278 Shares 9883 views

la politica fiscale discrezionale

Cambiare le tasse e la spesa, il governo conduce la politica fiscale. Ha lo scopo di regolare il livello di attività nell'economia e il gestore domanda aggregata. Se queste stesse misure sono collegati con il legislativo, lo stato di conduzione della politica fiscale discrezionale. Circa la sua condotta il governo, di regola, secondo il funzionario. Discrezionale politica fiscale è accompagnato da variazioni delle aliquote fiscali, trasferimenti, la dimensione degli appalti pubblici. Motivo sufficiente per una tale mossa potrebbe servire come fluttuazioni di investimento. Come parte dei costi totali – questa è la parte più instabile di loro, che destabilizza la situazione in generale. Le variazioni di investimenti comportano cambiamenti nel mondo del lavoro, volume di produzione. L'aumento o la diminuzione tasse e la spesa, il governo sta cercando di contrastare questo effetto. Questo significa che una volta utilizzato dal governo di Theodore Roosevelt in America.


E 'noto che una riduzione delle tasse non ha una forte influenza come ad esempio un aumento dei costi. Ciò accade perché i redditi dei consumatori sono in crescita, ma non pienamente utilizzati. Alcuni di loro salvati, perché la propensione massima di spendere non raggiunge l'unità. Questo è noto come un moltiplicatore di bilancio in pareggio. semplici calcoli permettono di vedere che è uguale a 1. Ciò significa che l'aumento della produzione e del reddito corrisponde alla crescita della spesa pubblica. Questo modello può essere utilizzato dai governi. Quando si vogliono fermare l'inflazione, ridurre la spesa pubblica e abbastanza per aumentare le tasse o di fare il contrario, se si vuole espandere l'economia. Sembra che sia molto semplice. Ma in pratica, la politica fiscale discrezionale ha qualche difficoltà a utilizzare. Questo problema di volume e di tempo. Il primo comprende un valore di regolazione dallo stato e quindi una forza sarà possibile effetto. Il secondo problema è che è impossibile prevedere quanti ci vorrà del tempo ritardi.

pratica del mondo dimostra che la politica fiscale discrezionale è spesso effettuato sulla base di statistiche non molto accurate, con il risultato che, invece di l'effetto stabilizzante viene destabilizzante.

Al fine di migliorare in qualche modo la situazione della situazione economica paese, i seguenti strumenti di politica fiscale:

  1. La modifica dei programmi che si riferiscono al costo. In un periodo di depressione che ha colpito il paese, il governo inizia in primo luogo con la realizzazione dei progetti di investimento pubblici, che mirano a superare la disoccupazione. essi sono spesso inefficaci, come redatto in fretta, mal concepito, solo per fornire rapidamente l'occupazione.
  2. Cambiare i programmi di appropriazione indebita di tipo redistributivo. Crescita dei trasferimenti aumenta aggregata richiesta. Ciò si verifica perché un incremento dei benefici sociali aumenta e un aumento del reddito delle famiglie. Se le altre condizioni sono le stesse, poi cresce e la spesa dei consumatori. Inoltre, gli aumenti dei sussidi alle imprese possono espandere la produzione. Riduzione dei trasferimenti, al contrario, portano ad un calo della domanda aggregata.
  3. fluttuazioni periodiche nel livello delle tasse. Questo strumento funziona nella direzione opposta. Aumento delle tasse porta ad una diminuzione delle spese di investimento e di consumo. Di conseguenza, la caduta e la domanda aggregata. E, di conseguenza, la riduzione delle tasse porta alla sua crescita e alla crescita del PIL in termini reali.

In situazioni particolari, come il momento in cui il paese sta vivendo una crisi economica, il governo ha introdotto una politica di incentivazione fiscale. In questo caso, il governo dovrebbe sostenere la proposta e la domanda aggregata (o almeno una di queste opzioni). A tal fine, il governo aumenta la quantità di beni e servizi acquistati a loro, riduce le tasse e trasferimenti aumenta il più possibile. Anche il più piccolo di questi cambiamenti portare al fatto che la produzione totale aumenta, e aumenta e la domanda aggregata così automaticamente. Tale risultato è ottenuto mediante l'uso della politica fiscale di stimolo nella maggior parte dei casi.