598 Shares 2300 views

"inutili People" in letteratura. Il tema dell "" uomo superfluo" nella letteratura russa

"inutili People" nella letteratura – sono queste le immagini che sono tipici della prosa russa della metà del XIX secolo. Esempi di tali personaggi in opere d'arte – il tema di questo articolo.


Che ha coniato il termine?

"inutili People" nella letteratura – i personaggi che sono apparsi nei primi anni del XIX secolo. Chi è un termine coniato è sconosciuta. Forse Herzen. Secondo alcuni rapporti – Aleksandr Sergeevich Pushkin. Dopo tutto, il grande poeta russo ha detto una volta che il suo Onegin – "uomo superfluo". In ogni caso, questa immagine è fermamente stabilito nelle opere di altri scrittori.

Ogni studente non ha nemmeno letto Romana Goncharova, egli è consapevole di questo eroe letterario, come Oblomov. Questo personaggio è un rappresentante del mondo del vecchio padrone di casa, e quindi non può adattarsi al nuovo.

I sintomi più comuni

Le "persone in più" che si trova nelle opere di classici come I. S. Turgenev, M. Yu. Lermontov. Prima di considerare ciascuno dei personaggi, che possono essere attribuiti a questa categoria, evidenziare similitudini. "Inutili People" nella letteratura – gli eroi contraddittorie, in conflitto con la società a cui appartengono. Come regola generale, essi sono privi della gloria, e la ricchezza.

esempi

"inutili People" nella letteratura – sono personaggi introdotti dall'autore in un ambiente alieno. Sono moderatamente istruiti, ma la loro conoscenza non sistematico. "L'uomo superfluo" non può essere profondo pensatore o studioso, ma ha un "potere di giudizio", il dono dell'eloquenza. E la caratteristica principale di questo personaggio letterario – atteggiamento sprezzante verso gli altri. A titolo di esempio, ricordare Onegin di Puskin, evitare il contatto con i vicini.

"inutili People" nella letteratura russa del 19 ° secolo sono stati gli eroi che possono vedere i vizi della società moderna, ma non sanno come per contrastarle. Essi sono consapevoli dei problemi del mondo. Ma, ahimè, troppo passivo al fine di cambiare qualcosa.

cause di

I personaggi di cui al presente articolo sono apparsi sulle pagine delle opere di scrittori russi nel periodo di Nicola. Nel 1825 ci fu una rivolta dei decabristi. decenni successivi, il governo nella paura, ma in questo momento non c'era uno spirito di libertà nella società, il desiderio di cambiamento. La politica di Nicola I era piuttosto controversa.

Le riforme introdotte re progettati per rendere la vita più facile per gli agricoltori, ma allo stesso tempo facendo di tutto per rafforzare l'autocrazia. Ha cominciato ad emergere tutte le sfere in cui i partecipanti hanno discusso e criticato l'attuale governo. stile di vita Landlord spregevole a molte persone istruite. Ma il guaio è che i partecipanti dei vari gruppi politici appartenevano alla società, che improvvisamente si accese con l'odio.

Le ragioni per la nascita di "uomini superflui" nella letteratura russa radicato nella nascita di un nuovo tipo di società umana, non è accettato dalla società e non lo prendono. Tale persona si distingue dalla massa, e quindi provoca confusione e irritazione.

Come già accennato, il concetto di "uomo superfluo", introdotto nella letteratura di Pushkin. Tuttavia, il termine è un po 'sfocata. I personaggi che sono in conflitto con l'ambiente sociale, apparsi nella letteratura prima. Il protagonista della commedia Griboedov ha caratteristiche inerenti a questo tipo di personaggi. Possiamo dire che Chatsky è un esempio dell ' "uomo superfluo"? Al fine di rispondere a questa domanda, è necessario fare una breve analisi della commedia.

Chatsky

Griboedov eroe rifiuta fondamenta famusovskogo stagnanti della società. Egli denuncia il servilismo e la cieca imitazione di moda francese. Non rimane senza attenzione da parte dei rappresentanti della società famusovskogo – Hlestova, hryuminyh, ZAGORETSKY. Di conseguenza, Chatsky sento strano, per non dire folle.

Griboedov eroe – un rappresentante della società avanzata, che comprende le persone che non vogliono fare i conti con l'ordine di reazione e i resti del passato. Quindi, possiamo dire che il tema dell ' "uomo superfluo" è stato sollevato dall'autore di "Guai da Wit".

Evgenij Onegin

Ma la maggior parte della letteratura suggerisce che questo è il primo eroe di "uomo superfluo" in prosa e poesia di autori russi. Onegin – un signore "l'erede di tutta la sua famiglia." È stato istruito a molto tollerabile, ma non ha alcuna conoscenza approfondita. Scrivere e parlare in francese, naturalmente comportarsi in società, a recitare un paio di citazioni da opere di autori antichi – questo è sufficiente per creare una buona impressione nel mondo.

Onegin – un tipico rappresentante della società aristocratica. Non era in grado di "lavorare duro", ma è in grado di brillare nella società. Conduce un senza meta, l'esistenza di inattività, ma non era colpa sua in questo. Eugene è diventato ciò che suo padre, che ha dato tre palle all'anno. Egli vive in quanto v'è la maggior parte della nobiltà russa. Tuttavia, a differenza di loro, a un certo punto comincia a sperimentare la fatica, la frustrazione.

solitudine

Onegin – "uomo superfluo". Egli sta languendo in ozio, cercando di occupare me stesso utile. In una società alla quale appartiene, l'ozio è il componente di base della vita. Quasi nessuno dall'ambiente familiare Onegin le sue esperienze.

Eugene tenta prima di comporre. Ma lo scrittore di esso viene fuori. Poi si comincia a leggere con entusiasmo. Tuttavia, nei libri Onegin non trova soddisfazione morale. Poi si ritirò nella casa dello zio defunto, che gli aveva ordinato al suo villaggio. Qui, un giovane nobile, a quanto pare, si trova un lavoro. Egli rende la vita più facile per gli agricoltori: sostituisce le quote di luce giogo. Tuttavia, queste buone iniziative è venuto a portare nulla.

Tipo "uomo superfluo" nella letteratura russa è apparsa nel primo terzo del diciannovesimo secolo. Ma dalla metà del secolo, il carattere acquisito nuove funzionalità. Onegin di Puskin piuttosto passiva. Era disprezzo degli altri, egli dimora nella milza e non può liberarsi delle convenzioni e pregiudizi che lui stesso critica. Prendere in considerazione altri esempi di "uomo superfluo" nella letteratura.

Pechorin

Problemi di umana respinte, adottato spiritualmente società dedicata opera di di "Un eroe del nostro tempo" Lermontov. Pechorin, così come il personaggio di Puskin appartiene alla società. Ma era stanco dei costumi della società aristocratica. Pechorin non godono di visitare le palle, cene, feste di vacanza. Le sue opprimenti conversazioni noiose e senza senso che vengono prese su tali eventi.

Su esempi di Onegin e Pecorin può essere integrato con il concetto di "uomo superfluo" nella letteratura russa. Questo personaggio, che, a causa di qualche alienazione dalla società acquisisce tratti come l'isolamento, l'egoismo, cinismo e persino la crudeltà.

"Memorie di un uomo superfluo"

Eppure, molto probabilmente, l'autore del concetto di "popolo superflui" – I. S. Turgenev. Molti critici letterari credono che è stato lui che ha coniato il termine. Secondo loro, Onegin e Pecorin poi classificato come "uomini superflui", anche se hanno poco a che fare con l'immagine creata da Turgenev. Lo scrittore ha una storia chiamata "Memorie di un uomo superfluo". L'eroe di questo pezzo si sente come un estraneo nella comunità. Questo personaggio si fa chiamare così.

E 'l'eroe "uomo superfluo" del romanzo "Padri e figli" – un punto controverso.

Bazarov

Nel "Padri e figli" mostra società la metà del XIX secolo. dispute politiche tempestose in questo momento ha raggiunto il suo culmine. In queste dispute, da un lato erano liberali, democratici, e dall'altro – i rivoluzionari democratici-proletari. Entrambi sono consapevoli del fatto che sono necessari dei cambiamenti. Democratici rivoluzionarie di mentalità, in contrasto con i loro avversari, sono stati impostati su un misure piuttosto drastiche.

dispute politiche sono penetrati in tutte le sfere della vita. E, naturalmente, sono stati oggetto di narrativa e saggistica opere. Ma è stato in quel momento un altro fenomeno, che è di interesse per lo scrittore Turgenev. Vale a dire – il nichilismo. Gli aderenti di questo movimento ha respinto tutto ciò che ha a che fare con lo spirituale.

Bazarov, come Onegin – uomo profondamente solo. Questa funzione è anche caratteristico di tutti i personaggi, che nella letteratura indicati come "uomini superflui". Ma, a differenza eroe di Puskin, Bazarov non spendere tempo in ozio: si è impegnato in scienze naturali.

L'eroe dei "Padri e figli", il romanzo ha seguaci. Egli non è considerato un pazzo. Al contrario, Bazarov stranezza e lo scetticismo alcuni eroi che cercano di emulare. Tuttavia, solo Bazarov, nonostante il fatto che i genitori amano, lo idolatrare. Muore, e solo alla fine della sua vita, si rende conto che le sue idee erano false. Ci sono i piaceri semplici della vita. C'è l'amore e di sentimenti romantici. E tutto ha il diritto di esistere.

Rudin

Le opere di Turgenev "uomini superflui" non sono infrequenti. Azione "Rudin" Il romanzo è ambientato negli anni quaranta anni. Daria Lasunsky, uno dei personaggi del romanzo, vive a Mosca, ma in estate sta lasciando la città, dove organizzare serate musicali. Gli ospiti suo – persone molto istruite.

Una volta in casa Lasunsky appare qualcuno Rudin. Questo uomo è incline a polemiche, molto ardente, e il suo spirito incanta il pubblico. Gli ospiti e la padrona di casa incantata sorprendente eloquenza Rudin. Lasunsky lo invita a vivere nella sua casa.

Al fine di dare una chiara descrizione di Rudin, Turgenev racconta i fatti della vita. Quest'uomo era nato in una famiglia povera, ma non ha mai avuto il desiderio di fare soldi, uscire dalla povertà. In un primo momento, ha vissuto su un tozzo di pane, che lo ha mandato a sua madre. Poi c'è stata la spesa di amici ricchi. Rudin in gioventù differiva straordinarie capacità oratorie. Era un uomo di abbastanza educato, perché tutto il loro tempo libero dedicato alla lettura di libri. Ma il guaio è che nei suoi discorsi non ha seguito. Al momento della conoscenza con Lasunsky è diventato un uomo, gravemente martoriato da problemi della vita. Inoltre, è diventato doloroso e persino vana orgoglioso.

Rudin – "uomo superfluo". Molti anni di immersione nella sfera filosofica ha portato a quello ordinarie esperienze spirituali come seccò. Questo eroe di Turgenev – un oratore nato, e solo aspiravano – per conquistare le persone stesse. Ma era troppo debole, senza spina dorsale, per diventare un leader politico.

Oblomov

Così, l ' "uomo superfluo" in prosa Russo – nobile disilluso. L'eroe Romana Goncharova a volte si riferiscono a questo tipo di eroi letterari. Ma può essere chiamato Oblomov "uomo superfluo"? Dopo tutto, egli è annoiato, languono sulla casa otchemu e tutto quello che era lo stile di vita dei proprietari terrieri. Ed è in ogni caso non deluso nel modo di vita e le tradizioni, tipico per i membri della loro società.

Chi è un tale rottura? E 'il discendente della famiglia padrone di casa, che è noioso per lavorare in ufficio, e per i giorni perché non si alza dal divano. E 'generalmente accettato, ma non è del tutto corretto. Oblomov non riusciva ad abituarsi alla vita in Petersburg, perché le persone intorno a lui, tutto il calcolo, persona senza cuore. Il personaggio principale, al contrario, intelligente formata e, soprattutto, presenta elevate qualità interiori. Ma perché non ha voglia di lavorare?

Il fatto che Oblomov, così come Onegin e Rudin, non vedono alcun senso in tali lavori, questo tipo di vita. Queste persone non possono lavorare per il bene della prosperità materiale. Ciascuno di essi richiede un alto scopo spirituale. Ma non esiste o è stato insostenibile. E Onegin, e Rudin, e Oblomov sono "superflui".

Il protagonista del suo romanzo Goncharov oppose Stolz – un amico d'infanzia. Questo personaggio prima crea un'impressione positiva nel lettore. Stolz – duro lavoro, persona orientata agli obiettivi. Lo scrittore ha dato questo eroe di origine tedesca non è casuale. Goncharov se alludendo al fatto che la sofferenza "Oblomovism" può solo le persone russi. Ed è chiaro che il duro lavoro di niente di Stolz negli ultimi capitoli. Questo uomo non ha sogni, idee nobili. Egli trova mezzi di sussistenza sufficienti e si ferma senza continuare il suo sviluppo.

Influenza dell "" uomo superfluo" per gli altri

Si deve anche dire qualche parola circa gli eroi che circondano l ' "uomo superfluo". personaggi letterari, come accennato in questo articolo, da solo, infelice. Alcuni di loro finiscono la loro vita in anticipo. Inoltre, gli "uomini superflui" offrono lutto e altri. Soprattutto le donne che hanno avuto il loro amore incuria.

Con gli "uomini superflui" a volte rango e Pierre Bezukhov. Nella prima parte del romanzo, egli è nel desiderio continuo, alla ricerca di qualcosa. Trascorre molto tempo sulle serate, l'acquisto di dipinti, legge molto. In contrasto con i personaggi di cui sopra, Pierre ha trovato se stesso, non muore, fisicamente o moralmente.