618 Shares 4516 views

Quali strati e il loro ruolo nella struttura della società?

Le comunità sociali delle persone sono state trattate in modo diverso da filosofi in varie fasi dello sviluppo umano. Nel 19 ° secolo la teoria della classe era molto popolare. Questo concetto ha denominato le classi i principali gruppi sociali. Essi, dal suo punto di vista, hanno determinato il corso della storia. Elementi della struttura sociale della società, come le classi, sono ancora parte integrante delle moderne teorie occidentali. Sono stati riconosciuti da noti scienziati politici e sociologi come Kroner, Aron, Myers, Bell, Brzezinski. In particolare, sono inclusi nel concetto di società industriale e postindustriale.


Tuttavia, all'inizio del ventesimo secolo, è emerso un diverso approccio alla divisione della società in gruppi sociali. L'autore di questa teoria era Pitirim Sorokin. Lui, in opposizione alla teoria marxista delle classi, ha proposto l'idea di altri criteri e segni di stratificazione sociale. Questi sono strati sociali. La teoria di Sorokin, a suo modo, spiega la stratificazione nell'ambiente sociale. È altrimenti una struttura e un sistema sociale, che lo abbraccia con la cosiddetta stratificazione. È suddiviso in diversi tipi di misurazione, a seconda di uno o più criteri e attributi. Quindi, quali sono strati?

Innanzitutto, questi sono segni della divisione dei gruppi sociali. Ad esempio, le persone si differenziano nelle loro professioni, a livello di reddito. Inoltre, hanno un'istruzione diversa. La psicologia ci racconta i tipi di temperamenti e tratti individuali di personalità. Gru enormi sono persone che professano diverse religioni e aderiscono a numerose credenze. Tutti questi criteri, presi insieme, ci aiutano a rispondere alla domanda di quali strati sono. Molti ricercatori credono ancora che queste caratteristiche di vari gruppi sociali siano il principale e persino il massimo nella determinazione della struttura della società.

I filosofi sono stati interessati non solo a quei strati, ma anche a come influenzano le persone e siano fenomeni statici o dinamici. Ad esempio, può una persona lasciare il proprio gruppo sociale e trasferirsi in un altro, e in quali circostanze? Hanno chiamato questo processo la mobilità sociale. Quest'ultimo, a sua volta, non ha inoltre sfuggito alla classificazione. La mobilità nella società è orizzontale e verticale. Al primo, l'individuo si muove tra diversi strati e la seconda si muove lungo la scala gerarchica all'interno di uno di essi. Ci può anche essere una tipica caratteristica di mobilità delle tendenze stabili e una comparsa occasionale a causa di alcune coincidenze nella vita di una persona.

Il noto sociologo Max Weber ha anche contribuito alla teoria di quali strati sono. Ha proposto l'idea che i segni di questi gruppi sociali siano criteri psicologici come il prestigio e lo status. Secondo questo pensatore, tali indicatori sociali danno ad ogni strato un proprio stile di vita, costituito da un certo insieme di abitudini, valori e stereotipi. Pertanto, una persona che valuta la propria appartenenza a un determinato gruppo sociale deve soddisfare le aspettative dei suoi membri e essere riconosciuta da loro. Pertanto, Weber, studiando a proprio modo la questione di quali strati, ha sottolineato che i loro membri sono imposti per mezzo della pressione sociale e dell'educazione, alcuni ruoli. Questa scoperta di un noto sociologo è stata confermata dai suoi colleghi Pinton e Mead. Essi descrivono le norme esistenti in ciascun gruppo, che influenzano notevolmente il comportamento dei suoi membri, a seconda del loro status. Per soddisfare tali norme fa una persona e un tale criterio come prestigio. Questa è una valutazione dell'azione di una determinata persona, che gli viene data dai membri del gruppo. Nella nostra società, questo può essere dimostrato dall'esempio di richiedere alcuni strati per acquistare una nuova auto ogni pochi anni o per avere un iPod. Se una persona non soddisfa questi requisiti, si considera che ha perso il prestigio e non ha più successo. Può essere ostracizzato dai membri del gruppo – cessa di essere percepito come suo.