817 Shares 4737 views

Quale dovrebbe essere la nutrizione in malattie del fegato?

Dieta in presenza di processi patologici nel fegato o cistifellea – una condizione molto importante. Il fatto è che durante la ritirata dalla dieta del paziente sentire peggio, non v'è dolore, nausea e altri sintomi spiacevoli. Pertanto nutrizione nelle malattie del fegato dovrebbe essere stabilita in modo che il sistema digerente può funzionare in modalità di risparmio energetico, ma la dieta deve fornire la ricezione di tutti i nutrienti necessari.


dieta selezione dipende dal tipo di malattia, il suo stadio, e il flusso di gravità. Nella maggior parte dei casi nutrizione nella malattia epatica deve essere disposto in modo che dalla dieta sono stati esclusi completamente prodotti provocando un aumento della separazione della bile. Così, l'uso è vietato cibi fritti, gli alimenti che contengono un sacco di purine e colesterolo. Riducendo la quantità di grasso, e soprattutto refrattario, porta ad una riduzione della sensazione di disagio nello stomaco. Tuttavia, completamente incluse grassi non sono necessari, in quanto sono un elemento importante necessaria per supporto vitale.

componente obbligatoria che deve includere la nutrizione nelle malattie del fegato, sono prodotti che contengono fibre, tra cui verdure fresche. Questi prodotti contribuiscono a migliorare la funzione intestinale e la rimozione del colesterolo.

Correttamente organizzato nutrizione nelle malattie del fegato dovrebbe essere una frazione, non v'è la necessità di 5, e ancora meglio – 6 volte al giorno, ma le porzioni devono essere di piccole dimensioni e contenuto calorico. La dieta quotidiana dovrebbe essere presente 80-100 grammi di proteine, grassi – 60-70 grammi di carboidrati – 300-400 grammi. Queste cifre sono valide per il corpo umano normale, che è uno stile di vita moderatamente attiva.

Quando il fegato è necessario per ridurre o eliminare dalla dieta tutti i cibi fritti, pasticceria fresca e pane, brodo ricco, carne grassa, tra cui carne di pollame (anatra, oca), i pesci grassi, in particolare salato e affumicato, la maggior parte delle spezie. Si raccomanda di non mangiare gli spinaci, acetosa, aglio, ravanelli e ravanelli, bere bevande gassate e succhi di frutta, che non contiene conservanti. medica nutrizionale in malattie del fegato comporta la completa esclusione di bevande alcoliche, compresa la birra.

Quando encefalopatia, che può svilupparsi in malattia epatica cronica, assegnato dieta a basso contenuto proteico, una razione della composizione non dovrebbe includere più di 20 grammi di proteine al giorno. Dopo il trattamento la quantità di proteine gradualmente aumentata, aggiungendo alla dieta di 10 grammi in un giorno o due. Se encefalopatia ricaduta è segnata, fare un ritorno alla dieta a basso contenuto proteico.

Un altro punto importante da prendere in considerazione organizzando pasti per il paziente fegato è regolare consumo di cibo. Il fatto che la bile comincia a distinguersi quando si riceve cibo nel corpo, quindi se c'è una permanente e allo stesso tempo, il corpo si abitua al tempo necessario per allocare una porzione della bile, e il cibo viene digerito molto meglio.

Che cosa si può mangiare malattie del fegato? Si tratta di una varietà di verdure e cereali zuppe, cotti in acqua, bolliti, pollame e pesce (le varietà a basso contenuto di grassi), polenta, verdure cotte e crude e frutta. A parte macero in acqua o al vapore, i prodotti possono essere cotti (senza grassi) nel forno.

Da bevande sono raccomandati succhi di frutta fresca – mela, carota, acque minerali curative e da tavolo. È possibile utilizzare tisane contenenti Helichrysum, bacche crespino, erba di San Giovanni, stimmi di mais.

Durante la fase acuta della malattia è tenuto a preparare il cibo in una squallida. Nella malattia epatica cronica, di solito assegnato dieta №5. Secondo lei, la potenza dovrebbe essere una frazione, ma per pulire gli alimenti attraverso un setaccio non è più necessaria.