520 Shares 7657 views

Chi sarà il presidente dopo Putin? Elezione del presidente della Federazione russa nel 2018

La società a tutti i livelli discute spesso chi sarà il presidente dopo Putin. E le conversazioni non sono condotte per pura curiosità. La storia della Russia è tale che non tutto dipende dal leader, ma praticamente tutto. Una persona ordinaria non sarà in grado di vivere normalmente, sentendosi fiduciosa in futuro, se al timone ci sarà una persona indegna di fiducia. Ecco perché le persone sono così preoccupate per come le elezioni presidenziali in Russia finiranno (2018, 2024). L'ultima data è indicata intenzionalmente. E ci sono ragioni per questo. Parliamo di chi è il presidente della Federazione Russa, allora capiamo se l'attuale leader ha un successore pubblico.


Molte informazioni, ma la verità è dove?

Sai, c'è molta gente che vuole informare il pubblico su chi sarà il presidente dopo Putin. Ogni autore ha le proprie previsioni. Spesso, purtroppo, questo parere è strettamente polarizzato. Cioè, il commentatore o il precursore parla, considerando solo le proprie convinzioni e idee sul futuro della Russia. Non faremo questo, ma discuteremo. Dopo tutto, chi sarà il presidente dopo Putin, dipende lo stato del paese sul palcoscenico mondiale. E in generale, la situazione nel mondo è così complessa che molti esperti informati mettono la domanda in un altro modo: "Che cosa succede in un paio d'anni il pianeta?". Non è un segreto per nessuno, e molte persone scrivono su di esso, che siamo al punto di biforcazione.

World Storm

La crisi copre il pianeta con un'onda enorme, precedentemente sconosciuta all'umanità. E non è solo economico. Questa è una situazione in cui il sistema politico che è esistito negli ultimi venti anni è crollato. Le relazioni tra gli Stati sono strappate. Lo vediamo già nelle notizie. Un flusso di profughi è stato versato in Europa. In Medio Oriente, solleva il capo del idrometro terrorismo, minacciando tutti i paesi. Gli analisti parlano costantemente di un nuovo ordine mondiale. E non possono elaborare un quadro generale dei cambiamenti futuri. Le ragioni sono semplici: stiamo vivendo un momento in cui molte forze potenti stanno sconvolgendo l'umanità cercando di realizzare il proprio piano. E il vincitore sarà solo uno. Né il consenso né la riconciliazione avverranno. Dopo tutto, gli obiettivi di queste forze sono diametralmente opposti. Questo fatto, a proposito, è dovuto alla presenza di un gran numero di previsioni riguardo alle elezioni presidenziali in Russia (2018 e 2024).

In quali condizioni ci troviamo ora

Per capire chi sarà il presidente dopo Putin, è necessario esaminare la situazione dall'esterno. Il leader non viene dal cielo, come ha detto Vanga. È nato tra gli abitanti del paese, cresce, ottiene l'istruzione, è incluso nell'attività complessiva. Quindi arriva al vertice del potere. E con quello che siamo ora affrontati? La Russia è entrata nell'arena mondiale, dichiarando ad alta voce i propri interessi. Questo non è come i nostri "partner". Particolarmente sgradevole è stato l'inaspettato sviluppo delle Forze Armate del Paese. Se l'Occidente ha punito la Federazione Russa con sanzioni per il conflitto ucraino, ha anche paura di parlare dell'operazione siriana. In Medio Oriente, le Forze armate russe colpiscono veri assassini, che, a proposito, non risparmiano la popolazione dei paesi "partner".

Ci concentreremo l'attenzione del lettore su un punto: Vladimir Vladimirovich ha portato la Russia alla scena mondiale con una mano ferma. Un atto che non richiede chiarimenti. Come adesso è accettato di commentare nelle reti sociali: "Tutti pensavano che la Russia fosse in ginocchio e che fosse legata dai ragazzi". La gente ha preso la nuova realtà con l'estasi interiore, che ha portato il rating di V. Putin al 90% in precedenza inaudito.

All'interno del paese

Tu domandi, dove è la politica mondiale qui? Dopo tutto, chi sarà il presidente dopo Putin nel 2018, deciderà la gente, non "partner". Andiamo dentro il paese. A causa delle sanzioni, l'economia si è ridotta. Se seguite gli eventi, dovete ricordare, VV Putin ha avvertito su questo nel dicembre 2014. Ha detto che le difficoltà sono avanti. Essi richiederanno un massimo di due anni. Cioè, l'economia comincerà a crescere verso future elezioni. E se nel picco della crisi, nell'inverno 2015, il rating del leader nazionale non subisce, allora perché dovrebbe cadere quando la situazione comincia a migliorare? Inoltre, non il pane è lo stesso. L'attuale presidente ha dato la gente molto di più di soldi – ha rilanciato l'orgoglio di persone per il suo paese! Questo non è pubblicità e non agitazione. Solo il prossimo presidente della Russia dovrà incontrare un tale livello elevato del leader. E questo, vedete, non è facile.

Consideriamo la situazione entro il 2018

Come è noto, in questo periodo, secondo la legislazione vigente, si terranno elezioni regolari. Gli analisti seri dicono che non ci sarà nessun cambiamento di leader. V. Putin non conferma la sua intenzione di partecipare alle elezioni. Ma la fiducia cresce da un'analisi della situazione e non dalle parole. Il mondo, come già accennato, ha cominciato a sprofondare in una crisi. Affronterà assolutamente tutte le sfere della vita umana. Immagina una nave catturata in uno tsunami nell'oceano tempestoso. Intorno agli alberi, la terra non è qualcosa che non è visibile, non è affatto. Non fare affidamento su nessuno. I contatti con altre navi (paesi) sono rotti, dobbiamo manovrare e schivare, cercando di rimanere a galla. Molte navi saranno annegate. Delle altre, nuove fregate saranno costruite. Nei prossimi decenni la Russia dovrà difendere la sua sovranità (per mantenere intatta la nave) nell'oceano di un brutale incontro sanguinoso. Ma è possibile cambiare il capitano? Quindi motivo di seri esperti. La loro previsione: le prossime elezioni presidenziali in Russia (2018) saranno vinte da V. Putin. Vedremo.

Andiamo dall'altra parte

Andiamo dalla povera umanità e torniamo in Russia. Vediamo se ci sono veri candidati per la presidenza del paese? Non teniamo conto dei sogni dell'opposizione informale. Nessuno si nasconde: fallisce con le sue idee liberali. Nelle ultime elezioni locali più del 2% dei loro candidati non ha segnato. Che tipo di leadership nel paese possiamo parlare qui? Le persone si sono allontanate da questi gentiluomini. Dici, tutto può cambiare? Probabilmente. Non sconti fuori fattori non contaati che non sono visibili adesso. Tuttavia, come si ottiene l'elettore (decidono) di dimenticare la campagna d'informazione senza precedenti che l'Occidente ha lanciato contro la Russia dopo la crisi ucraina ha cominciato? Le persone riescono a credere agli occidentali dolcissimi? Molto probabilmente, questo non accadrà.

Candidati reali

Dai personaggi pubblici che godono di un sostegno popolare, hanno chiamato il ministro della Difesa SK Shoigu e il ministro degli Esteri Sergei Lavrov. Ancora un altro numero di candidati include il capo dell'amministrazione presidenziale SS Ivanov. Questi uomini, che senza dubbio meritano il rispetto, vogliono rivendicare la leadership? È probabile. Ma! Solo nel caso in cui VV Putin rifiuti di rielezione. Quando la squadra da molti anni lavora così strettamente e anche in condizioni molto difficili, le persone sviluppano un "senso del gomito". Qualunque cosa dica sulla squadra del presidente, ma dall'esterno sembrano simili, non pronti a sacrificare il bene della Russia per i propri desideri egoistici. Quindi, sarà deciso insieme chi guida. E certamente non dimenticherò il quadro con la nave nell'oceano tempestoso. Il capitano di cambiare è quello di perdere la nave. Questo è noto alle persone esperte come questi candidati, è noto.

Pensa a Vanga

Alcuni potrebbero pensare che non c'è bisogno di scagliare profezie per una grave questione. Tuttavia, le sue previsioni sul sottomarino nucleare Kursk sono state rese pubbliche molto prima della catastrofe. E si sono avverati nella vita. E che cosa ha detto sulla Russia? Ricordi le parole che sono state pronunciate nello stesso documentario? Circa così: "La gloria della Russia non svanirà mai, tutto lo spazzerà via". Cioè, nonostante i numerosi colloqui sul crollo del paese, vivrà e prospererà. E Vanga ha detto che "la fama di Vladimir non si dissolverà". La gente si chiese chi fosse. Molto probabilmente, sull'attuale presidente, che porterà il paese attraverso la tempesta della crisi globale. Cosa ha a che fare con il futuro leader? Sì il più diretto. Il presidente della Federazione russa dopo Putin dovrebbe corrispondere alla posizione del paese che "porterà il mondo".

conclusione

Se voleste leggere il nome del futuro capo dello stato, cercate di non essere deluso. Nessuno la chiamerà oggi. È quel cacciatore di fortuna sul terreno di caffè. Affinché questa persona occupi il suo mandato, lo Stato dovrebbe sopravvivere all'insegnamento elementare, non affogare e salvare quelli che lo guardano con speranza. Il lavoro è grande, dicono gli analisti, non c'è mai stata una situazione del genere. Il mondo è stato ricostruito prima, ma non così globalmente. E prima che la vittoria sia ancora lontana. È necessario che tutti diventino una squadra coesa. Quindi il futuro leader sarà determinato. Nel frattempo, dobbiamo lavorare e credere che la Russia sarà in grado di superare tutti gli ostacoli che la raggiungono.