761 Shares 3001 views

Qual è il talento e il genio di come è la vita

Se una persona ha talento, è disponibile molto nella vita, almeno come comunemente si crede.


Talenti e geek

Di solito abilità speciali si manifestano durante l'infanzia. I giovani talenti è facile affrontare i problemi, oltre che a volte ha pokorpet professionisti maturi. Così i bambini dotati hanno addirittura inventato un nome speciale – "geek" (dal tedesco – un bambino meraviglioso).

Coloro che non possiedono le competenze, ingegno prendere in giro "kindervudami" che dalla stessa lingua tedesca viene tradotto come "bambino-albero". bambini dotati, crescendo, raramente diventano geni. Viziata e abituata a lodare il fatto che tutto viene facile per loro, essi sono vulnerabili alla dura realtà del mondo adulto, e la necessità di lavorare sodo spesso causa loro protestano e disgusto.

Abilità e lavoro

Che cosa è il talento, sepolto nella terra? E 'chiaro che la capacità speciale per un certo tipo di attività sono, in termini economici moderni, un bene immateriale. Dal momento che è impossibile prodelyvat manipolazione come con qualsiasi cosa. Resta inteso che la vecchia moneta (1 talento = 6000 dracme), sepolto in un tesoro rimosso dalla circolazione di utile e vantaggioso.

E il dono immateriale ma molto importante deve rimanere in continuo movimento, o il suo valore, a differenza del valore nominale delle monete preziose, sepolto nel terreno, non viene salvata, e l'utilità in questo caso non v'è alcun dubbio. In merito alla questione di ciò che è un talento, un musicista geniale ha detto che questa condividono abilità e tutto il resto – un sacco di lavoro.

L'approccio scientifico al talento

Inoltre, qualunque sia il talento, richiede l'identificazione. Bene, se i genitori a capire che un bambino ha delle abilità speciali durante la sua infanzia, e farà ogni sforzo per il loro sviluppo. Ad esempio, il padre di Wolfgang Mozart ha insegnato ai suoi figli la musica fin da bambino, a volte molto difficile costringendoli a impegnarsi in notazione musicale, ear training, e le altre, cose apparentemente noiose.

Mettere su una base scientifica per l'identificazione di abilità nel educatori della prima infanzia e sociologi stanno cercando per diversi decenni. In 80-zioni del XX secolo, ha pubblicato un libro di Mr. Gardner di "stati d'animo" in cui ha classificato la propensione delle persone a diversi tipi di attività e ha dato una definizione di ciò che il talento è applicato ad una futura professione, mettendo in evidenza i suoi otto tipi di base. Il talento può manifestarsi nelle zone, linguistico-verbale, numerico, spaziale, fisica, personal interpersonali, oltre che nei rapporti umani con l'ambiente naturale.

Questa classificazione, tuttavia, nonostante la sua apparente universalità, non risponde alla domanda su ciò che è il talento, quali sono i suoi confini, da dove viene e perché le persone di talento sono sorprendentemente versatile.

Un mistero e la tragedia del genio

Si ritiene che i grandi scrittori raggiungono vette di creatività intorno all'età di trent'anni, quando acquisire una certa esperienza. Tuttavia, alcune delle prime opere di poeti e scrittori a volte sorprendente maturità e pensieri saggi, di solito giovani insolita.

Come regola generale, i migliori talenti del mondo ha vissuto una brillante, ma non per molto, e il loro destino è tutt'altro che sicura. Il dono di Dio – non è solo la felicità di creatività, ma anche un carico enorme. La necessità di esprimere qualcosa che travolge l'anima, è impossibile mantenere, e il processo di creazione di un capolavoro è stato molto doloroso. Inoltre, maestri sottile anima si sente sempre acutamente gelosia dei colleghi mediocri nel negozio e il rifiuto degli abitanti.

Il grande talento russo arricchito la cultura mondiale, non fanno eccezione. Se la lista solo i poeti che hanno vissuto nei secoli XIX e XX, non resta che chiedersi tristemente tragici destini di Puskin, Lermontov, Griboedov, Esenin, Majakovskij, Blok, Mandel'stam, Brodsky e molti altri. Ebbene, tale è la sorte di genio, duro, ma ancora felice.