249 Shares 2624 views

analisi immanente del "Elegy" Pushkin

Tutti noi fin dall'infanzia linea di poesie di Puskin ben noto. Sono in grado di riscaldare le lunghe serate invernali, infinitamente sorprendenti per la sua unicità e la bellezza naturale. Noi cresciamo, coltiviamo, invecchiamo e famose opere di Alessandro non è morto, vivono su. E ora, i nostri figli, nipoti foglia pagina Magic.


Quando si legge una poesia di Puskin, sembra che si tocca l'eternità, ascoltando la voce dell'universo. Sono state scritte due secoli fa, ma rimangono ancora rilevante, in quanto riflettono la vita stessa, un sorprendente e misterioso. Analisi di "Elegy" di Puskin indirizzato al lettore di pensare, per il quale l'essenza e il significato della vita sono di primaria importanza. Forse una persona intelligente troverà qui qualcosa di interessante per loro stessi.

Puskin, "Elegia": un anno di scrittura

La storia della creazione molto divertente. Per un noto boldins periodo è relativo poesia "Elegiya". Puskin era a quel tempo un sacco di tempo a meditare sulla vita. L'opera lirica è scritto in modo filosofico di vita e colpisce le domande più profonde che devono essere chiesto il poeta stesso. Egli è alla ricerca di verità al di fuori e dentro di sé, la sua ricerca è designato come una melodia in modo allarmante lo scorrere della vita. Poeta sopravvalutare la sua importanza, riconosce nuovi modi per tornare alla gioia e speranza. Non bisogna dimenticare che questa poesia è stato creato dopo la famosa rivolta di dicembre, che si è verificato nel 1825. Anno di scrivere "Elegy" – 1830i. Alexander a questo punto ha già addio ai sogni giovanili sublimi e impulsi, è stato in grado di valutare sobriamente la realtà ambientale.

La composizione del poema

composizione lirica include due stanze hanno il significato opposto: se il primo frustrazione suono e la paura della vita, nella seconda parte è chiaramente tracciata tutta la voglia di cambiare, di convertire. E 'anche chiaramente distinto passo leggero si verifica la fede nella prosperità, e che porta alla eroe stesso.

Nella prima strofa c'è un ripensamento del passato, per avere l'opportunità di vivere. Nella seconda strofa la speranza riempie di nuovo il cuore e fa respirare. L'analisi del "Elegie" Puskin riflette la visione del mondo del poeta, le sue esperienze personali e dramma.

Stato lirica

poema filosofico profondo circa il che fa riflettere. Sulla base del significato dell'opera, possiamo vedere che l'eroe lirico come riassume i risultati dei giovani, la distanza di una gioventù passata. Alcuni periodo difficile alle spalle. Il passato non è un peccato, ma l'eroe è quasi nessuna speranza di rinascita.

Egli sta lottando per trovare la verità in questo mondo, ma non lo trova. eroe Lyrical sente la nostalgia per il passato, ha descritto il momento di degenerazione interna. Egli non può più vivere come prima. Ha bisogno di un movimento di sentirsi impulsi creativi, pensieri ed emozioni.

L'analisi del "Elegie" Puskin dimostra che l'eroe lirica in seguito è pronto ad accettare la responsabilità, volontà di cambiare, associata con l'adozione degli ultimi (e la liberazione da esso) e l'allineamento delle prospettive per il futuro.

L'opera ha una profonda implicazioni psicologiche. Impregnato di valori filosofici influenzano il tema delle questioni dell'esistenza umana poste dalla poesia "Elegia". Pushkin qui sottolinea la caducità della vita e il suo valore innegabile.

Mezzo di espressione artistica

L'uso di tropi o vivido modo di dire è un elemento essenziale nella creazione del testo poetico. In questo contesto, i seguenti caratteri possono essere identificati.

"Problemi sbornia" rappresenta lo stato delirio di essere ingannato, vicolo cieco, dal quale è difficile vedere una via d'uscita. E 'identica alla sua morte, quindi ciò che segue è un'esclamazione: "Non voglio, i miei amici, a morire"

Il poeta paragona il dolore con il vino – avvelena l'anima dentro, impedisce di pensare e prendere decisioni. L'immagine del mare simboleggia l'ignoto e paura della vita. Che cosa ci aspetta – nessuno lo sa. Questo è quello che dice "Elegy" di Puskin. V rappresenta un'opera filosofica che colpisce la loro profondità e integrità.

Il senso generale del prodotto

Sulla base di quanto sopra, si possono identificare l'idea principale del poema: la ricerca della verità, se viene effettuata con onestà, finisce sempre in qualche significativa acquisizione spirituale. Solo bisogno di essere onesti a te stesso, per essere in grado di accettare il dono di Dio.

La poesia è completamente impregnata con lo stato di tristezza, ma non è senza speranza, come la fase interna di degenerazione. Ecco ciò che è "Elegy". Puskin ha scritto una poesia nel momento stesso in cui si trova al turn all'interno della mente. La sua pena di leggere se avete pensieri del inutilità dell'esistenza, quella parte della sua vita sono stati sprecati invano.

invece di una conclusione

Può essere lettori cari consigliabile studiare il lavoro lirica più pensierosa, fermandosi con attenzione per ogni frase. C'è prezioso e significativo ogni parola, non c'è nulla di superfluo. significato superiore si trova nella poesia "Elegia". Pushkin poesia ha scritto una volta per se stesso, deve essere stato il suo pensiero, che hanno trovato espressione nelle opere. Tuttavia, essi diventano proprietà del nostro patrimonio culturale russo. L'analisi del "Elegie" Pushkin sottolinea le leggi innegabili del destino e il senso della vita.