557 Shares 2400 views

È possibile la gravidanza con l'epatite C?

Ogni donna vuole tirare fuori e dare alla luce un bambino forte e sano, quindi prima di pianificare la gravidanza , è consigliabile un esame completo per identificare le malattie che potrebbero influenzare il bambino non ancora nato. Un medico di tali malattie pericolose chiama l'epatite virale C, perché può essere trasmessa al feto anche attraverso la placenta e il cordone ombelicale. Nonostante il fatto che con questa malattia l'apparenza di malformazioni congenite in un bambino futuro è improbabile, può essere nato con disturbi epatici, quindi la gravidanza con l'epatite C è considerata indesiderabile.


Che cosa è l'epatite C?

L'epatite C è una malattia virale epatica trasmessa sessualmente (sesso non protetto, partner non verificato) oa livello familiare (attraverso sangue, saliva, ecc.). Di regola, la malattia è asintomatica, che ne complicano il suo rilevamento. Dopo un po ', la forma cronica può portare a gravi complicazioni, come la cirrosi e persino il cancro.

Gravidanza con l'epatite C: peculiarità di percolazione

Nel caso in cui una donna abbia preso il virus, già in stato di gravidanza, non ci sono segni della malattia né sono debolmente espressi. Identificare l'epatite solo dopo test o intossicazione acuta, che può portare ad aborto spontaneo. Inoltre, la gravidanza stessa può causare esacerbazione della malattia.

L'epatite C nelle donne in gravidanza può essere trasmessa al feto attraverso il cordone ombelicale o la placenta, insieme a sostanze nutritive e ossigeno, provenienti da sangue. Nel caso in cui si verifichi l'infezione del futuro del bambino, ciò sarà indicato da segni quali un ritardo nella maturazione della placenta o, viceversa, il suo invecchiamento precoce, che porta alla fame di ossigeno, un aumento degli enzimi epatici tifosi nel feto.

Epatite C: trattamento

Una donna incinta con l'epatite C deve essere esaminata regolarmente da un ginecologo, da un immunologo e da un epatologo, poiché il trattamento della malattia è possibile solo con la forma grave. Ciò è dovuto al fatto che la maggior parte delle droghe è proibita durante la gravidanza, perché contengono sostanze tossiche attive che possono danneggiare un bambino o provocare anomalie di sviluppo. A partire da questo, il trattamento farmacologico sarà prescritto solo come ultima risorsa – l'intossicazione totale del corpo della donna. Per quanto riguarda i farmaci, principalmente prescritti farmaci antivirali e immunomodulanti con la presenza in essi di antiossidanti naturali. Per la prevenzione, è consigliabile una dieta rigorosa, ad eccezione di fritto, salato, speziato e alcolico.

L'epatite C dopo il parto

Dopo che il bambino è nato, è permesso l'allattamento al seno, ma vale la pena garantire che la donna non ottiene un infortunio al capezzolo, in quanto aumenta significativamente il rischio di infezione. Vale la pena di seguire e assicurare che anche in bocca del neonato e intorno a lui non vi è stato alcun danno. Se una donna è infetta da AIDS, l'allattamento al seno è impossibile.

Gravidanza con l'epatite C: prevenzione

Per non infettare il virus dell'epatite C, non dovresti mai usare oggetti di igiene personale di altre persone, anche se sono parenti, quando si utilizzano contatti sessuali con partner non testati, si dovrebbe usare il preservativo.

Pertanto, la gravidanza con l'epatite C non è controindicata, ma non è necessario anche rilassarsi perché, per sopportare e dare alla luce un bambino sano, dovrà compiere notevoli sforzi.