466 Shares 8207 views

Il potere della lente della lente

Rifrazione della luce sono ampiamente utilizzati in vari dispositivi ottici: macchine fotografiche, binocoli, telescopi, microscopi. Indispensabile e la parte più significativa di questi dispositivi è l'obiettivo. E il potere della lente – uno dei valori fondamentali che caratterizzano qualsiasi strumento ottico.


La lente ottica o vetro ottico – un corpo di vetro permeabile alla luce che è delimitata su entrambi i lati superfici curve sferiche o altri (una delle due superfici possono essere piane).

La forma delle superfici di delimitazione può essere sferica, cilindrica o altro. Lenti che hanno un mezzo più spesso rispetto ai bordi, chiamati convessa; con metà i bordi più spessi – concava.
Se si lascia che un fascio parallelo di raggi di luce su lente convessa, e mettere il suo schermo, poi si spostano rispetto alla lente, lo troviamo un po 'di punto luminoso. Sta rompendo le travi che cadono, li raccoglie. Pertanto, si parla di raccolta. La luce rifrange concava, la diffonde in mano. Si chiama dispersione.

centro della lente è detta centro ottico. Ogni linea che passa attraverso di esso, ha vinto la denominazione dell'asse ottico. Un asse che interseca il punto centrale della superficie sferica di rifrazione è chiamata principale (core) dell'asse ottico della lente, altri – laterali assi.

Se diretto verso la lente di collezione fascio asse parallelo al suo asse, passando, questo fascio interseca l'asse ad una certa distanza da esso. Questa distanza è chiamata lunghezza focale e il punto di intersezione stessa – sua attenzione. Tutte le lenti hanno due fuoco, che sono su entrambi i lati. Sulla base delle leggi di rifrazione della luce, è in teoria possibile dimostrare che tutti i raggi assiali o raggi avvicinarsi alla principale asse ottico incidente sulla lente parallelo all'asse collettiva convergono al fuoco. L'esperienza lo conferma la prova teorica.

Lasciare un fascio di raggi paralleli all'asse principale dell'asse ottico su un obiettivo dvoyakougolnuyu sottile, troveremo che fuori di esso, questi raggi andrà un fascio divergente. In caso di contatto con fascio tale divergente nostro occhio, si potrebbe pensare che i raggi provenienti da un unico punto. Questo punto ha ricevuto la denominazione di messa a fuoco virtuale. Il piano, che si tiene perpendicolare all'asse ottico principale attraverso il fuoco della lente è chiamato piano focale. Il piano focale della lente sono due, e si trovano su entrambi i lati di esso. Quando l'obiettivo è diretta fascio di raggi, parallele a qualsiasi lato dell'asse ottico, il fascio, dopo verifica rifrazione converge sull'asse corrispondente all'intersezione con il piano focale.

La potenza ottica della lente – questo è un valore tale che è il reciproco della sua lunghezza focale. Definiamo con l'aiuto della formula:
1 / F = D.

L'unità di misura di questa forza è chiamato diottrie.
1 diottrie – una potenza ottica della lente avente una distanza focale di 1 m.
Nelle lenti convesse, questa forza è positiva, mentre il concavo – negativo.
Ad esempio: Quale sarà la potenza ottica convessa della lente di occhiali se F = 50 cm – sua lunghezza focale?
D = 1 / F; per ipotesi: F = 0,5 m; quindi: D = 1 / 0,5 = 2 diottrie.
La grandezza della lunghezza focale, e quindi la potenza della lente sono definite da indice di rifrazione del materiale, che consiste di una lente e il raggio delle superfici sferiche delimitano.

La teoria dà una formula che può calcolarlo:
D = 1 / F = (n – 1) (1 / R1 + 1 / R2).
In questa formula, n – rifrazione del materiale della lente, R1, 2 – i raggi di curvatura della superficie. I raggi di superfici concave vengono considerati positivi e concava – negativo.

immagine del carattere ottenuto dalla lente oggetto, cioè. E. sua magnitudine e posizione dipende dalla posizione dell'oggetto rispetto alla lente. posizione dell'oggetto e la sua grandezza si possono trovare utilizzando la formula della lente:
1 / F = 1 / d + 1 / f.
Per determinare la lente di ingrandimento lineare usa la formula:
k = f / d.

La potenza ottica della lente – un concetto che richiede uno studio dettagliato.