viene assegnato. Se l'anafilassi o l'edema di Quincke si sviluppano in risposta alla presa di altri antimicrobici beta-lattamici, anche "Amoxicillin clavulanate" non dovrebbe essere preso. Poi la droga scelta è un rappresentante di un certo numero di macrolidi con un corso lieve o fluorocinolone.

Modalità di somministrazione

La quantità di "Amoxiclav 625 mg" necessaria per il trattamento dipende dall'età e dal peso del paziente. Con le malattie degli organi respiratori, è razionale prescrivere fino a 2 grammi per adulti e 1,3 grammi per adolescenti. Allo stesso tempo, "Amoxiclav" in una dose di 625 mg è solo un adolescente e un adulto droga. Per i bambini di età inferiore a 12 anni, ci sono farmaci con dosi più piccole.

Il dosaggio standard per una persona di peso superiore a 40 kg e di età superiore ai 12 anni è di 625 mg due volte al giorno. Adulti di 18 anni sono prescritti 625 mg tre volte al giorno. Ciò è sufficiente per il trattamento di moderata e leggera, cioè infezioni ambulatorie della pelle, del sistema respiratorio, del sistema urogenitale. Nelle infezioni gravi, 1000 mg (875 mg di amoxicillina e 125 clavulanati) vengono somministrati due volte al giorno. È consentita un'applicazione triplice di 1000 mg.

Effetto secondario

Nonostante la sufficiente ampiezza dell'effetto terapeutico, vi sono numerosi effetti collaterali. Sono associati a disturbi locali delle funzioni intestinali e dello stomaco, nonché a causa dell'intossicazione dell'organismo con i prodotti di decadimento delle cellule batteriche, in quanto l'antibiotico agisce in modo batterico.

I più frequenti (1-10%) sono casi di nausea, vomito o diarrea che si verificano dopo l'uso di un agente antimicrobico. E appaiono dopo 2-4 giorni di ammissione. Aumenta notevolmente la probabilità che la dispepsia sia una disfunzione esistente nell'intestino e alcune malattie associate: pancreatite con insufficienza escretoria, enterite, condizione dopo la resezione dello stomaco o dell'intestino, colite cronica.

Il gruppo di complicazioni infrequenti (0,001-0,0001%) comprende disturbi epatici: aumentata attività di aminotransferasi e marker di citolisi di epatociti, colestasi ed ittero e la leucopenia. In questo caso, la frequenza di edema di Quincke, anafilassi e orticaria non è specificata. La ragione di questo è un aumento graduale del numero di reazioni allergiche a causa della sensibilizzazione precoce dei bambini.

In seguito, ciò comporta necessariamente una diminuzione dell'importanza terapeutica del farmaco "Amoxiclav". L'istruzione per l'uso di compresse da 625 mg non vieta l'uso di madri allattatrici. Tuttavia, questo può accadere presto. Sarà quindi necessario cercare un nuovo farmaco dal gruppo di aminopenicillini con efficacia simile. È naturale che una nuova sostanza chimica sia già stata sintetizzata e viene sottoposta a test, ma la sua introduzione non è economicamente valida, perché "Amoxiclav" soddisfa i requisiti dei medici.

Ricevimento in gravidanza e una lattomia

Secondo la FDA, "Amoxiclav" non ha effetti teratogeni. Questa conclusione è fatta dopo la ricerca sugli animali, perché tutti gli analoghi di questo farmaco appartengono alla categoria B dalla FDA (USA). Tuttavia, a causa di timori razionali di aggravamento delle tossiche, "Amoxiclav 625" durante la gravidanza è quasi non nominato nel primo trimestre. Nei trimestri II e III è ammessa la sua amministrazione.

Le aminopenicilline in tracce penetrano nel latte materno, che entrano nel tratto gastrointestinale del neonato. Tuttavia, non provoca gravi violazioni nel suo corpo, per cui "Amoxiclav 625" non può essere abolita durante l'allattamento. Eccezioni sono solo casi di reazioni allergiche del bambino o della candidiasi delle membrane mucose o del tratto gastrointestinale, che si verificano quando si utilizza "amoxicillina". Quindi è richiesta l'abolizione dell'agente antimicrobico da parte della madre, o – in caso di candidosi mucosa – il rifiuto di allattare.

Caratteristiche della sicurezza farmacologica

Le compresse "Amoxiclav 625" differiscono in una gamma abbastanza ampia di effetti terapeutici, che aiuta ad evitare l'avvelenamento. Inoltre, non ha effetti centrali, che possono essere presi dai pazienti che guidano veicoli o altri meccanismi in movimento. Non porta a disturbi nella memoria, nella coscienza, nell'attenzione o nel pensiero.

Tuttavia, vi è una sindrome da sovradosaggio di droga. Tali casi sono estremamente rari e si manifestano in casi di singola somministrazione non ragionevole di 5 o più grammi del farmaco. I sintomi sono i seguenti sintomi: disturbi dispeptici associati al peso dell'addome, gonfiori, diarrea, nausea, talvolta vomito.

Ci sono casi di cristalluria, accoppiati all'uso di amoxicillina, talvolta portando allo sviluppo di insufficienza renale. Tuttavia, questo fenomeno può verificarsi quando si prende il farmaco nel dosaggio terapeutico. Il trattamento è la nefroprotezione e la dialisi, che rimuove l'amossicillina e l'acido clavulanico dal sangue.

misure precauzionali

Per i pazienti con leucemia linfatica o mononucleosi infettiva, il preparato "Amoxiclav 625", gli analoghi ei suoi generici non vengono mostrati a causa della grande probabilità di sviluppare un eruzione del morbillo. E a causa della diminuzione dell'efficacia dei contraccettivi orali sullo sfondo della terapia amoxicillina, è necessario integrare la protezione da gravidanza indesiderata con metodi di barriera (condom).

Con lo sviluppo di diarrea durante l'applicazione di "Amoxiclave" è necessario annullare l'antibiotico e trattare la colite (emorragica o pseudomembranosa). In questa situazione, l'uso di "Loperamide" è inaccettabile. Inoltre, l'uso a lungo termine di Amoxiclav promuove lo sviluppo di molte colonie di microrganismi che non rispondono a un farmaco antimicrobico. Possono causare complicanze della malattia attuale.

Interazioni conosciute della droga

Il farmaco uricosostatico "Allopurinolo" quando assunto con "Amoxiclav" aumenta il rischio di eruzioni cutanee. L'uso di "Probenecid", "Oxyphenbutazone", "Fenilbutazone", "Sulfinpyrazona" uricosurico o acido acetilsalicilico riduce il rilascio di aminopenicillina (ma non acido clavulanico) che aumenta leggermente la concentrazione di antibiotico nel siero e prolunga i suoi effetti.

Le combinazioni del preparato "Amoxiclav 625 mg" con agenti batteriostatici antimicrobici sono irrazionali a causa della reciproca soppressione della loro efficacia. Altri farmaci contenenti amoxicillina non dovrebbero essere combinati con batteriostatici: cloramfenici, macrolidi, tetracicline e sulfonamide. La combinazione con antibiotici battericidi porta ad un reciproco aumento dell'attività antimicrobica.

L'uso di "Amoxiclav" durante la terapia contraccettiva orale è irrazionale a causa del rischio di aumentare il tempo di protrombina e lo sviluppo di trombosi. In questo caso, l'efficacia del contraccettivo è notevolmente ridotta. Altri antibiotici ad ampio spettro inoltre mediano l'effetto di ridurre l'efficacia contraccettiva orale.

L'uso di "Amoxiclave" per il trattamento delle infezioni opportunistiche che sono sorte contro la terapia con metotrexato aumenta in modo significativo la tossicità di quest'ultima. Ciò aumenta la probabilità di sviluppare trombocitopenia, leucopenia, ulcere cutanee, ulcere gastrointestinali ed erosione. Si raccomanda quindi di abbandonare le aminopenicilline e applicare i macrolidi, continuando ulteriormente il trattamento con metotrexato.

Come tutti gli antibiotici ad ampio spettro, l'Amoxiclav aumenta l'efficacia degli anticoagulanti indiretti. La terapia "Warfarin" a causa dell'anticoglicazione antimicrobica dell'attività vitale dei batteri che sintetizza la vitamina K porta ad una diminuzione dell'indice protrombina e ad un aumento di INR. Il risultato è un elevato rischio di sanguinamento.

Aspetti della terapia antimicrobica combinata

Il farmaco "Amoxiclav 625", gli analoghi ei suoi generici hanno la proprietà di aumentare la probabilità di sviluppare la diarrea, se viene utilizzato con altri agenti antimicrobici. Qualsiasi classe di antibiotici, insieme con amoxicillina, è più probabile che provoca diarrea, che non può essere trattata con agenti che abbassano la peristalsi. Questo farmaco è "Loperamide" e le sue controparti controindicate in diarrea infettiva. In questo caso, la diarrea causata dall'uso di "Amoxiclav" deve essere trattata con antibiotici.