335 Shares 3808 views

Ipotiroidismo nelle donne: sintomi e trattamento

La ghiandola tiroide, la cui funzione principale è mantenere il processo metabolico al livello corretto, produce la tiroxina (un ormone). Si penetra nei tessuti e nelle cellule attraverso il sangue che circola in tutto il corpo.


Quando la ghiandola tiroide non mostra attività sufficiente e rilascia la tiroxina meno della quantità richiesta, si verifica l'ipotiroidismo. Nelle donne, i sintomi si manifestano sotto forma di costipazione, aumento di peso, stanchezza, sensazione di freddo, dolori muscolari, un lento processo di produzione di urina dal corpo, la pelle secca, la depressione, l'attività mentale lenta. Quello è, infatti, con questa malattia, tutti i processi metabolici sono inibiti e anche il metabolismo è compromesso.

Tutti i sintomi dell'ipotiroidismo nelle donne sono dovuti ad una diminuzione della quantità di tiroxina nel corpo. È possibile che molti segni della malattia siano assenti.

Nel caso di una diminuzione del tono della voce a causa dell'edema delle corde vocali, si può anche rilevare l'ipotiroidismo. Nelle donne, i sintomi possono manifestarsi come una violazione del ciclo mestruale, abbondante scarico durante questo periodo, perdita di desiderio sessuale, infertilità. Inoltre, la malattia influenza negativamente la memoria e l'orientamento nello spazio di persone in età avanzata.

Anche se tutti questi sintomi sono osservati, un'altra malattia può essere identificata, piuttosto che ipotiroidismo. Nelle donne, i sintomi della malattia Spesso si manifesta lentamente, e la condizione peggiora gradualmente per un periodo di un mese. Per questo motivo la diagnosi è spesso difficile.

Il trattamento dell'ipotiroidismo nelle donne dovrebbe iniziare immediatamente, in quanto in assenza di terapia, esiste un rischio di comparsa e di ulteriore sviluppo dell'insufficienza cardiaca. La ragione di questo è un aumento del livello di lipidi nel sangue a causa di una diminuzione della quantità di tiroxina.

Possono verificarsi complicazioni sotto forma di preeclampsia (tossicità tardiva), anemia, festa malsana e sanguinamento grave durante il periodo postpartum, se si verifica ipotiroidismo durante la gravidanza. Nelle donne, i sintomi in questo caso contribuiscono alla diagnosi precoce della malattia.

La diagnosi è stabilita da un medico-endocrinologo sulla base dell'esame del paziente e dei risultati dei seguenti studi:

– Determinazione del numero di ormoni di triiodotironina, tiroxina, che diventa meno con ipotiroidismo e nukreotropo – la sua presenza può essere abbassata ed elevata;

– test di sangue biochimico (quando la malattia è segnata dall'aumento dei livelli lipidici);

– esame ad ultrasuoni della ghiandola tiroidea (effettuato per determinare la struttura e le dimensioni).

La base per il trattamento dell'ipotiroidismo è la terapia sostitutiva con l'aiuto di ormoni. L'endocrinologo deve scegliere il dosaggio necessario del farmaco, in base alla gravità e alla durata della malattia, all'età del paziente. Quasi la metà del tempo, l'ipotiroidismo dovrebbe essere trattato per la vita. Per monitorare il processo di trattamento, è necessario contattare regolarmente l'endocrinologo (circa una volta all'anno).