217 Shares 1192 views

Gli investimenti diretti esteri: definizione e dei fattori stimolanti la loro

Gli investimenti diretti esteri – questo è un vero e proprio investimento nel capitale azionario dell'impresa, nelle attività a terra o fissi, che forniscono agli investitori con una partecipazione totale o parziale nella gestione.


Diffusa questo tipo di investimento è dovuto allo sviluppo di imprese multinazionali, che per vari motivi sono stati redditizio investire parte dei fondi ad altre società, aumentare i profitti e, di regola, inducendole nella proprietà (spesso queste aziende fanno parte del TNC come sussidiaria). In alcuni casi, gli investimenti diretti – è anche una leva politica di influenza.

Gli investimenti diretti sono considerati un investimento superiore al 10% della proprietà. Parte della partecipazione nel capitale sociale può essere ottenuto in cambio di personale, tecnologia e altri benefici materiali e immateriali.

L'investimento diretto estero più attivo rispetto al volume del commercio mondiale ha cominciato ad aumentare, dal momento che i 80-ies. La ragione di questo è l'integrazione della produzione, processi universali della globalizzazione, l'aumento del ruolo delle multinazionali, le politiche economiche dei paesi sviluppati, così come la creazione immediata di condizioni del terzo mondo per attrarre tali investimenti nelle loro economie.

I fattori che incoraggiano gli investimenti diretti esteri

fattori di marketing – uno dei più importanti. necessità di espandere il mercato per mantenere e aumentare le loro vendite TNK-crescita. Le dimensioni ridotte del mercato interno rendono necessaria geografica diversificazione della produzione.

Restrizioni commerciali – gli investimenti diretti esteri consentono multinazionali di aggirare le restrizioni commerciali e sicuro operano all'estero come le imprese locali, il risparmio sui pagamenti di importazione e sdoganamento delle merci. Si è fatto anche di aumentare la fidelizzazione dei clienti, che preferiscono acquistare le merci da produttori nazionali.

Fattori di costo – di investimento molto spesso diretta e, di conseguenza, la creazione di un'impresa in un altro paese può risparmiare sui più importanti tipi di costi – per le materie prime e del costo del lavoro. Questo è ciò che rende le grandi aziende di spostare la produzione in meno paesi sviluppati, consentendo più volte a ridurre i costi di produzione. In aggiunta, si può aumentare l'affidabilità delle fonti di materie prime. Un altro motivo – è spesso più facile e meno costoso da installare proprio sistema di controllo della qualità del nuovo impianto e di portare la sua tecnologia di gestire i flussi commerciali della capogruppo.

clima degli investimenti nel paese partecipata – è anche fattore molto importante. Alcuni paesi, come il Canada, sono attivamente sostenendo i propri produttori e introducono forti dazi doganali, il che rende gli investimenti diretti nell'economia più redditizio per gli uomini d'affari stranieri che le importazioni normali.

Un altro fattore importante – è la perfezione del quadro giuridico che protegge i diritti di investitori di nazionalizzazione o di discriminazione, così come la stabilità economica e politica la massima nel paese. Esteri discriminazione investitori possono assumere la forma di un particolare tipo di tassazione, il controllo dei prezzi, le restrizioni sul collocamento di ordini, soldi limitati, l'emigrazione limitato di lavoro. Il clima degli investimenti perde anche se in un dato paese è un'alta probabilità di rischi valutari.

Valutare l'attrattiva di un determinato paese per gli investimenti esteri realizzati per mezzo di uno specifico sistema di indicatori, che comprende più di 340 indicatori e un sacco di perizie.

Allo stato attuale, il più attraente per gli investimenti esteri diretti sono gli Stati Uniti, Canada, Germania, Svizzera, del Pacifico.