560 Shares 6393 views

Regione di Fergana (Uzbekistan): distretti, città

Nella splendida Valle di Ferghana si trova la regione di Fergana (Uzbekistan). È una delle parti più antiche e belle del paese. Ci sono grandi città antiche e piccoli insediamenti con un modo di vita tradizionale. La regione di Fergana contribuisce notevolmente all'economia dello Stato ed è di notevole interesse per il turismo.


Geografia e biologia

Nel centro dell'Asia centrale è la Repubblica di Uzbekistan. La regione di Ferghana si trova nella parte meridionale della valle di Fergana ed è uno dei 13 distretti territoriali e amministrativi del paese. La sua area è di 68 km ². La regione occupa un'area pianeggiante con una lieve altezza sul livello del mare a sud-est. La valle è rappresentata da tutti i tipi di paesaggio: è protetta dalla Altai Range e la parte settentrionale è occupata da steppe. La regione è ricca di risorse idriche. I fiumi che scendono dalle montagne formano un'ampia rete d'acqua che si riunisce nel fiume Syr Darya. Il serbatoio dell'acqua centrale-Fergana fornisce una riserva d'acqua supplementare.

Una posizione di successo nella valle fertile rende il mondo della flora e della fauna della regione Fergana estremamente ricco. Qui una varietà di piante cresce. Soprattutto l'intera flora è di origine culturale, in quanto la vegetazione naturale è il prato solonchak alternato alle oasi. Tuttavia, l'uomo ha trasformato questa terra in vero cespuglio paradisiaco. Il mondo animale è anche molto interessante. Tra i grandi animali qui si possono incontrare cinghiali, volpi, lupi. Ma la diversità delle specie più grande si trova in piccoli animali e uccelli.

Storia di insediamento

La regione di Ferghana cominciò ad essere abitato fin dal 1 ° e 2 ° secolo, quando diverse tribù turche cominciarono a sviluppare questo territorio. Tuttavia, i luoghi antichi delle persone ritrovati dagli archeologi datano dal VII al VI secolo aC. Sul territorio della regione sono stati trovati utensili in pietra e si trovano nelle vicinanze del parcheggio di Selengur. Complessivamente, gli scienziati hanno contato 13 strati culturali su questa terra. Dal 1709, il Kokand Khanate è stato fondato sul sito della regione di Fergana. Shahrukh II ei suoi discendenti governarono questa terra, espandendo i loro confini a spese degli stati vicini.

Nel 1821, il 12-year-old Madali Khan è venuto al potere, durante il cui regno lo stato ha significativamente ampliato le sue proprietà e rafforzato. Khanate era un'entità molto forte e mantenne la sua autorità fino al 1842, finché le terre si sono mosse al governatore di Kirghiz. Per il potere su una terra così benedetta, c'era costantemente una lotta intensa tra la gente sedentaria dei Sart e dei nomadi dei Kipchak. Le teste del paese si sono costantemente mutate. La storia della regione è piena di episodi tragici. La confusione costante ha portato ad un indebolimento della capacità di difesa del paese, che ha portato al fatto che il potere fu sequestrato dall'ame embrionale Bukyari, sconfitto dalle truppe russe alla metà del XIX secolo.

Russo e sovietico

Dal 1855, la regione di Ferghana, precedentemente sotto la regola di Turkestan, fu avvolta nel fuoco delle guerre interne. Khudoyar Khan, governatore di Bukharian a Kokand, non era in grado di mantenere il potere sulle tribù in aumento e, sotto l'assalto dell'offensiva russa, fu costretto nel 1868 ad accettare le condizioni del trattato commerciale con l'impero russo. Ora, i residenti russi e Kokand sono stati assegnati il diritto alla libera circolazione, al commercio, per il quale hanno dovuto pagare una tassa del 2,5%. Khudoyar Khan rimase governatore del territorio. Nel 1875, i Kipchak guidati da Abdurahamn-Avtobachi sollevarono una rivolta contro l'autorità di Khudoyar, che si unì da clero locale e avversari dell'occupazione russa. Una nuova forza di circa 10 mila persone ha invaso le terre subordinate ai russi, assediarono la città di Khojent e si stabilirono nella fortezza di Mahram.

Il 22 agosto 1875, il generale Kaufman con il suo esercito ha abbattuto i ribelli dalla fortezza e ha catturato Kokand e Margelan. Le terre erano subordinate all'imperatore russo. Tuttavia, non appena le truppe si sono lasciate, l'eccitazione si è svolta nuovamente. Il generale Skobelev, capo del dipartimento di Namangan, ha affrontato gravemente i ribelli e tutto il territorio della regione di Fergana è stato annesso allo stato russo. Skobelev è diventato il primo governatore della regione di Fergana. Dopo la rivoluzione in Russia, il potere sovietico è venuto in Uzbekistan. Nel 1924 è stata effettuata una riforma amministrativa e il territorio guidato da Kokand è entrato a far parte della Repubblica socialista uzbeca. Nel 1938 è stata costituita una nuova unità territoriale – la regione Fergana. Durante l'epoca sovietica, la regione è attivamente popolata dalla popolazione russa, l'industrializzazione è in corso e l'infrastruttura è in costruzione.

Stato attuale

Dopo il crollo dell'URSS, la regione di Ferghana, le cui regioni sono state significativamente rafforzate economicamente, è rimasta parte dell'Uzbekistan, che ha dichiarato la sua indipendenza nel 1991. Nel 1989-90 c'erano degli scontri di massa con la popolazione kirghese e cominciarono la migrazione. Oggi la regione di Fergana torna al suo modo primordiale di vita. La componente industriale cede il posto alle tradizioni agrarie. La regione, come tutto lo stato, ripristina le abitudini musulmane e il modo di vivere, anche se i legami con la Russia non vengono persi. Durante i 25 anni di indipendenza, sono stati creati nuovi legami culturali ed economici. La regione di Fergana oggi incarna le caratteristiche della tradizionale regione uzbeka.

Il clima

La Valle di Fergana è un luogo unico. Circondata da tutti i lati dalle montagne, ha particolari condizioni climatiche. Non è invano chiamato la perla dell'Uzbekistan, in quanto qui vengono creati quasi tutte le condizioni ideali per la vita umana. La regione di Fergana è caratterizzata da un forte clima continentale, con un inverno mite e una calda estate. Le temperature medie invernali sono -3 gradi, le temperature estive sono +28.

L'unico inconveniente del clima locale sono i venti forti, soprattutto in primavera, che drenano il suolo, portano via lo strato fertile, impoveriscono la terra. La regione è anche caratterizzata da una scarsa quantità di precipitazioni, ma le necessità dell'agricoltura nell'umidità sono coperte da irrigazione con risorse idriche. La regione di Fergana è caratterizzata da un clima più mite che nelle regioni limitrofe della valle. Qui, il tempo è abbastanza stabile, soggetto a forti fluttuazioni. Nella regione sono state create condizioni favorevoli alla coltivazione di molte colture termofili, tra cui cotone, riso e tè.

popolazione

Regione di Fergana (Uzbekistan) – l'area è abbastanza densamente popolata. Quasi un terzo della popolazione di tutto il paese vive qui. La sua densità è di 450 persone per 1 km². La composizione etnica della regione è diversa. 82% degli abitanti sono Uzbeks. Altre nazionalità sono rappresentate da piccoli gruppi: i Tajiks – circa il 4%, russi – 2,6%, Kazakhs – 1%.

La lingua ufficiale è l'uzbeco, anche se i residenti della regione parlano bene anche russo e i giovani imparano l'inglese a modo suo. La religione ufficiale, che il 95% della popolazione professa, è l'islam. Le dinamiche di crescita della popolazione nella regione sono 1-2% all'anno. A poco a poco, cresce l'aspettativa di vita media, che oggi ha un esponente di 70 anni. L'età media di un residente della regione di Fergana è di 23 anni. Oggi la popolazione è sempre più concentrata nelle città.

L'economia

Oggi la regione di Fergana è principalmente una regione agraria. Anche se la capitale della regione è un grande centro economico e industriale. Ci sono molte grandi imprese di industria chimica, alimentare, leggera, di raffinazione del petrolio. Qui producono pezzi di ricambio, mobili, fertilizzanti, vetro, cemento e molte altre merci. Un grande contributo all'economia della regione è costituito da imprese agricole che coltivano cotone, riso, bestiame, che forniscono non solo le necessità domestiche, ma anche commerciali attivi con altri Stati. Lo sviluppo e la stabilità dell'economia sono facilitati dall'estrazione di minerali: petrolio, zolfo, gas, calcare, che sono un oggetto importante di esportazione.

Una stazione ferroviaria attraversa il territorio della regione, collegando le principali città del paese e della regione. La lunghezza totale delle piste è di 200 km.

Divisione amministrativa e città

La regione di Fergana è divisa in 15 nebbie – distretti amministrativi. Ognuno è governato da un leader nominato dal hakim. Le grandi città della regione di Fergana (Uzbekistan): Fergana, Kokand, Margilan, Kuvasai – hanno lo status di subordinazione regionale. La maggior parte della popolazione della regione è concentrata.

Fergana

La città principale della regione di Ferghana è la sua capitale. Già la traduzione del nome da persiano – "diversificato" – dice molto su questo luogo. Qui vivono circa 350 mila persone di diverse nazionalità. La città conta la sua storia dal 1876, quando il governatore russo di queste terre, il generale Skobelev, ha fondato un nuovo capitale. Per qualche tempo la città aveva anche il suo nome. Una tale storia di aspetto si rifletteva nell'aspetto esterno di Ferghana. Inizialmente, è stato costruito con strutture in stile europeo: la riunione degli ufficiali, l'ufficio postale, la residenza del governatore, la sede, il teatro, la cattedrale Alexander Nevsky – tutto questo è stato l'inizio di una città speciale, atipica per l'Asia centrale. Fu inizialmente introdotto un edificio pianificato con strade dritte.

Fergana sperimenta la crescita più rapida del periodo sovietico, specialmente dopo la seconda guerra mondiale, quando qui vengono costruite numerose imprese industriali, vengono aperte istituzioni di istruzione superiore.

Oggi Fergana è una città molto bella e verde. Qui ci sono molti giardini e parchi. Le principali attrazioni della città sono la Casa degli Ufficiali, l'ex Casa degli Ufficiali – il teatro, la moschea di Zhome Masjid, la vecchia fortezza.

Kokand

Un altro centro importante è la città di Kokand (regione di Fergana). La sua storia inizia nel 5-6 secolo. Qui vivevano le antiche tribù. Dal 1709 la città è la capitale del potente Kokand Khanate. La posizione favorevole sulla Strada della Seta ha assicurato lo sviluppo e la ricchezza di Kokand, che attirò costantemente invasori. La lunga storia della città è una serie di guerre e il cambio dei governanti. Dall'istituzione del potere sovietico, la città è diventata calma, e dopo aver dichiarato indipendente, l'Uzbekistan sta tornando alle sue radici nazionali e culturali.

Oggi la città conta circa 260mila persone. Qui si trovano le maggiori industrie industriali delle industrie chimiche, manifatturiere, alimentari e di macchine per la costruzione. La sfera turistica si sta sviluppando attivamente in città: si stanno costruendo alberghi, si aprono musei, cresce l'infrastruttura. Le principali attrazioni di Kokand sono le medrese di Norbutabi (fine del XVIII secolo), la moschea di Jomi (1800) e il palazzo di Khudoyar Khan costruito nel 1871.

Margilan

Un'altra perla della regione è la regione di Fergana, Margilan. Questa città antica è chiamata la capitale della seta. Gli storici hanno trovato tracce dell'esistenza di insediamenti umani in questo luogo nel IV-III secolo aC. La storia della città è associata alla produzione e al commercio di seta. Oggi, qui è la più grande fabbrica di seta del paese, e si può vedere la maggior parte degli alberi di gelso. Circa 220mila persone vivono in città. Le principali attrazioni di Margilan sono il complesso commemorativo di Pir Siddiq (XVIII secolo), la madrassah di Said-Ahmad-Khoja (XIX secolo) e la fabbrica di seta "Yedgorlik".