356 Shares 1941 views

Art. 15 legge "Sulla protezione dei diritti dei consumatori. Compensazione attraverso i tribunali

Attualmente, i diritti dei consumatori siano stati violati da produttori e venditori abbastanza spesso. Questo è dovuto principalmente alla disattenzione e l'analfabetismo legale di loro stessi cittadini, molti dei quali stanno acquistando merci di bassa qualità, non abbiate fretta di prendere di nuovo, ma semplicemente scartato. Così, i trasgressori e restano impuniti, e prodotti difettosi continua ad essere sugli scaffali di spazi commerciali.


Tuttavia, alcuni cercano protezione dei loro diritti nei tribunali, e ricevere un piccolo risarcimento per danni morali.

violazione

Citizen sarà in grado di ottenere qualche compensazione finanziaria per la loro sofferenza mentale o danni alla salute solo se può dimostrare che questi effetti sono direttamente correlate ad una violazione dei suoi diritti di consumatore. In questo caso, solo l'importo del risarcimento stabilito dal giudice, come indicato all'art. 15. La legge "Sulla protezione dei diritti dei consumatori" è sempre dalla parte di quei cittadini che hanno sofferto a causa di produttori senza scrupoli.

esempio:

Un uomo ha acquistato una pagnotta al supermercato. Casa all'ora del tè, ha trovato un insetto in esso, con il risultato che ha iniziato il vomito e aprì ulcera, che è stata confermata dai documenti medici pertinenti. Dopo aver annunciato la sua pretesa di produttore, si propone di sostituire il pane per l'altro, senza ogni sorta di risarcimento o un rimborso.

L'uomo è andato in tribunale e vinse la causa. Combina lo ha pagato i danni morali , sulla base dell'art. 15. La legge "Sulla protezione dei diritti dei consumatori" era sul lato della persona lesa.

Per le conseguenze più deplorevoli può condurre l'acquisto di farmaci che sono scaduti. La legge dice che un urgente ritorno di tali farmaci.

azioni

Se una persona ha acquistato un prodotto difettoso e non può tornare indietro, perché il venditore non lo accetta, è necessario eseguire le seguenti operazioni:

  • Scrivi una denuncia ai termini specifici della considerazione, poi minacciato azioni legali. In genere, memorizza i manager non vogliono rovinare la vostra reputazione e quindi accettare tutte le condizioni del consumatore.
  • Contattare i CPS con l'obbligo di condurre l'esame sul fatto della violazione dei diritti del compratore.

Nel caso in cui le misure adottate non hanno portato il risultato desiderato, è necessario rivolgersi al giudice, la base qui è l'articolo 15. risarcimento per danni morali saranno determinati nel corso del procedimento, quindi è necessario mantenere le ricevute che confermano l'acquisto di prodotti di bassa qualità. Inoltre, non fa male a ottenere il sostegno dei testimoni, soprattutto quando si tratta di salute umana.

conferma

Al fine di ricevere un compenso monetario da parte della persona che ha causato danni morali, è necessario dimostrare la sua colpevolezza, ai sensi dell'art. 15. La legge "Sulla protezione dei diritti dei consumatori" in questo caso significa che l'importo del risarcimento da versare nella misura in cui è stata nominata corte. Pertanto, il cliente interessato sarà tenuto a fare ogni sforzo per confermare questo fatto.

Ad esempio, se una donna aveva acquistato in un negozio di scarpe che hanno i tacchi cadere dopo una settimana o venire scollarsi suola, allora sarebbe bisogno di dimostrare che le scarpe utilizzati in conformità con le condizioni di funzionamento, eliminando in tal modo la propria colpa. E può impostare solo l'esame, che è meglio farlo da soli, e quindi specificare il suo valore nella causa.

Puoi anche invitare i testimoni di giustizia, che potrebbero confermare il fatto di acquisto, se una persona ha perso il controllo.

Le merci che non possono essere restituiti

Nel caso in cui una persona ha acquisito il cibo scadente, a causa dell'uso di cui egli ha danneggiato la sua salute, egli può restituirli e chiedere un risarcimento in tribunale ai sensi dell'art. 15. La legge "Sulla protezione dei diritti dei consumatori" sarà direttamente dalla sua parte, e la dimensione di questo importo non verrà influenzata dal fatto che un cittadino ha per riparare i danni.

Nonostante queste regole, ci sono diversi tipi di merci, che dopo l'acquisto non è più possibile tornare indietro. Secondo la lista, non sono rimborsabili:

  • medicina qualità adeguata;
  • biancheria intima, calze;
  • prodotti profumeria;
  • siringhe, lenti, varie pipette che si riferiscono direttamente al corpo umano;
  • stoffa;
  • spazzolini da denti, fermagli, elastici per capelli.

Pertanto, anche se questi beni erano di scarsa qualità, di restituire il denaro per loro non è un cittadino.

giurisprudenza

Il modo più efficace di trattare con i fornitori senza scrupoli e venditori di prodotti è di fare appello a un'autorità superiore. Per difendere il loro caso in tribunale, sarà necessario provare la colpa del produttore. Così dice l'articolo. 15 ZOZPP.

esempio:

Cittadino acquistati presso il negozio rivestimento isolante, perché comprende sull'etichetta stato designato isolante in fibra di poliestere 100%. Dopo diversi giorni di questa roba calze negli uomini hanno iniziato una reazione allergica, cuore malato. La ragione è che, invece di rivestimento in poliestere imbottitura è stata isolata con basso, che ha causato i sintomi sgradevoli. Un uomo, dopo un ciclo di trattamento, rivolgersi al rivenditore al credito e è stata rifiutata. Citizen ha citato in giudizio.

Come la legge "Sulla protezione dei diritti dei consumatori", l'ultima versione di che conferma il fatto che per ottenere il risarcimento del danno morale, una persona può solo se colpa del produttore. L'uomo aveva un esame indipendente, che ha confermato questo fatto.

Dai materiali del caso:

La corte nelle indagini delle prove che erano state fornite dal ricorrente, ha concluso che il produttore di vino è completamente dimostrata. E per riprendersi dalla compensazione danneggiante per un importo di 50 mila rubli a favore della persona lesa. Come la legge "Sulla protezione dei diritti dei consumatori", rivista da ultimo nel 2016, la quantità di danno non patrimoniale è determinato dall'autorità giudiziaria di loro, indipendentemente da eventuali perdite produttore di prodotti difettosi sostenute.