756 Shares 4237 views

Biografia: Sergei Bondarchuk – una leggenda del cinema russo


Il grande regista sovietico Sergei Bondarchuk è nato il 1920/09/25, nella regione di Odessa, nel villaggio chiamato Belozerka.

Biografia Sergei Bondarchuk. formazione

Il padre di un giovane uomo, Fedor Petrovich, lo spinse a ottenere la professione ingegnere, ma Sergei ha insistito e ha scelto la professione di artista. Pertanto, nel 1937 Bondarchuk entra in studio presso il Teatro di Rostov, ma la guerra comincia e aspirante attore non ha il tempo per completare la formazione. Nel 1941-1942 ha lavorato come attore in teatro dell'Armata Rossa nella città di Grozny, e dopo la smobilitazione nel 1946 ha continuato i suoi studi alla VGIK.

Biografia Sergei Bondarchuk. vita personale

Ha iniziato la sua carriera di giovani talenti sotto la direzione di Sergei Gerasimov, il suo lavoro di diploma ottiene nel film del suo mentore, "Giovane Guardia" (1948). Allo stesso tempo, il regista incontra la sua prima moglie Inna Makarova, con il quale ha sposato 10 anni, hanno una figlia Natalia.

Bondarchuk ha agito con successo in film. Dopo aver lavorato nel film "Taras Shevchenko" merita lode Stalin, Sergei è stato insignito del titolo di Artista del Popolo.

Nel 1955, il regista incontra la sua futura moglie Irina Skobtseva, il primo incontro con lo studente Moscow Art Theatre School ha avuto luogo il giorno di apertura Vasiliya Efanova. Ha recitato nel film S. Yu. Yutkevicha "Otello", che svolge un ruolo di primo piano, poi, nel 1959 sposò a Irina, che 35 anni che vivono in perfetta armonia.

Biografia Sergei Bondarchuk: Filmografia

Per il suo debutto alla regia, l'autore sceglie un militare genere epico. Bondarchuk girato "Il destino di un uomo", dedicato alla Grande Guerra Patriottica (da una storia Mihaila Sholohova). I critici hanno notato il lavoro di un regista di talento e produttore, che, utilizzando le tecniche più semplici per raccontare al pubblico la storia di un uomo comune, che è stato fatto prigioniero, perdendo la guerra la famiglia, ma salva la dignità umana e la gentilezza. Bondarchuk si prende il ruolo di protagonista, e, successivamente, ha ricevuto il Premio Lenin e al Premio Moscow International Film Festival.

Il filmato principale, "Guerra e Pace", Sergei prende quasi tre anni (1965-1967). Essa mostra la scena spettacolare di battaglie militari e intriga posteriore pacifica invitato alla ripresa di tali luminari del cinema russo come Lanoviy, Tikhonov, Vertinskaya, tabacco, Efremov. "Guerra e Pace" di lui fama ha portato quasi genio – ha ricevuto il "Oscar" e divenne noto all'estero.

Sergei Bondarchuk: una biografia nei film

Ulteriori carriera di regista Bondarchuk sono migliori che mai. Film "Waterloo" (1970), "Hanno combattuto per il loro paese" (1975 – è diventato uno dei film cult della guerra), "Steppa" (1978, basato sulla storia di Cechov), "Risen Messico" e "10 giorni che sconvolsero il mondo" (sui libri Dzhona Rida), "Red campane" e molti altri hanno dimostrato il direttore competente, professionale e allo stesso tempo molto sensibile e duro lavoro pubblico, in grado di fare un film che rimane nella memoria del visualizzatore per decine di anni.

Biografia: Sergei Bondarchuk, l'ultima opera

Il suo ultimo lavoro è stato l'adattamento cinematografico di Sergei A. tragedia di Puskin "Boris
Godunov", in cui l'autore si svolge un ruolo importante. Prima della sua morte, si stipula un contratto con i distributori italiani sul adattamento di "Tranquillo scorre il Don", ma gli italiani ingannato regista. Bondarchuk non ha tempo per essere riabilitato, come poco prima di una conferenza stampa nel mese di ottobre 1994, il direttore muore improvvisamente.