655 Shares 4979 views

La poesia "Arion" Pushkin e decabristi

Il tema del poeta e della poesia – una delle più grandi nelle poesie di Puskin. E 'ancora nella sua giovinezza si rese conto quanto sia grande l'impatto creativo, persona di talento e dell'arte in generale nella coscienza pubblica, quanto potente sta portando l'arma può essere. Pertanto, dal suo punto di vista – un profeta, un messaggero di verità antiche, la moralità e la coscienza delle persone e della società. Tuttavia, per rispettare un obiettivo così alto, e molto creativo deve soddisfare gli alti ideali di bontà e di libertà, per portarli attraverso tutte le prove della vita.


Puskin e decabristi

Di come Alessandro era fedele alle idee proclamate, dicendo le sue poesie. In particolare, coloro che sono dedicati ai caduti in disgrazia amici decabristi. Ad esempio, "Arion". Puskin ha scritto il suo 13 Luglio 1827, in un altro tragico anniversario dell'esecuzione della trama 5 organizzatori. Con i decabristi in modo da legare un sacco. Conosceva bene e più strettamente associati con i membri della prima organizzazione – "Unione di salvezza" del Poi un altro giovane studente Alexander Lyceum con entusiasmo ascoltato discorsi infuocati sulla lotta contro la schiavitù, la libertà e l'uguaglianza di tutte le persone, che hanno parlato in incontri segreti dei fratelli Turgenev, formiche e gli altri suoi amici. Egli entra nella "Unione del Welfare," "Green Lamp" impara molto da Caadaev, che considera la sua ispirazione ideologica. E più tardi, mentre nei collegamenti sud, così spesso alle riunioni della "società meridionale" è stata accolta con Pestel. Quando v'è una rivolta dei decabristi, Alexander vive a St. Michael sotto sorveglianza della polizia segreta. Tuttavia, ha dichiarato senza mezzi termini Nicola I, che se ci fosse stato in quel momento a San Pietroburgo, necessariamente sarebbe venuto fuori con amici e colleghi presso la Piazza del Senato. Questo è anche il suo poema "Arion". Pushkin, il cui lavoro sempre avuto un anti-governo in natura, in una varietà delle sue opere ha dato un tributo, rispetto e devozione per i decabristi.

"Nelle profondità dei minerali siberiane …", "Pushchino", "Arion"

memoria correlati movimento Decembrist direttamente dedicato a tre poesie del poeta. Questo è il famoso lettere "Pushchino" ( "La mia prima uno …"), "In Siberia" e "Arion". Puskin ha scritto i primi due alla fine del 1826 – inizio 1827, e ha dato i compagni in esilio con le formiche principessa che viaggiava con il marito. In essi è con profonda simpatia e sincera ammirazione ha scritto circa la grandezza del talento e di alta tragico destino dei ribelli, ha espresso la convinzione che il loro atto accenderà i cuori della gente per le imprese ispirate, in nome della Patria e del popolo. Un posto speciale è occupato dalla poesia "Arion". Pushkin in chiama direttamente lui l'erede e successore delle idee Decembrist.

due Arion

Il poema è costruito come l'allegoria non piegato. Essa ci porta ai famosi miti greci, come ad esempio il mito di Arione. Secondo lui, il famoso cantante e narratore navigarono verso le rive della sua terra. Tuttavia, marinai avidi deciso di gettarlo nelle profondità del mare, a prendere possesso della proprietà. Arion pregò loro ultimo favore – a cantare prima della sua morte, e poi si è gettato tra le onde. Toccato dalla sua abilità e talento, il dio del mare Poseidone mandò un delfino che ha salvato il cantante e la riportò alle coste di Corinto. Sulla base della leggenda di Alessandro Sergeyevich è un po 'diverso "Arion". Puskin poesia si basa sul loro molto diversi fondamento ideologico. Se il mito è l'arte onnipotente glorificato, è rinato e il ruolo di affermazione della vita, Puskin occupa un posto centrale la figura del protagonista. circostanze Sì, e la vita che hanno cambiato il carattere di entrambe le opere destino radicalmente diverso.

l'analisi della poesia

Quale movente combina la "Arion"? poema di Puskin è basata su eventi reali. L'equipaggio non è una banda di banditi e di una, accogliente team affiatato, controllato dal saggio "timoniere". In esso, ogni occupato con la sua attività, compie il suo scopo. L'autore si riferisce al movimento decabrista, un'organizzazione segreta e il lavoro che i suoi membri effettuati nella società. Il team composto il "cantante mistero" completare "la fede spensierata." La fede in che cosa? Analisi delle poesie di "Arion" di Puskin permette di supporre che il grande sogno, il discorso di ispirazione, l'idea di rovesciare l'autocrazia. Il poeta non parla apertamente. Ma i suoi contemporanei e le successive generazioni di lettori sono ben consapevoli del significato delle immagini velate. Con ciò che la fede di fronte, e se il cantante era così imprudente? Nelle righe seguenti l'autore dipinge un quadro di forti tempeste, inondazioni, come legni, cortecce, e per distruggere tutta la squadra. "Morto e kormschik e nuotatore" – con amarezza, ha scritto. Fuggì da solo ispirato esecutore. Quello che oggi è sentito i suoi suoni divini? La risposta è inequivocabile: "Io canto gli inni della vecchia …"

Tema, idea di prodotto

Citata linea di diritto considerato un pezzo centrale pensiero. Se il tema della "Arion" poema di Puskin – l'immagine della rivolta decabrista, l'espressione della continuità delle sue idee nelle opere del poeta, le parole chiave, quintessenza semantica si trova in questa breve frase. Alexander mai rifiutato di amici, non tradire gli ideali della sua giovinezza. Egli è fedele a loro e l'estate maturo. Naturalmente, come ogni individuo pensante, e in particolare di questa portata, il mudrel poeta nel corso degli anni. Nel corso del tempo, Puskin è stato in grado di capire i piani e le azioni dei cospiratori utopiche. Ma in realtà, avendo la possibilità, in ogni momento, che sarebbe venuto fuori nei loro numeri alla barriera storica.