633 Shares 6682 views

L'assassino di serie Richard Chase

Richard Chase – il famoso vampiro di Sacramento, è stato riconosciuto come uno dei più brutali assassini del mondo. Sei delle sue vittime sono state uccise nel modo più perverso e il maniaco ha usato il loro sangue, credendo che solo in questo modo possa esistere.


Fu dopo la cattura di questo criminale in crimine apparso il termine "killer seriale disorganizzato", caratterizzato da gravi disturbi mentali e spontaneità delle loro azioni. Richard stesso è stato diagnosticato con schizofrenia paranoica, ma nonostante il disordine mentale, è stato condannato a morte.

Infanzia di Richard Trenton

Richard è nato il 23 maggio 1950 a Santa Clara, California, USA. Il bambino era piuttosto tardi, ma già da giovane aveva subito il suo ambiente. Mio padre bevve e spesso picchiava il giovane Richard, e sua madre ha sviluppato la paranoia, per cui la famiglia si è rotta successivamente.

Da dieci anni, come molti futuri assassini, Richard Trenton ha una voglia di derisione degli animali. Così, il bambino ha espresso la sua aggressione su creature indifese, ha smembrato i loro corpi e persino morso le loro teste. Inoltre, per lungo tempo l'adolescente ha avuto un problema con l'incontinenza urinaria, ma i genitori non hanno dato problemi del figlio attenzione. L'ambiente non accettò Richard e preferiva ignorare le sue deviazioni, basta non contattarlo, piuttosto che trattarlo in istituzioni speciali.

Problemi degli adolescenti

Nonostante l'aspetto piuttosto piacevole, il comportamento di un adolescente ha respinto i pari. Nel liceo, quando le occasioni sembravano essere amici con le ragazze, Richard si rende conto che ha gravi problemi di potenza. A causa di questo, così come l'atmosfera tesa in casa, è troppo presto per usare l'alcool e le droghe (marijuana, LSD).

Esternamente, molti piacevano Richard Chase. Le foto che sono rimaste fin dai tempi della sua giovinezza dimostrano che il ragazzo era veramente bello. Ma questo non gli ha aiutato a socializzare.

Ospedali psichiatrici nella vita di un maniaco

All'età di 18 anni, quando il problema della potenza comincia a disturbare seriamente il giovane, si rivolge indipendentemente ai medici per scoprire la causa della sua malattia. Non c'erano anomalie fisiche, ma dopo aver parlato con uno psichiatra, si è scoperto che la disfunzione sessuale è associata alla soppressione dell'aggressione. Più tardi sarà noto che l'eccitazione sessuale di Richard Trenton Chase potrebbe venire solo da smembrare i corpi e mangiare la carne degli animali e degli esseri umani.

A 24, la sua condizione si deteriora bruscamente. Il desiderio di uccidere gli animali diventa più evidente e la sua frustrazione inizia a spaventare gli altri. Così, secondo il paziente, il suo sangue si trasformò in polvere, e il cuore si fermò regolarmente. Per non morire, Richard decide di aver bisogno di consumare il sangue degli animali come cibo. Ha usato gli organi interni di ratti, conigli, gatti, cani e uccelli crudi o macinati con un mixer.

Entra nell'ospedale in uno stato inadeguato alla ricerca di qualcuno che ha rubato la sua arteria polmonare. Gli ordinati consideravano il suo comportamento per un sovradosaggio di farmaci e inviati ad un ospedale. Poi entra nuovamente nell'ospedale dopo aver deciso di iniettare per via endovenosa il sangue del coniglio ucciso, secondo il paziente, la causa della sua malattia era che l'animale bevve l'acido dalla batteria prima della morte. Dopo la ricerca, Richard è diagnosticato con schizofrenia paranoica.

Nell'ospedale psichiatrico, le raccomandazioni del medico non aiutano molto, presumibilmente a causa dell'uso prolungato di farmaci. Dalla clinica, sfugge, ma nel 1976 entra nell'ospedale per i criminali "Beverly Mener".

Nello stesso anno la madre fu portata a casa dalla clinica, che a quel tempo aveva già divorziato il padre di Richard. Credeva che il marito volesse avvelenarlo. A suo parere, anche i medici vogliono uccidere suo figlio, così presto gli impedisce di usare farmaci prescritti.

La madre ignora francamente il comportamento anormale di suo figlio. Non lo invia per il trattamento, ma presto comprerà Richard un appartamento separato, dove si muove a vivere.

Vita indipendente

Il futuro serial killer Richard Chase non ha mai lavorato e ha ricevuto benefici. Da allora, quando si inizia a vivere, smette di lavare e di guardarsi.

A causa della convinzione che, a parte il sangue, niente lo aiuterà, smette di mangiare cibo e diventa sottile a 68 kg con un'altezza di 180 cm. Fa sangue freddo uccide gli animali. Anche se confessa direttamente a uno dei proprietari che ha mangiato il suo cane, perché il suo corpo ha bisogno di sangue fresco, non viene mandato per un trattamento obbligatorio.

Allo stesso tempo Richard è interessato alla biografia del Hillside Detractor e sono sicuro che abbiano simili sorti: sono entrambe vittime di una cospirazione di nazisti e stranieri.

Nell'agosto 1977, vicino al Lago Pairamid Lake, la polizia scoprì l'auto di Chase, dove trovarono un secchio di sangue, fegato di manzo e due fucili. Più tardi è stato possibile arrestare Chase: nudo, macchiato di sangue, correndo lungo la spiaggia. È sicuro che il suo sangue penetra attraverso la pelle.

Sei mesi dopo, Richard acquisisce una pistola calibro 22, da cui in futuro ucciderà 6 persone.

Prima vittima

Chase amava entrare nelle case di altre persone. Aveva una posizione chiara: "Se la porta è chiusa, nessuno ti aspetta qui". Alla fine di dicembre 1977, viene in una casa strana, dove spara una donna in cucina. Dopo una scossa di miss.

Dopo 2 giorni, il 29 dicembre, uccide un passante casuale. Richard scese lungo la strada, dove vide 51 anni Ambrose Griffin. L'assassino spara direttamente dalla finestra del suo camion, 2 pallottole colpiscono la vittima nel petto, Ambrose muore sul posto.

Richard ha ucciso uno sconosciuto per nessun motivo, ma per provare la sua forza. Ammira l'atto ei piani per il futuro. Nel giornale locale trova una nota sul suo crimine e lo mantiene in memoria. Poi nessuno sapeva chi fosse Richard Trenton Chase. La foto di questo criminale non è apparsa presto nei media.

Una serie di omicidi premeditati

Il 10 gennaio 1978, Richard Chase acquista cartucce per le sue armi per "iniziare la caccia". Un giorno dopo, è stato incontrato da Dawn Larson, un vicino. Chase chiese una sigaretta, ma dopo di che non lasciò andare fino a quando non avesse ottenuto l'intera confezione. Secondo la ragazza, in braccio ha portato 3 cani.

Il 21 gennaio è stato un giorno molto impegnativo nella vita di Richard. Tenta di entrare nella casa del vicino, ma la porta è chiusa.

Dopo di che, incontra il suo ex compagno di classe Nancy Holden, che in futuro lo consegnerà alle agenzie di contrasto. Non riconosce il suo compagno di classe nel ragazzo, ma Richard stesso chiama il suo nome e cognome. Dopo una breve e sgradevole conversazione, Nancy lascia la sua auto.

Inoltre Richard entra nella casa di Robert e Barbara Edwards, ma non trova nessuno all'interno, organizza il pogrom. Il giovane ruba i soldi dei coniugi, defeca in un presepe e urina in una scatola con i vestiti. Quando Robert Edwards torna a casa, Richard è in grado di scappare rapidamente.

Dopo molti tentativi falliti, l'assassino Richard Chase entra nella casa di David e di Teresa Wallen. La padrona di casa entrò nel cortile, e in questo momento l'assassino riuscì a penetrare dentro. Quando Theresa tornò, Richard lo sparò tre volte.

Il cadavere della casalinga incinta del maniaco della casa è stato trascinato nella camera da letto, dove lo ha violentato. Dopo la fine del rapporto sessuale, Richard aprì lo stomaco della vittima, tagliava parte degli organi, raccolse il sangue in un secchio e lo versò nel bagno. Andando in strada, ha trovato feci di cane, è tornato e messo in bocca del terzo morto.

Lo stesso giorno, la polizia ha svelato i segni dei killer, basati solo sulle loro ipotesi e sull'analisi del delitto. I media erano preoccupati per questo incidente, ma nessuno lo collegava alla morte di Ambrose Griffin.

Gli ultimi assassini di un maniaco

27 gennaio Richard Chase continua la sua serie di omicidi. Poi le sue vittime erano quattro persone: Evelina Mirot (38 anni), suo figlio Jason (6 anni), suo nipote due anni David Ferreire e il loro vicino Dan Meredith. Quest'ultimo fu ucciso immediatamente quando il maniacale entrò in casa. Dopo Chase andò in bagno e uccise Evelina. Prese il corpo della padrona nella stanza in cui lo ha violentato, ha bevuto sangue attraverso i buchi del collo e si è smembrato.

Jason si alzò al rumore, poi fu ucciso. Poi Richard uccise David e poi mangiò parte del suo cervello. L'assassino era spaventato da un bussare al primo piano, portando con sé il cadavere del bambino, è scappato in un'auto di famiglia. I vicini lo hanno visto lasciare quella casa e poter descrivere l'assassino.

Dopo che la mania perverteva sul cadavere del piccolo Davide: bevve le parti del bambino attraverso una paglia fatta dal pene di un bambino.

Cattura di un maniaco

Il 1 ° febbraio, Nancy Holden informa la polizia che ha riconosciuto l'assassino con una foto-identificazione – è Richard Trenton Chase. Dopo di che, iniziano l'operazione a prenderlo. Il contatto con lui non è riuscito, ed è stato deciso di stabilire la sorveglianza per l'appartamento del sospetto.

Quando Richard lasciò la casa, è stato arrestato dalla polizia sulla strada per il camion. Aveva una scatola con una pistola a 22 calibri e una carta da parati sanguinosa.

Durante la ricerca del furgone e dell'appartamento del maniaco, sono stati trovati i resti delle vittime, i loro beni personali, il piano di calendario per i successivi omicidi.

Il processo di un serial killer

Solo nel gennaio 1979 il tribunale ha dichiarato Richard Chase colpevole di sei omicidi. Nonostante gli argomenti della difesa verso la salute mentale inadeguata del convenuto, viene giudicato una persona sana.

Dopo 4 mesi, Richard ha mandato alla prigione "San Quentin", dove doveva essere eseguito in una camera a gas. Durante il suo soggiorno, comunica con gli psichiatri e parla delle sue ipotesi sui nazisti e gli alieni. La sua colpa negli incidenti non riconosce.

26 dicembre 1980 Richard Chase – maniacale, assassino, psicopatico, commette suicidio, prendendo una dose letale di farmaci psicotropi.