810 Shares 8767 views

Cattedrale di Vvedensky (Cheboksary). Storia, foto, santuari principali

Cattedrale di Vvedensky (Cheboksary) è un monumento monumentale di architettura ed è il simbolo principale del clero in tutta la Repubblica di Chuvash. La costruzione del tempio fu completata nel 1657. La cattedrale è l'unico monumento del XVII secolo, conservato fino ad oggi. La decorazione interna del tempio impressiona con il suo splendore. L'iconostasi e alcuni degli affreschi furono conservati dai secoli XVII-XVIII. Di particolare valore è un campanile freestanding. E sebbene sia stata riparata molte volte, i contorni di base sono rimasti intatti fino al nostro tempo.


storia

26 maggio 1555 Il caro russo Ivan IV il Terribile adottò il decreto, avendo in precedenza ricevuto la benedizione del metropolita Macarius di Mosca che l'arcivescovo di Kazan e Sviazhsky Gury cominciò a svolgere servizi divini a Cheboksary e costruì un tempio. Il giorno successivo, Guri ei suoi compagni vicini andarono alla diocesi di Kazan appena inaugurata. In tutti i villaggi che i ministri hanno passato sono stati accolti con il loro magnifico trionfo e la processione della croce.

Alla fine di luglio 1555, l'arcivescovo ei suoi compagni giunsero nel luogo in cui doveva trovarsi Cheboksary. Il primo ordine, dato da Guriy, fu l'erezione della chiesa cattedrale in cima alla montagna. Ha installato qui una chiesa di tela e ha spruzzato l'acqua santa intorno alla città futura, indicando così i suoi orizzonti. La cattedrale di Vvedensky (Cheboksary) è diventata la base per la creazione della città.

Nella chiesa di marcia di Guria era l'unica icona della Madre di Dio. L'Arcivescovo servì la sua prima Divina Liturgia. Dopo di che, tutti gli abitanti potrebbero ricevere la benedizione della Vergine. L'icona del santissimo Theotokos di Vladimir con il bambino è ancora sul territorio della cattedrale ed è il più importante e rispettato santuario della chiesa.

Inizio della costruzione

Successivamente la chiesa di lino è stata sostituita da una cattedrale di legno. Quasi nulla è conosciuto circa l'interno del tempio. Al centro c'era una piccola iconostasi. L'oggetto principale del culto era l'icona della Madre di Dio di Vladimir. Inoltre c'erano diverse icone delle lettere di Stroganov. Gli utensili della Chiesa consistevano di due calici, uno dei quali fu donato dall'arcivescovo Guriy e l'altro fu portato dalla Persia. All'interno del tempio era decorato con corone di legno. Una delle pareti era decorata con un'immagine di un angelo con una bara piena di reliquie di santi santi scolpiti nel muro. Virtualmente nessuno di questi elementi non è stato salvato.

Decorazione d'interni

Nel 1651 è stata eretta una cattedrale di pietra su questo sito. È stato consacrato dal presunto metropolita di Kazan Cornelius I. Inizialmente costruirono solo una chiesa fredda con il trono dell'introduzione della Vergine al tempio. Più tardi nel 1657 furono costruite estensioni calde, dedicate a S. Sergio di Radonezh e di S. Alexius. Vicino alla chiesa fu costruito un campanile sotto forma di tenda. La Cattedrale di Vvedensky a quel tempo fu costruita da mattoni e pietre da macerie. Fu costruito dai muratori locali, gestiti dai maestri di Nizhny Novgorod. Mura e archi hanno deciso di dipingere immagini di personaggi santi. Anche gli eventi raffigurati dal Nuovo Testamento. A quel tempo era l'unica struttura in pietra della città. La Cattedrale di Vvedensky (Cheboksary) ha avuto molte difficoltà. La sua storia è insolita.

Più tardi, i servizi del tempio dovevano essere sospesi e la cattedrale stessa – per chiudere. Ma già nel 1943 i servizi divini ripresero nuovamente. Nel 1945 una grande somma fu donata al fondo della difesa dal rettore della chiesa. Questi soldi sono stati utilizzati per costruire una colonna di serbatoio di Dmitry Donskoy.

Fino al 1985, all'interno dei confini di Alexy e Kharlampy, il Santo Martirio era un museo di storia locale.

Oggi

La cattedrale di Vvedensky (Cheboksary) è stata sottoposta a revisione nel corso della sua esistenza. Ma tuttavia, la sua forma originale è sopravvissuto fino ad oggi. Naturalmente, c'erano ancora piccole perdite. Ad esempio, il primo livello della facciata fu finemente murato con portici.

L'interno della chiesa è decorato con affreschi datati dall'era del classicismo. L'iconostasi è anche fatta in questo stile. Il campanile sotto forma di una tenda si riferisce agli edifici dell'architettura del XVIII secolo. Inoltre ha subito molti cambiamenti nella perestroika, ma ha mantenuto i suoi contorni originali.

La Cattedrale di Vvedensky (Cheboksary) è diventato un luogo di sepoltura per due vescovi di Cheboksary – Hilarion e Benjamin.

Santuari del Tempio

Un'icona particolarmente venerata della Cattedrale di Vvedensky era e rimane l'icona della Madre di Dio di Vladimir. Oggi è incorniciato da un rizoma d'argento e d'oro. Il santuario si trova alla sinistra del cancello reale.

Anche nella cattedrale apparve altri, non meno significativi santuari. L'icona di Cristo Salvatore è stata donata alla Cattedrale da Metropolitan Tikhon di Kazan e Sviyazh. L'icona è incorniciata da argento e perle. Nel 1687, il re georgiano Archil presentò Tikhon metropolitano con l'immagine della Madonna di Dio di Smolensk, che a sua volta si presentò alla Cattedrale della Presentazione della Vergine. Parte delle reliquie dei santi L'Arcivescovo Guria ei suoi compagni originali sono stati investiti in tasche d'argento e poste nell'icona.

La Cattedrale di Vvedensky (Cheboksary) è incredibilmente bello. La foto non può trasmettere completamente la sua grandezza.