83 Shares 4519 views

Quali sono elettroni di valenza?

Fisica e insegnanti di chimica nelle scuole è ben noto che è molto più facile da spiegare qualsiasi argomento ricorrendo a analogie o utilizzare gli esempi approssimativi, spiegando le "dita". Sebbene la descrizione data non può soddisfare pienamente il modello standard, tuttavia, questo sistema sta dando risultati. Questo è il caso in fisica atomica.


chimiche delle sostanze è relativamente facile da spiegare, se si utilizza la teoria della struttura atomica, proposto nel 1911 dal fisico inglese E. Rutherford. Nonostante il fatto che il suo modello è corretto solo in parte, questo è sufficiente per la comprensione dei processi che si svolgono. Oggi parleremo di ciò che è gli elettroni di valenza e ciò che è il loro rapporto con le proprietà del materiale in fase di studio. Ma in primo luogo, ricordiamo il modello planetario di struttura atomica.

Rutherford determinato che l'atomo non è particella indivisibile, come si pensava, ma è costituito da un nucleo duro al centro e elettroni ruotano intorno ad esso. La carica elettrica di nuclei positivi (+) e gli elettroni a loro volta, negativo (-). Otto anni dopo la pubblicazione della sua teoria della struttura atomica, Rutherford è stato in grado di spendere un unico, al momento, l'esperienza – convertire l'azoto in ossigeno. L'esperimento consisteva in "bombardata" di alfa atomi di particelle di azoto. Dopo collisione formata atomo di ossigeno e particelle "extra" aventi carica positiva, successivamente chiamato protone.

Teoria acquisito nucleo forma finita comprende protoni, utilizzando forze magnetiche che tengono elettroni orbite. Poiché l'atomo è elettricamente neutro, e il protone e l'elettrone sono disegnate, la quantità totale uguale. . Nel 1932, il fisico J. Chadwick trovato che nel nucleo oltre ai protoni sono particelle prive di carica – neutroni. Sono loro che sono responsabili per la massa. A seconda dell'energia di elettroni, esso si può trovare a distanze diverse dal nucleo. elettroni di valenza – Queste particelle sono caricate negativamente che:

  • Si trovano alla massima distanza dal nucleo, sulle orbite esterne;
  • può interagire con atomi vicini.

Sotto l'interazione è necessaria per comprendere la possibilità di lasciare la loro orbita atomica o modificare la traiettoria di movimento.

Determinato dagli elettroni di valenza è molto semplice – sulla tavola periodica. Per gli elementi di base (tranne sottogruppi, poiché ci sono eccezioni) condizione: il numero massimo di elettroni di valenza corrisponde al numero del gruppo in cui viene analizzato l'elemento. Atomo avente un gran numero teorico di tali particelle, riluttante li invia ad altri atomi, tuttavia un ossidante (batte mancante). Viceversa, per un piccolo gruppo numero prontamente valenza elettroni sono dati elemento, entrando in impegno. In questo caso stiamo parlando di ridurre agente o atomo donatore.

elettroni di valenza sono direttamente dipendenti dallo stato dell'atomo. Quindi, se è in qualche modo dall'esterno per fornire energia supplementare (convertito in uno stato eccitato), le orbite valenza degli particelle saranno più.

I dati sui materiali di valenza permettono loro usano attivamente nel predire il risultato. Ad esempio, fonti chimici della corrente elettrica sulla base dell'uso di elettroliti tali elementi che sono in grado di dare e ricevere elettroni. materiale neutro sarebbe inutile in questo caso. È facile immaginare che se tutto il guscio elettronico esterno dell'atomo riempito, un elemento è chimicamente neutro e non reagisce con altri atomi (o la forza di interazione è così basso da poter essere trascurata). Un esempio lampante di questo – gas inerti.